Finanziamenti ai traghetti per Sicilia e Sardegna, il ministero pronto a cambiare rotta

Dalla prossima estate cambieranno le regole per i contributi pubblici alle compagnie di navigazione che garantiscono la continuità territoriale marittima con la Sicilia e la Sardegna per il trasporto di passeggeri e merci. Il ministero alle Infrastrutture e ai trasporti ha infatti avviato la procedura per la gara destinata ai contributi potrebbe non prevedere più un unico vettore, ma la divisione dei finanziamenti secondo le rotte. Novità di cui si è parlato in occasione dell’annuale convention del Gruppo Grimaldi di Napoli e che ha visto Guido Grimaldi, presidente di Alis (Associazione logistica per l’intermodalità sostenibile) tornare a richiedere all’Italia di applicare il modello spagnolo, erogando direttamente i contributi al consumatore finale,passeggero o autotrasportatore che sia. Continua a leggere

Navi a zero emissioni in porto, la prima in Mediterraneo è la Roma del Gruppo Grimaldi

È la prima nave del Mediterraneo con zero emissioni in porto, grazie a un impianto di maxibatterie a litio della capacità di oltre 5 MWh imn grado di alimentare la nave durante le soste senza la necessità di mettere in funzione i diesel-generatori. È il cruise ferry Roma, operativo sulla linea Civitavecchia-Porto Torres-Barcellona, sul quale per ridurre ulteriormente l’impatto ambientale sono stati inoltre installati quattro scrubber per la depurazione dei gas di scarico al fine di abbattere le emissioni di zolfo fino a superare di 5 volte i requisiti previsti dalla nuova normativa dell’IMO a partire dal 2020 e di ridurre il particolato dell’80 per cento. Continua a leggere

Autorità portuali: aderire a un’associazione è davvero compatibile con il loro ruolo?

“Alcune Autorità portuali avrebbero aderito, seppure solo a titolo onorario, all’associazione logistica dell’intermodalità sostenibile Alis: il ministero per le Infrastrutture e i trasporti non ritiene che questa adesione sia incompatibile con le funzioni che tali Autorità devono garantire? E, se del caso, quali iniziative di competenza intende assumere in merito?” Sono queste le domande inviate al ministero guidato da Danilo Toninelli dall’onorevole di Fratelli d’Italia Mauro Rotelli che con un’interrogazione parlamentare ha riportato sotto i riflettori un “caso” emerso in seguito all’inchiesta della Procura della Repubblica di Livorno che ha coinvolto i vertici dell’Autorità di sistema del Tirreno settentrionale, l’ente che gestisce i porti di Livorno, Piombino, isola di Capraia, Portoferraio, Rio e Cavo. Continua a leggere