Tre giorni per capire come far ripartire al meglio l’Italia grazie alle opportunità del Pnrr

La grande opportunità di far ripartire l’economia italiana fornita dall’approvazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza merita di essere analizzata in ogni suo aspetto con grande attenzione, dedicandole tutto il tempo necessario. Per esempio i tre giorni di convegno (in presenza, per dare un ulteriore segnale concreto che il capitolo Covid-19 può essere lasciato alle spalle per scrivere tutta un’altra storia) organizzati da Alis a Sorrento da giovedì 1 a sabato 3 luglio intitolato “Trasporti Logistica Sostenibilità. Green e blue economy per la ripartenza” e ospitato, come nelle precedenti edizioni organizzate nel 2018 e nel 2020, all’Hilton Sorrento Palace, nella splendida cornice della penisola sorrentina. Un evento che ha tutto il sapore di un ritorno verso la “normalità”, Continua a leggere

Trappola per motociclisti fatta con il filo interdentale: è bufera sullo spot pubblicitario

Le immagini di un rocchetto di filo interdentale steso da due contadini lungo un sentiero nei boschi legandolo a due alberi come trappola micidiale per far cadere  dalla sella (ma anche con il rischio di decapitare) gli  “odiati”motociclisti e un messaggio a “usarlo nel modo giusto”. La creatività nella pubblicità è sicuramente importantissima, ma  altrettanto dovrebbe esserlo no”superare i limiti”. Cosa che invece hanno fatto (e non solo secondo gli appassionati delle due ruote fuoristrada) gli autori dello spot pubblicitario finito nella bufera con i responsabili della Fmi, la Federazione motociclistica italiana, che  non hanno esitato un solo istante a mettere la “creatività” del messaggio sul banco degli imputati, accusando lo slogan di essere  “deprecabile e fortemente diseducativo” e annunciando la decisione di “diffidare la società che ha realizzato lo spot e la stessa ditta produttrice del prodotto che lo ha approvato, riservandosi di intervenire presso le autorità competenti con le modalità previste dalla legge”. Continua a leggere

I giovani armatori di Confitarma: “Ecco da dove deve ripartire il mondo marittimo italiano”

“Ci sono importanti sfide che il mondo marittimo deve saper affrontare e vincere: si chiamano decarbonizzazione e digitalizzazione, con particolare attenzione alla sicurezza dei marittimi e alla loro formazione. Sfide che i giovani devono affrontare schierandosi in prima linea per contribuire al rilancio del settore marittimo italiano”. Così parlò Salvatore d’Amico, eletto all’unanimità nuovo presidente del Gruppo Giovani Armatori di Confitarma Continua a leggere

Cosa chiede il mondo dell’autotrasporto? Lo rivela questo viaggio nelle imprese

Le storie di molte aziende di autotrasporto bergamasche hanno un inizio identico, con i fondatori che hanno acquistato un camion e si sono messi al volante. Ma moltissime aziende bergamasche hanno anche un futuro uguale: essere guidate non più da “semplici conducenti diventati stradafacendo” imprenditori ma da veri e propri manager dell’autotrasporto: professionisti in grado di gestire sofisticati software che ottimizzano il lavoro quotidiano, fra commesse, carichi e scarichi, percorsi, orari di guida e riposo, di fare un’esatta analisi dei costi e di comprendere quanto tenere il parco veicolare, quando cambiarlo e come. Continua a leggere

Ripresa? Ma senza il traino dell’autotrasporto l’economia italiana come potrà ripartire?

“Ripresa e ripartenza sono fra le parole più pronunciate in questo periodo, il sogno più desiderato da milioni d’italiani perché significherebbe tornare alla “normalità” lasciandosi alle spalle l’incubo pandemia: ma chi dovrà trainare questa ripartenza, il settore dell’autotrasporto, sarà messo in grado di farlo?” È una domanda importantissima, decisiva per capire se davvero l’economia italiana potrà rimettersi in moto quella che pone Giuseppe Cristinelli, presidente di Fai (federazione autotrasportatori italiani) di Bergamo che dalle pagine del quotidiano L’Eco di Bergamo, invita tutti a non sottovalutare il segnale del fermo di cinque giorni dell’autotrasporto proclamato e poi annullato in Liguria, perché, spiega il presidente di Fai Bergamo, la protesta è stata cancellata “per senso di responsabilità e non certo perché non ci fossero le condizioni per fermarsi,   dopo mesi vissuti lavorando in condizioni esasperanti” e perché “perché senza  interventi risolutivi il fermo rischia solo d’essere rimandato”. Continua a leggere

Gli aiuti dati ai trasportatori per il crollo del Ponte Morandi non sono irrilevanti ai fini fiscali

Gli emendamenti sono inammissibili, i contributi erogati agli autotrasportatori per le maggiori spese affrontate in relazione al crollo del Ponte Morandi non possono essere irrilevanti ai fini fiscali: lo ha stabilito la Commissione Bilancio della Camera respingendo le proposte, pressoché identiche, presentate da diversi gruppi parlamentari, tra cui M5s, FI, Iv, Leu e Lega.

Fai Liguria: “Anche il porto di Genova soffrirà la mancata digitalizzazione dell’autotrasporto”

Il Piano nazionale di ripresa e resilienza non prevede alcuna risorsa per la digitalizzazione dell’autotrasporto, e questo non è un bel segnale per una regione che è sede del primo porto in Italia. La competitività del porto si basa sul trasporto su gomma che per essere competitivo deve essere più digitale”. Ad affermarlo, incontrando il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, è stato il presidente della Fai (Federazione automobilisti italiani) regionale ligure Davide Falteri che ha approfittato della convocazione, indetta dalla Regione per discutere sui temi e le difficoltà dell’autotrasporto, per ribadire anche la proposta di esentare dal pagamento dei pedaggi autostradali le aziende di autotrasporto in previsione dei disagi e disservizi dei prossimi mesi, manovra che, ha affermato Davide Falteri, “sarebbe un segnale importante Continua a leggere

L’azienda di trasporti che guida i camionisti a stare meglio con osteopati e nutrizionisti

L’Organizzazione mondiale della sanità nelle sue linee guida ha inserito l’osteopatia tra le medicine tradizionali e complementari. Marina Franini, imprenditrice alla guida di un’impresa di autotrasporti, l’osteopatia l’ha invece “consegnata” direttamente ai dipendenti della propria azienda, sotto forma di corsi affidati a un esperto, per guidarli verso una migliore qualità della vita, compresa la “parte” trascorsa al lavoro dove spesso accade che i dipendenti non trovino invece esattamente le condizioni “ottimali”che consentono non solo di far star meglio chi lavora, ma la stessa impresa. Come insegnava, del resto, quasi un secolo fa Dale Carnegie (insegnante e scrittore, uno dei massimi esperti in materia sviluppo personale, leadership e corporate training, autore di un best seller “Come trattare gli altri e farseli amici”, Continua a leggere

Noleggiare un’auto per le vacanze? Quest’estate rischia di essere un grosso problema

Noleggiare una vettura per le vacanze senza averla prenotata per tempo quest’estate potrebbe rivelarsi un serio problema. La “crisi dei chip” ( i componenti elettronici di cui sono rimaste sprovviste molte case automobilistiche  dopo che i produttori asiatici  hanno privilegiato la fornitura per tablet e cellulari, richiestissimi per il lavoro in smart working dilagato con la pandemia) che ha rallentato la produzione di veicoli e, di conseguenza, ha ridotto il flusso di nuove vetture inserite in flotta per l’estate dalle società di noleggio a breve termine, ha infatti ridotto sensibilmente la disponibilità di auto con il rischio per gli operatori di non riuscire ad accontentare le richieste di quanti si muoveranno solo all’ultimo momento per prendere un’auto a noleggio. Continua a leggere

Sei sposata con un camionista? Ti aspettiamo per guidarti nelle pratiche per avere rimborsi e aiuti

Ideare e realizzare un ottimo servizio e poi non “presentarlo” attraverso un’adeguata informazione, non “pubblicizzarlo” sarebbe un errore imperdonabile. Uno sbaglio che non vogliono certo commettere i responsabili di Ebitral (Ente bilaterale trasporti e logistica nato dalla volontà della Fai, Federazione autotrasportatori italiani, e delle organizzazioni sindacali Filt – Cgil, Fit – Cisl e Uil trasporti di Bergamo di svolgere, come si legge nello statuto, “le funzioni di osservatorio permanente a livello territoriale ai sensi del contratto collettivo nazionale di lavoro dell’autotrasporto, spedizione merci e logistica”, individuando “scelte atte alla soluzione di problemi economici e sociali del settore”) che dopo aver progettato e trasformato in realtà una serie di servizi di assoluto interesse per i dipendenti delle imprese di autotrasporto associate (quasi cinquemila lavoratori in provincia di Bergamo) hanno deciso di “guidarli” al loro utilizzo. Aprendo uno sportello grazie al quale i dipendenti di società di autotrasporti (o un loro familiare, Continua a leggere

Allarme monopattino: 130 incidenti nella sola Milano in 15 giorni. Uomo in coma a Monza

Centotrenta incidenti in 15 giorni solamente a Milano con coinvolte persone che stavano usando il monopattino elettrico, un uomo di 33 anni in coma dopo essere caduto a Monza. Quello che doveva essere il mezzo di trasporto del futuro nelle città si sta rivelando per adesso uno dei più pericolosi, al punto da spingere l’amministrazione comunale a inviare sette steward sulle strade di Milano proprio per controllare e fermare le persone che usano il nuovo mezzo senza rispettano il codice della strada ma anche a chiedere l’uso obbligatorio del casco. Continua a leggere

I tir fanno retromarcia sul fermo in Liguria. “Ora però toglieteci almeno i pedaggi autostradali”

I primi a “fare retromarcia” sono stati i responsabili di Trasportounito, annunciando che “le motivazioni per un fermo ci sono tutte ma la crisi del Paese, e quella delle stesse imprese di autotrasporto, logorate da mesi di difficoltà operative e finanziarie, ma specialmente dalle troppe inadempienze da parte delle Istituzioni, non consentono oggi di affrontare l’ulteriore debacle economica che il fermo inevitabilmente provocherebbe”, e aggiungendo così di aver deciso “per senso di responsabilità” di sospendere la manifestazione di protesta che era stata indetta in Liguria dal 15 al 19 giugno. Un dietrofront al quale si sono poi “accodati” anche gli esponenti delle altre associazioni di categoria che avevano annunciato il fermo e che ora attendono l’l’incontro con il viceministro con delega ai Trasporti Teresa Bellanova in programma il 24 giugno. Nell’attesa Continua a leggere

Un attentato alla ripartenza economica del Paese. Alis stronca il fermo dei trasporti in Liguria

“Un attentato alla ripartenza economica del Paese”. Non ha certo usato mezze parole Marcello Di Caterina, vicepresidente di Alis, per definire la decisione di alcune associazioni di categoria di indire uno sciopero dell’autotrasporto nei porti e nelle piattaforme logistiche della Liguria, dal 15 al 19 per protestare contro gli insostenibili disagi nella viabilità che da tempo ormai si registrano nella regione (cliccate qui per approfondire). “I disagi e la necessità di maggiori ristori per l’intero comparto del trasporto e per l’autotrasporto in particolare sono evidenti e necessari, ma un blocco del settore in questa fase è un vero attentato”, ha affermato il responsabile di Alis. “Evidentemente c’è qualcuno che non intende fare gli interessi del settore e del Paese in una fase socio-economica così delicata. Continua a leggere

E cinque: mai nessuno come Scania nel “campionato del mondo di efficienza per Tir”

E cinque: tanti sono i “trofei” vinti, consecutivamente, da Scania in quello che è considerato un vero e proprio campionato mondiale di efficienza nell’ambito del trasporto lungo raggio, il “Green Truck competizione organizzata da due importanti riviste di settore tedesche, Trucker” e “Verkehrs Rundschau”, che ha visto la casa costruttrice svedese arrivare prima al traguardo anche nel 2021. “Un’impresa impossibile, eppure ce l’abbiamo fatta”, come ha commentato, quasi incredulo lui stesso,Stefan Dorski, Svicepresidente di Scania Trucks, definendo l’impresa, perchè di questo si tratta, “un’ulteriore testimonianza di come gli innovativi sistemi di propulsione Scania rappresentino un elemento fondamentale che consente ai nostri clienti di raggiungere la migliore economia operativa totale. Continua a leggere

Ricetta alla siciliana: ecco “servita” una soluzione al problema della mancanza di nuovi camionisti

C’è una “ricetta alla siciliana” per colmare la carenza di autisti. Accompagnare fin dentro un’azienda di autotrasporto ben mille aspiranti autisti, traguardo che si è prefissato il progetto Sicily on the Road con cui, come spiega un articolo pubblicato da Uomini e Trasporti, uno dei principali “riferimenti” per l’informazione nel mondo dell’autotrasporto, “ si ambisce a far conseguire, a costi ridotti, grazie a fondi regionali – le patenti Ce + Cqc a mille aspiranti autisti tramite formazione e contatto con il mondo delle imprese”. Un’importantissima boccata d’ossigeno se si pensa, Continua a leggere