Scoppio di uno pneumatico, l’incubo di molti camionisti può svanire in un solo gonfiaggio

Quando gli è stato proposto di far salire la sua impresa di autotrasporto “a bordo” di un nuovo grande progetto mirato alla sicurezza stradale, non ci ha pensato un solo istante e ha chiesto immediatamente un incontro per capirne di più. E una volta analizzato, insieme con un giovane ingegnere di Siad, colosso mondiale per la produzione di gas industriali, il “progetto Securpneus”, ha detto subito sì. Perché gli è apparso chiarissimo che quella nuova miscela di gas tecnici a base di azoto per gonfiare gli pneumatici rappresentava davvero una nuova importantissima strada per contrastare il rischio d’incidenti. Riducendo ai minimi termini o addirittura cancellando completamente potenziali pericoli sempre presenti invece su mezzi con le gomme gonfiate “normalmente” con aria, legati a  possibili perdite di pressione, con la conseguenza di ridurre la tenuta di strada, ma anche a scoppi, particolarmente frequenti negli pneumatici dei camion come testimoniano tristemente le carcasse che capita di incrociare ai bordi di strade e autostrade.  Continua a leggere

Le gomme della tua auto gonfiate come quelle della F1? Oggi si può, con questa miscela di gas

Meglio cambiare aria: un modo di dire comunemente usato per invitare qualcuno ad allontanarsi da una situazione che potrebbe diventare pericolosa, ma anche, soprattutto in passato, utilizzato dai medici per convincere i propri pazienti, con problemi respiratori, a raggiungere località con un clima, e dunque un’aria, più salubre. Se a pronunciare la frase sono invece i responsabili di Secur Pneus (ma anche gommisti o benzinai) i destinatari dell’invito non possono che essere automobilisti, motociclisti o camionisti, e il consiglio è invece a cambiare un’aria ben precisa: quella usata per gonfiare i propri pneumatici. Gonfiandoli con miscele di gas ad alte prestazioni. Continua a leggere