Disastro Liguria: Unatras denuncia le “scelte senza senso del ministro dei Trasporti”

Gravissima, insostenibile: non lasciano spazio a interpretazioni gli aggettivi usati dai responsabili di Unatras, l’Unione delle associazioni delle imprese di autotrasporto, per definire la situazione della viabilità sulle autostrade liguri. Un autentico disastro, “con un intero sistema al collasso il cui prezzo  ricade sulle spalle degli autotrasportatori”, denunciato in un comunicato diffuso da Conftrasporto (tra le associazioni che fanno parte di Unatras), frutto di “un caos normativo inaccettabile generato da scelte senza senso del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che impongono solo alla Liguria e al concessionario autostradale che gestisce il maggior numero di gallerie nella Regione di concentrare un numero elevatissimo cantieri in pochi giorni. Continua a leggere

Cantieri per far ripartire l’Italia, la strada per accelerare progetti e lavori è davvero aperta?

Tutte le opere strategiche più urgenti per far ripartire l’Italia verranno realizzate attraverso il commissariamento o con una procedura agevolata e semplificata. Sembra esserne più che certa Raffaella 
Paita, capogruppo di Italia Viva in Commissione trasporti della Camera, che al termine dell’incontro al ministero delle Infrastrutture e dei trasporti sul decreto legge Semplificazione ha affermato che se “ con la proposta del Piano Italia Shock c’era la consapevolezza che fosse necessario un grande intervento sulle opere pubbliche che facesse ripartire 
il Paese e che il modello commissariale applicato a Expo e a Genova, insieme alle semplificazioni delle procedure, fosse la strada giusta da percorrere per far sbloccare i cantieri”, ora tutto “è diventato realtà. Continua a leggere

Non c’è sviluppo senza mobilità: tutta Italia sembra averlo compreso, tranne i politici

Non c’è sviluppo senza mobilità; non c’è impresa senza accessibilità”. Lo ha affermato, “chiudendo” un’intervista al quotidiano Il Secolo XIX di Genova, il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli.  Chiaro il concetto, meno evidente la comprensione da parte dei decisori pubblici. Quello a cui assistiamo in questi giorni è davvero preoccupante. Abbiamo una Regione di fatto paralizzata da una decisione quantomeno discutibile, generata da una circolare emanata da un “commissario” che senza avere un ruolo in tema di mobilità ha deciso di imporre dei tempi ristretti per realizzare dei lavori su tratti di autostrada, esattamente nelle gallerie, che stanno provocando caos e blocchi. L’autotrasporto ancora una volta paga le conseguenze. Continua a leggere

Uggé: “Conte e Di Maio si schierino al fianco del ministro De Micheli in difesa della Tav”

“Abbiamo sempre citato la Francia come esempio per la determinazione con la quale decide sulle opere che sono considerate di interesse nazionale. Dopo il ‘débat public’ nessun intervento che produca blocchi o dei ritardi è ammesso”. Così il vicepresidente di Confcommercio e Conftrasporto Paolo Uggè interviene sul dibattito che riguarda la Tav, riacceso dalle dichiarazioni del neosindaco di Lione, contrario all’opera, e dalla replica di oggi della ministra Paola De Micheli, per la quale l’infrastruttura ‘deve andare avanti’. “Che un novello adepto delle teorie “Gretine”, forte del consenso ricevuto alle ultime elezioni, si permetta di mettere in discussione un’opera essenziale per lo sviluppo europeo dimostra quanto sia necessario una presa di posizione e rivalutazione a tutti i livelli del ruolo delle Autorità in seno al’Ue”, afferma Paolo Uggè. Continua a leggere

Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico, il Tar rimette al comando Zeno D’Agostino

Il presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico orientale Zeno D’Agostino dovrà essere reintegrato nel proprio incarico. Lo hanno stabilito i giudici del Tar del Lazio, accogliendo il ricorso presentato dallo stesso manager oltre che quello proposto dall’Autorità di sistema portuale stessa con il sostegno di Assoporti. Il Tar ha così spazzato via la destituzione da parte di Anac per “inconferibilità” rispetto a due incarichi: quello di presidente dell’AdSP di Trieste, appunto, nomina decisa con provvedimento del ministro delle Infrastrutture del novembre 2016, e quella, risalente all’anno prima, di presidente del CdA di Trieste Terminal Passeggeri. Continua a leggere

Acquistare bici e moto? Bene, ma lo Stato garantirà anche strade che non uccidono?

Favorire l’acquisto di bici, a pedalata muscolare o assistita, ma anche di scooter per “liberare le strade dal traffico è una buona manovra, ma quelle strade andrebbero rese sicure aggiustando le buche, che provocano un’altissima percentuale di incidenti e infortuni, e dotate di piste ciclabili. Per far viaggiare sempre più in sicurezza ciclisti e motociclisti e ciclisti, possibilmente dotati di accessori, non solo casco ma anche abbigliamento, in grado di proteggerli al massimo. E da acquistare , a loro volta, con incentivi. Parola di Paolo Magri, presidente di Confindustria Ancma, l’Associazione nazionale ciclo motociclo e accessori, in un’intervista a stradafacendo.tgcom24.it in cui invita a considerare quanto sia importante il distanziamento sociale reso possibile dalle due ruote. Ma anche prendere le distanze da decisioni politiche “intaccate da cieca ideologia”. Continua a leggere

Atlantia, la “corsa” del titolo in Borsa dice che la soluzione del caso concessioni è vicina?

L’andamento di un titolo in Borsa può “raccontare” molte cose su quanto sta accadendo dietro le quinte di una società. Il fatto che le azioni di Atlantia abbiamo ripreso a correre a tutta velocità, risultando le più comprate di Piazza Affari e facendo guadagnare al titolo il 3,5 per cento a 14,76 euro, trascinando anche il Ftse Mib (+1,29 per cento), potrebbe lasciar intendere che il braccio di ferro fra il Governo e la società che fa capo alla famiglia Benetton abbia imboccato la strada verso una possibile soluzione? Continua a leggere

Roulette russa sulle strade liguri. “È un miracolo se non c’è un morto al giorno”

Percorrere alcune strade della Liguria è come giocare alla roulette russa negli scambi di carreggiata, con auto e tir che ti sfrecciano a fianco incuranti di ogni limite di velocità. È un miracolo che non ci scappi ogni giorno il morto”. A denunciarlo è l’assessore allo Sviluppo economico della Regione Liguria Andrea Benveduti commentando l’ennesimo incidente lungo la A12 tra Sestri Levante e Deiva Marina dove  un tir si è ribaltato questa mattina iin un punto in cui c’è uno scambio di carreggiata per lavori. In corso. Continua a leggere

Giovanni Toti: “Il nuovo ponte di Genova è pronto ma non sappiamo a chi consegnarlo”

“Ogni mese vedo un esponente del Governo, dal presidente del Consiglio al ministro delle Infrastrutture, secondo cui la decisione arriverà dopo poche ore e non arriva mai. Tra poche settimane dobbiamo consegnare il nuovo ponte di Genova, a chi lo diamo?”. A chiederlo è il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, che dai microfoni di UnoMattina su Rai 1 ha letteralmente implorato il Governo affinchè prenda una decisione sulla revoca o la revisione della concessione autostradale ad Aspi. “La soluzione più sbagliata in assoluto è stata non decidere nulla da due anni, perché blocca gli investimenti di Aspi e blocca le scelte del Governo, in un contenzioso con chi gestisce più di 1.500 chilometri della rete autostradale italiana”, ha aggiunto Giovanni Toti. Continua a leggere

Chi ha portato l’Italia sulla cattiva strada non pagherà mai per i danni causati?

Non rappresenta certo una novità scoprire, in questo Paese, che alcune intuizioni avute in passato, e che al tempo in cui erano state presentate erano state contestate e considerate inutili, erano invece giuste, valide, intelligenti. E la stessa cosa accade per norme che, all’atto dell’approvazione, erano state descritte come decisive per il futuro del Paese e che invece hanno solo causato danni. Viaggiare a ritroso nella “storia politica” degli ultimi decenni fa riscoprire molti esempi. Continua a leggere