Uggé: “Vinta la corsa per ospitare le Olimpiadi ora corriamo a fare le strade per poterle vedere”

Vinta la “corsa” per ospitare le olimpiadi invernali che saranno ospitate a Milano – Cortina nel 2026, ora occorre vincere la sfida per farci trovare preparati con infrastrutture adeguate. Una corsa (anche contro il tempo) che ha fra i suoi principali traguardi il collegamento tra la provincia di Sondrio e il Bellunese, e il potenziamento dei collegamenti tra Milano e Sondrio. Parola di Paolo Uggè, vicepresidente nazionale di Conftrasporto e Confcommercio che intervenendo nei lavori del consiglio generale Continua a leggere

No ai divieti austriaci: Italia e Germania pronte a ricorrere alla Corte di giustizia europea

Se il Tirolo non farà marcia indietro sulle nuove misure unilaterali che imporrebbero dal 1° agosto nuove pesanti limitazioni al trasporto di alcune merci e di alcuni autoveicoli provenienti dall’estero, quindi soprattutto dall’Italia, nel Land del Tirolo Italia e Germania presenteranno ricorso alla Corte di Giustizia europea . Ad annunciato è stato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli affermando che Italia e Germania “ritengono che le nuove misure unilaterali che introdurrebbero aggiuntive limitazioni alla circolazione di veicoli lungo il Corridoio del Brennero, violino il diritto europeo e danneggino il Mercato unico europeo. Continua a leggere

Bloccati nel traffico con 40 gradi? L’Austria vieta ai non residenti di uscire dall’autostrada

Colonnina del termometro prevista a 40 gradi, più che probabili  maxi code e divieto d’uscire dall’autostrada per cercare “scorciatoie” su strade secondarie: è un fine settimana da incubo quello che si prospetta al Brennero con migliaia di vacanzieri pronti a valicare il passo  sia diretti nelle localita’ balneari e nella citta’ d’arte  italiane sia di rientro dopo le vacanze, e con le complicazioni dovute alle limitazioni decise dalle autorità del Tirolo. Continua a leggere

Auto in sosta danneggiate? Chi le ha tamponate in un caso su sei scappa senza lasciare i dati

È una delle “sorprese” meno gradite che si possano avere andando a riprendere l’auto lasciata posteggiata, per strada o in un parcheggio: trovare la carrozzeria danneggiata da un’altra vettura che l’ha tamponata  o magari investita lateralmente segnando l’intera fiancata. Una sorpresa destinata a diventare ancora più amara dalla scoperta che l’autore del danno non si è preso neppure la briga di lasciare un bigliettino con i propri dati, per essere contattato e concordare il risarcimento del danno, ma si è preoccupato soltanto di una cosa: scappare, allontanandosi il più in fretta possibile prima d’essere visto, dal proprietario dell’auto appena “centrata” o da qualche altro testimone che possa annotare il modello dell’auto e  il numero di targa. Continua a leggere

Commissario europeo ai trasporti: dare l’incarico a un esponente italiano è nell’interesse di tutti

È da sempre opinione comune che i trasporti e la logistica siano un elemento di sviluppo e competitività indispensabile per qualsiasi Paese voglia progredire. Un assunto tanto evidente (e condiviso) da spingere l’Europa tanti anni fa, sotto la guida prima del commissario ai trasporti belga Karel van Miert e poi con la sua collega spagnola Loyola de Palacyo, a dare vita a un piano infrastrutturale di corridoi europei che unisse l’Est e l’Ovest dell’Europa, con l’obiettivo di mettere l’economia del vecchio continente in condizione di poter competere con quelli che erano i Paesi emergenti dell’Est asiatico, con l’economia statunitense e con la stessa Russia che, superficialmente, continuiamo a non voler includere in un’azione coordinata. Continua a leggere

Grimaldi: “Lo Stato deve sospendere gli aiuti per 72 milioni di euro l’anno che dà a Cin Tirrenia”

L’Italia deve sospendere l’erogazione di contributi pubblici per un ammontare di 72 milioni di euro ogni anno a favore di Cin-Tirrenia. A chiederlo, con un esposto al ministero dei Trasporti, alla Corte dei conti e all’Autorità antitrust è il gruppo Grimaldi, autore, tramite la controllata Grimaldi Euromed, della nuova “manovra” destinata a inasprire ulteriormente i rapporti fra il gruppo Grimaldi e il Gruppo Onorato, al timone di Cin -Tirrenia, oltre che di Moby. Continua a leggere

Toninelli: “Io ministro sempre vicino ai problemi del mondo dell’autotrasporto”

Un ministro da sempre attento ai problemi del mondo dell’autotrasporto, con particolare attenzione alla tutela del lavoro e alla sicurezza. Ma anche un ministro pronto a combattere la battaglia contro la concorrenza sleale in Europa, per far sì che sia  garantito uniformemente un regolamento che imponga giusti tempi di riposo ed eviti comportamenti anticoncorrenziali. Così si è autodefinito, in una lettera pubblicata dal quotidiano La provincia di Cremona, Danilo Toninelli, ministro per le Infrastrutture e i trasporti. “ Continua a leggere

Il popolo grillino a raccolta contro la Tav. “Dal Governo impegni precisi sul no”. Altrimenti…?

Il popolo dei grillini (o almeno quel che ne resta dopo la scoppola elettorale di fine maggio) è chiamato a raccolta per ribadire il no alla Tav Un’assemblea straordinaria “sul problema delle scelte relative al Tav” è stata infatti convocata per il 5 luglio dal gruppo attivisti del Movimento 5 Stelle di Torino dopo le ultime notizie su una posizione di maggior apertura verso la realizzazione dell’opera dal parte del Movimento al Governo. Continua a leggere

Autorità di regolazione dei trasporti, adesso è troppo. Confetra “rompe” ogni rapporto

La corda a forza di tirare si spezza. Ed è quanto è accaduto nei rapporti fra Confetra e l’Autorità di regolazione dei trasporti  che martedì 25 giugno vedrà la Confederazione generale italiana dei trasporti e della logistica presieduta da Nereo Marcucci disertare, in aperta rottura,  la presentazione della relazione annuale dell’Art. “Non parteciperemo a questo rito che giunge a valle di un anno davvero negativo nelle relazioni tra l’Autorità e il sistema delle imprese che noi rappresentiamo”, si legge nel testo con cui il  presidente di Confetra ha annunciato la decisione. Continua a leggere

Guidare un’impresa di autotrasporto? Il corso di Fai Emilia indica le strade migliori per farlo

C’è stato un tempo, tanti anni fa, quando per imparare il mestiere di camionista bastava “affiancare” il papà o qualche altro parente o amici nella cabina di guida per vedere cosa faceva e poi, dopo qualche viaggio, scambiarsi i posti. Senza preoccuparsi troppo dell’esperienza maturata, spesso senza neppure possedere la patente o, addirittura, l’età per conseguirla. E la stessa cosa valeva per mettersi “guidare” l’impresa di autotrasporti: subentrando semplicemente al padre, allo zio all’ex proprietario dal quale l’azienda era stata acquisita. Altri tempi: oggi guidare i moderni camion, spesso più simili a piccole astronavi che a mezzi destinati a percorrere la terra, e soprattutto un’impresa di autotrasporti richiede una professionalità impossibile da “improvvisare”, frutto di una formazione teorica e pratica senza la quale è impensabile, oltre che impossibile, sedersi al volante. Continua a leggere