Cargo bike, il futuro del trasporto merci nelle città si preannuncia sempre più a pedali

Nella corsa verso la mobilità sempre più sostenibile c’è un mezzo di trasporto che si sta facendo sempre più largo: è la cargo bike, bicicletta costruita con un telaio rinforzato per poter trasportare carichi leggeri. Un mezzo che viene dal passato pronto a ritagliarsi un ruolo da protagonista nel futuro per quanto riguarda le consegne nell’ultimo miglio, nelle città, nei borghi storici. Una corsa alla produzione di sempre più cargo bike con fermata anche dalla decisione di Renault Trucks di “salire in sella” a una nuova start-up Kleuster, Continua a leggere

Limite di velocità a 30 all’ora? “Basta con interventi scoordinati capaci di creare solo caos”

“Il limite di velocità a 30 chilometri all’ora introdotto a Bologna impone una riflessione a livello nazionale perché il rischio è di arrivare a emulare singole pratiche o a crearne di nuove e diverse creando il caos nelle città italiane”. Ad affermarlo è Paolo Uggè, presidente della Federazione degli Autotrasportatori Italiani (Fai) che  sottolinea l’importanza “scelte sulla mobilità che devono tutelare la sicurezza nel quadro di un insieme di regole dettate dal dicastero competente”  puntando nello stesso tempo l’indice accusatore contro “ Interventi scoordinati, fra cui anche  l’ultima misura del Comune di Milano riferita agli angoli ciechi per i camion e bloccata dal Tar, che  rispondono solo alla demagogia e al tentativo di apparire più rispettosi della sicurezza o dell’ambiente. Continua a leggere

Il motoclub che cerca nuovi amici per portare aiuto su due ruote alle attività in difficoltà

Anno nuovo, campagna associativa nuova. Un appuntamento che per gli appassionati di due ruote tesserati alla Scuderia Norelli, storico motoclub cittadino protagonista di alcuni capitoli straordinari della storia motociclistica non solo a livello locale ma anche nazionale e spesso internazionale, si ripete da ormai 57 anni e che per il 2024 prevede un’importante novità: la creazione di una nuova tessera, affiancata a quella “ufficiale”, riservata ai “nuovi amici della Norelli”, soci sostenitori magari anche non motociclisti ma convinti che le due ruote possano rappresentare un prezioso strumento per la mobilità sostenibile, per l’economia del territorio. Continua a leggere

L’assicuratore con la “polizza magica” che evita gli scontri fra chi sui sentieri va in moto e a piedi

Usare solo moto elettriche sui sentieri di montagna percorsi, a piedi, da moltissimi escursionisti, e realizzare pochi “anelli” riservati invece solo a chi i sentieri ama percorrerli in sella con la propria moto, magari fedele compagna di tantissime avventure prima che i divieti rendessero off limits praticamente quasi tutti i boschi e prati. La soluzione per evitare, uno “scontro” che dura da decenni, quello che vede contrapposti gli “eserciti” di chi in moto percorrerebbe sentieri immersi nella natura per ore e chi invece non ce li vorrebbe vedere neppure per un secondo, è lì, a portata di mano. Un po’ come la scoperta dell’acqua calda, alla quale però, incredibilmente, nessuno sembra aver pensato. A farlo è stato un appassionatissimo di enduro, con nel dna la propensione a rispettare sempre il pensiero altrui, Continua a leggere

Dakar per camion, occhio al debuttante della Pe.Tra. Al fianco come navigatore ha un vincente

Al volante di un camion si possono affrontare percorsi impegnativi, addirittura proibitivi. Per esempio su una strada ghiacciata d’inverno in montagna, con pendenze ripidissime, oppure su percorsi sterrati per raggiungere zone isolate o, ancora, “calandosi” nel baratro di una cava di marmo (leggi qui) lungo tornanti impossibili a pochi centimetri dal salto nel vuoto. Prove che possono rappresentare una “palestra” di guida unica per affrontare altre sfide. Difficile dire se Gianandrea Pellegrinelli, imprenditore bergamasco alla guida della Pe.Tra, una delle più importanti società di autotrasporto d’Italia, e Claudio Bellina, “al volante” a sua volta di un altro colosso dei trasporti e della logistica, l’Italtrans, abbiano provato tutti questi “terreni”: certo invece è che si sentono perfettamente pronti per affrontare quella che Continua a leggere

Strade da incubo, El camino de la muerte è un vero killer. Ma anche raggiungere lo Stelvio nasconde pericoli

Se una strada si chiama “El camino de la muerte” non occorre essere Einstein per dedurre che quel percorso un bel po’ di automobilisti, motociclisti  e conducenti di mezzi pesanti deve averli ammazzati. Più difficile immaginare che possa essere una trappola mortale un percorso dal nome anonimo e perfino rassicurante come Aout Dakota Highway 87 oppure Atlantic Ocean Road. Eppure anche loro sono entrate a far parte della classifica 2022 delle strade più pericolose del mondo, che comprende anche una strada italiana famosa, quella che conduce al Passo dello Stelvio. Un elenco di percorsi decisamente più rischiosi rispetto alla media di strade e autostrade che “parte” dalla Bolivia Continua a leggere

Finte piste ciclabili? “Una striscia di vernice bianca è solo propaganda e aumenta il pericolo”

Cosa possono avere in comune oggi un rappresentante di un’associazione di autotrasportatori e un ex campione di ciclismo, esponenti di due mondi che sulle strade ultimamente si sono scontrati, e purtroppo in senso reale, sempre più spesso, con chi si muoveva pedalando che ha avuto sempre, ovviamente, la peggio, rimettendoci in più d’un caso la vita? Per esempio la convinzione che le piste ciclabili siano una cosa ottima quando però sono vere e non “di facciata”. Convinzione che Mattia Baldis, funzionario della Fai (federazione autotrasportatori italiani) di Bergamo, uno che con i camionisti ci “vive” ogni giorno,  condivide con un signore che in sella ci ha passato una vita: Silvio Martinello, vincitore di un titolo olimpico su pista, di cinque titoli mondiali, di 14 titoli nazionali e 21 corse su strada. Considerazioni che il campione della bicicletta, diventato opinionista Rai dopo aver lasciato l’attività agonistica, ha affidato tempo fa a un articolo messo on line su un sito messo in rete da un gruppo di persone a cui piace scrivere non solo per far leggere ma per far riflettere, per far crescere e imparare, Altropensiero.net. Un articolo, dal titolo che ha subito messo in chiaro le cose, “Basta con l’imbroglio delle finte piste ciclabili”, Continua a leggere

Biocarburanti, la soluzione più concreta contro l’inquinamento in attesa che i sogni si avverino

La storia della mobilità sostenibile, della svolta green, della guerra all’inquinamento per proteggere il pianeta è ricchissima di capitoli diversi. Da quelli più affascinanti, capaci di raccontare scenari da favola, magari con i trasporti di persone e merci realizzati esclusivamente attraverso mezzi elettrici (dimenticando però quasi sempre di dire come viene prodotta la stragrande quota dell’elettricità, ovvero bruciando petrolio e carbone) a quelli magari meno accattivanti, perché sicuramente più “terra terra” , meno “favoleggianti”, ma più veritieri, più realizzabili davvero in tempi “ragionevoli”. Capitoli come quello che ha per protagonisti i biocarburanti, soluzione magari “ponte”, in attesa che i sogni possano realizzarsi , ma sicuranente concreta, a portata di mano (grazie a una rete di oltre 600 distributori già in funzione in Italia). Come sostiene da tempo il mondo dell’autotrasporto, che ha avuto modo di ribadirlo anche in occasione del l’ottavo Forum di Conftrasporto ospitato a Roma, per voce del presidente di Fai Conftrasporto Paolo Uggé; come ribadisce Giuseppe Cristinelli, Continua a leggere

Asi Transport Show, il viaggio nel tempo sui mezzi pubblici riparte dalla costa dei Trabocchi

Viaggiare nel tempo è da sempre uno dei più grandi sogni dell’uomo. Un sogno che a volte può realizzarsi, almeno in parte. Accade, per esempio, con l“Asi Transport Show, un appuntamento unico in Italia che da 12 anni offre l’occasione di tornare al passato grazie a un’esposizione dei veicoli che hanno segnato importanti tappe nell’evoluzione del trasporto delle merci e delle persone. A partire dagli “omnibus”, “antenati” dei moderni pullman che hanno iniziato a circolare sulle strade nazionali addirittura a vapore per i primissimi esemplari poi sostituiti da mezzi alimentati con elettricità, e carburanti. e gasolio. Continua a leggere

Scoppio di uno pneumatico, l’incubo di molti camionisti può svanire in un solo gonfiaggio

Quando gli è stato proposto di far salire la sua impresa di autotrasporto “a bordo” di un nuovo grande progetto mirato alla sicurezza stradale, non ci ha pensato un solo istante e ha chiesto immediatamente un incontro per capirne di più. E una volta analizzato, insieme con un giovane ingegnere di Siad, colosso mondiale per la produzione di gas industriali, il “progetto Securpneus”, ha detto subito sì. Perché gli è apparso chiarissimo che quella nuova miscela di gas tecnici a base di azoto per gonfiare gli pneumatici rappresentava davvero una nuova importantissima strada per contrastare il rischio d’incidenti. Riducendo ai minimi termini o addirittura cancellando completamente potenziali pericoli sempre presenti invece su mezzi con le gomme gonfiate “normalmente” con aria, legati a  possibili perdite di pressione, con la conseguenza di ridurre la tenuta di strada, ma anche a scoppi, particolarmente frequenti negli pneumatici dei camion come testimoniano tristemente le carcasse che capita di incrociare ai bordi di strade e autostrade.  Continua a leggere

La “strana corsa” sul circuito di Misano: in pista si sfidano i “piloti” di autobus e pullman

Sul circuito di Misano tornano a rombare i motori. Ma questa volta non sono quelli delle potenti due ruote della MotoGp o delle quattro ruote protagoniste delle tantissime sfide combattute sulla posta intitolata a Marco Simoncelli: sono quelle dei motori di pullman e autobus protagonisti per due giorni, il 24 e 25 ottobre, di   “Ibe Driving Experience”,  l’appuntamento di  Italian Exhibition Group   che riunisce la community della “Bus & Travel” industry proprio sul World Circuit “Marco Simoncelli” di Misano Adriatico, con una nutrita serie di  iniziative dedicate al settore. Continua a leggere

Stella Trasporti & Logistica srl, l’azienda che ha a cuore la salute e fa viaggiare la prevenzione

Dae: una sigla che in moltissimi hanno imparato a conoscere negli ultimi tempi e che indica un defibrillatore semiautomatico esterno, ovvero un piccolo apparecchio sanitario che contiene al suo interno due piastre adesive in grado di rilevare le alterazioni dell’attività elettrica del cuore e erogare, in casi d’emergenza,  un scarica elettrica. Uno strumento che ha già al suo “attivo” il salvataggio di molte vite . Ma Dae potrebbe essere anche letto in un altro modo: per esempio “Dall’Autotrasporto l’Esempio”. Esattamente come quello che proprio un’impresa di autotrasporto, la Stella Trasporti e Logistica Srl  di Calusco d’Adda, ha fornito installando nella propria azienda lo strumento, insegnando ai suoi dipendenti a utilizzarlo e, come non bastasse, mettendolo a disposizione di altre realtà del territorio. Continua a leggere

Four Seasons Yachts, le crociere extralusso “vestono” lo stile italiano di Fincantieri

Dedicate a chi ama navigare in un mare d’eccellenza.Sono le nuove navi della Flotta Four Seasons Yachts prestigioso brand crocieristico che per la realizzazione delle sue due nuove unità da crociera extra-lusso non poteva che scegliere un partner eccellente: Fincantieri. Un partner al quale Marc-Henry Cruise Holdings LTD, comproprietario e operatore di Four Seasons Yachts, dopo aver affidato nel 2022 l’incarico di costruire la prima unità della classe, che sarà consegnata nel quarto trimestre del 2025, ha chiesto di realizzare anche la seconda unità, destinata a entrare in servizio nel 2026. Continua a leggere

Sosta selvaggia dove venne assassinato il giudice Borsellino: un vergognoso insulto alla memoria

“Nella strage di Via D’Amelio nella quale persero la vita mio fratello Paolo Borsellino e i cinque agenti della sua scorta, un mancato divieto di sosta facilitò l’attentato. Lì, mia madre ha voluto che fosse piantato un ulivo, simbolo di pace e di speranza, ma oggi come allora, la strada è sempre ingombra di macchine che lo soffocano e quel divieto di sosta che allora non c’era e che oggi è come se non ci fosse perché continua a non essere rispettato. Ho un sogno: che quello che oggi è soltanto un posteggio di auto possa diventare finalmente un Giardino della memoria, affinché torni a essere un luogo sacro e non soltanto un posteggio per le auto”. A scriverlo, sulla piattaforma change.org (clicca qui per leggerla ed eventualmente firmarla)  è Salvatore Borsellino, il fratello del magistrato assassinato dalla mafia, chiedendo di firmare una petizione perché venga posto finalmente rimedio a quel mancato divieto di sosta che, ormai quasi 31 anni fa, facilitò il compito a chi doveva preparare quell’attentato che spezzò la vita di Paolo e dei cinque agenti della sua scorta. Continua a leggere

La carica dei 130mila camionisti: lo stipendio da 4000 euro fa il pieno di messaggi su facebook

Un dipendente della Fai (Federazione autotrasportatori italiani) di Bergamo, guardando quei dati, ha strabuzzato gli occhi. Per poi commentare: “La carica dei 130mila camionisti”. Titolo perfetto (e subito “copiato” ) per fotografare i risultati ottenuti dalla pubblicazione sulla pagina facebook Gira & Rigira della notizia dell’acquisto, da parte di una nota impresa di autotrasporti, di una pagina pubblicitaria su un quotidiano locale, L’Eco di Bergamo, per cercare conducenti di mezzi pesanti da assumere. Con una precisazione non da poco: l’importo dello stipendio netto offerto, 4000 euro. Continua a leggere