Appalti semplificati per le infrastrutture: solo così i cantieri non resteranno fermi anni

“L’Italia deve semplificare il codice degli appalti  per fare in modo che i fondi previsti per la realizzazione di infrastrutture possano essere immediatamente disponibili per aprire i cantieri”. A sollecitare il Governo perché imbocchi la strada della sburocratizzazione del Paese è stato il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, che dal palco dell’assemblea dell’Anie, l’associazione delle imprese elettroniche ed elettrotecniche, ha sottolineato come questa sia “la prima cosa da fare in campo economico da parte del nuovo Governo.

Lavori fermi, consumi di asfalto a picco e strade a rischio: “Siamo a un punto di non ritorno”

L’assenza di lavori di manutenzione delle strade italiane ha raggiunto “un punto di non ritorno” e la rete stradale è “ridotta a un vero e proprio groviera”. Lo denuncia l’Associazione Siteb (Strade italiane e bitumi), che in un comunicato chiede al governo un piano straordinario di manutenzione. Dopo un 2017 in cui i consumi di asfalto (conglomerato bituminoso) si sono confermati al minimo storico (da tre anni intorno ai 23 milioni di tonnellate contro i 45 milioni del 2006), nei primi cinque mesi del 2018 gli indicatori sono addirittura peggiorati evidenziando una contrazione dell’11,8 per cento, spiega l’Associazione. A rischio, secondo la Siteb, sono soprattutto “le arterie comunali dove le Amministrazioni stanno correndo ai ripari moltiplicando le limitazioni alla circolazione e della velocità”.  Continua a leggere

Cantieri infiniti, altri casi in Sardegna e Sicilia: difficoltà per la Sassari-Olbia e la Siracusa-Gela

Quella dei cantieri infiniti, con i lavori che iniziano ma che non vedono mai il taglio del nastro, è una storia che si ripete. Gli ultimi casi riguardano la Sardegna e la Sicilia, due isole unite da un destino molto simile. Quello sardo riguarda il quarto lotto della Sassari-Olbia. L’Anas ha infatti comunicato di aver risolto “per i gravi ritardi nell’esecuzione dei lavori” il contratto con l’Impresa Grandi Lavori Fincosit e di aver attivato “le procedure preliminari per il riaffido dei lavori”. Continua a leggere

Tangenziale di Catania, A19, Itinerario Catania-Gela: il punto sulle infrastrutture siciliane

La Tangenziale di Catania, destinata a diventare “un’arteria moderna e innovativa”, il piano di manutenzione straodinaria dell’autostrada A19 Palermo-Catania, la riqualificazione e il potenziamento dell’itinerario Catania-Gela sono stati al centro di un incontro che si è svolto a Palermo tra i vertici della Regione Siciliana e di Anas nel quale sono stati analizzati gli investimenti in corso e quelli futuri. Molti i temi trattati, a partire da quello, molto sentito, relativo alle attività finalizzate al monitoraggio e alla prevenzione del rischio idrogeologico. Continua a leggere

Cavalcavia crollato ad Annone Brianza, i lavori di ricostruzione partiranno entro fine aprile

Inizieranno entro fine aprile i lavori per la ricostruzione del cavalcavia crollato il 28 ottobre 2016 ad Annone Brianza, in provincia di Lecco, provocando la morte di un automobilista, Claudio Bertini. Anas ha infatti consegnato all’impresa Co.e.st. Costruzioni e Strade in raggruppamento temporaneo di imprese con Bea Service i lavori per la ricostruzione del cavalcavia della strada provinciale 49 di sovrappasso alla statale 36 del Lago di Como e dello Spluga. I lavori, per un importo di circa due milioni di euro, avranno una durata contrattuale di 340 giorni, spiega Anas, e “con questo atto l’impresa è titolata ad avviare immediatamente tutte le operazioni propedeutiche all’inizio della cantierizzazione”, che dovrebbero portare le “maestranze in cantiere prima di fine aprile”.  Continua a leggere

La metro C di Roma è in ritardo, la consegna della stazione dei Fori Imperiali slitta di 18 mesi

Per usare la stazione Fori Imperiali della metro C di Roma bisognerà aspettare più del previsto. I lavori per la realizzazione della fermata con vista archeologica e della stazione Amba Aradam registrano già un ritardo di un anno e mezzo. Slitta, quindi, la data di consegna, prevista per settembre 2020. “Sulla realizzazione della stazione Amba Aradam ci sono dei rallentamenti”, spiega Andrea Sciotti, responsabile unico di Roma Metropolitane del procedimento unico della metro C durante un’audizione in commissione capitolina Trasporti. Continua a leggere

Il Governo fa una radiografia alla logistica per capire dove corre e dove frena l’Italia

Il nome, SiNaMolo, è quanto di peggio possa partorisce il peggior burocratese, ma l’obiettivo è, almeno sulla carta, quanto di meglio: realizzare un sistema nazionale di monitoraggio della logistica per poter così realizzare un ceck up completo delle condizioni di salute (spesso pessime) delle infrastrutture e dei servizi del Paese e trovare una cura. Che col nome SiNaMolo c’azzecca pure. Un’unica “regia” per capire quanto funziona e quanto invece rappresenta un ostacolo quell “insieme delle attività organizzative, gestionali e strategiche che governano nell’azienda i flussi di materiali e delle relative informazioni dalle origini presso i fornitori fino alla consegna dei prodotti finiti ai clienti e al servizio post-vendita”. come viene comunemente “spiegato” il concetto di logistica.

Continua a leggere

Pedemontana veneta nel caos, i cantieri rischiano di fermarsi. Zaia: “Serve buon senso”

Sarà un’incompiuta, una superstrada con i cantieri che non finiscono mai? La Pedemontana veneta rischia di fermarsi e il governatore della Regione, Luca Zaia, lancia un appello: “Il presidente Renzi può avere tanti difetti, ma non quello di essere così poco lucido da non vedere l’importanza di questa partita. Lo invito veramente a guardarci dentro perché è il più grande cantiere di opere pubbliche presente oggi in Italia”. Continua a leggere

Treni lunghi 750 metri e con carichi da 2000 tonnellate: l’Italia rilancia la rotaia

Laguzzi © Francesco Vignali Photography

Laguzzi © Francesco Vignali Photography

“La principale difficoltà del trasporto ferroviario merci oggi in Italia consiste nel vantaggio per il settore dell’autotrasporto determinato essenzialmente dal costo inferiore e competitivo verso le imprese clienti,  fattore che rappresenta una delle principali cause che ha impedito l’aumento della quota modale delle merci trasportare per ferrovia in Italia ma che sta per essere eliminato grazie alla serie di interventi infrastrutturali e alle politiche attuate dal ministero dei Trasporti nell’ultimo periodo, politiche che possono considerarsi epocali, vista la portata e la visione di sistema che governa la strategia di rilancio del comparto”. Continua a leggere

Salerno-Reggio Calabria finita entro l’anno: “È questo l’obiettivo del governo”

La Salerno-Reggio Calabria sarà finita entro il 2016. Lo ha ribadito il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, a margine di un convegno sulla mobilità del futuro. Ai giornalisti che chiedevano se l’obiettivo rimanesse di finire entro fine anno, il ministro ha risposto “ovviamente” aggiungendo che proprio su questa tratta “vogliamo investire perché diventi una delle arterie più avanzate tecnologicamente in Europa”. Continua a leggere