Opificio Italia, le foto che raccontano il Made in Italy. E le imprese che l’hanno trasportato

In un viaggio tra le immagini delle industrie manifatturiere che hanno contribuito alla storia del sistema produttivo italiano, delle aziende che concorrono da anni – e in alcuni casi da secoli – alla narrazione di quel brand comune che chiamiamo “Made in Italy”, potevano forse mancare fotografie di aziende di autotrasporto? La risposta è ovviamente no. E infatti fra i 150 scatti protagonisti di Opificio Italia, mostra fotografica ideata e allestita per celebrare la prima Giornata nazionale dedicata al Made in Italy fortemente voluta da Confimi Industria, Confederazione dell’industria manifatturiera italiana, fanno bella mostra anche alcune immagini di aziende che hanno fatto e tutt’oggi contribuiscono a  fare, la storia dei trasporti. Aziende come la mantovana Belleli, Continua a leggere

Ponte sullo Stretto, c’è una montagna di carta pronta sbarrare l’apertura dei cantieri in estate

I lavori per il  Ponte sullo Stretto di Messina, per il quale  il ministro per le infrastrutture e i trasporti Matteo Salvini aveva previsto una possibile apertura dei cantieri addirittura già in estate, rischiano di slittare, con previsioni non certo rosee: colpa di una vera e propria montagna di  richieste di integrazione del progetto presentato dalle  società  Stretto di Messina e  consorzio Eurolink, capitanato da Webuild che ora dovranno aggiornare  la documentazione presentata per la procedura di Valutazione di impatto ambientale. Ben 239 le richieste di avere precisazioni sottoposte all’attenzione della Commissione Via del ministero dell’Ambiente, ovvero   l’organo indipendente, composto da 50 esperti, che esamina i progetti, i programmi e le opere per la realizzazione e l’implementazione di infrastrutture nel Paese, verificandone l’impatto in termini ambientali: Continua a leggere

Viaggio nell’evoluzione dei trasporti, fra tecnologie, costi, impatti, occupazione e sviluppo

“Tutte le strade portano a Roma”, afferma un proverbio che ricorda il tempo, purtroppo lontanissimo, in cui il sistema stradale della città “caput mundi” era uno straordinario esempio di efficienza. “Comprese le strade che indicano l’evoluzione dei sistemi di motorizzazione nei trasporti e nella mobilità”, potrebbero aggiungere i responsabili di Egaf, casa editrice fondata nel 1977 e diventata protagonista assoluta dell’informazione professionale su circolazione stradale, motorizzazione e trasporti, che proprio su questo tema, caldissimo, forniranno un proprio contributo in occasione di un convegno in calendario il 30 maggio 2024 al centro congressi Cavour. Continua a leggere

Cargo bike, il futuro del trasporto merci nelle città si preannuncia sempre più a pedali

Nella corsa verso la mobilità sempre più sostenibile c’è un mezzo di trasporto che si sta facendo sempre più largo: è la cargo bike, bicicletta costruita con un telaio rinforzato per poter trasportare carichi leggeri. Un mezzo che viene dal passato pronto a ritagliarsi un ruolo da protagonista nel futuro per quanto riguarda le consegne nell’ultimo miglio, nelle città, nei borghi storici. Una corsa alla produzione di sempre più cargo bike con fermata anche dalla decisione di Renault Trucks di “salire in sella” a una nuova start-up Kleuster, Continua a leggere

Fai: “I serbatoi di lavoratori sfruttati in trasporti e logistica vanno svuotati con l’aiuto di tutti”

“Sfruttare i lavoratori significa generare condizioni che vanno contro la sicurezza, diciamo ‘no’ alle società-serbatoio di forza lavoro”. Ad affermarlo è il presidente della Federazione degli autotrasportatori di Conftrasporto, Paolo Uggè, riferendosi alla notizi secondo la quale fra il 2018 e il 2022 la società Gs del gruppo Carrefour avrebbe “fatto largo ricorso all’esternalizzazione dei servizi di logistica, movimentazione merci, facchinaggio e trasporto” con un meccanismo di presunte false fatture che “ha comportato non solo il sistematico sfruttamento dei lavoratori, ma anche ingentissimi danni all’erario. Continua a leggere

Cooperative e lavoratori forniti alle imprese: sotto inchiesta anche il gruppo Carrefour

Cooperative pronte a “somministrare” lavoratori alle imprese, comprese quelle del settore dei trasporti e della logistica, e investigatori altrettanto pronti a mettere sotto la lente d’ingrandimento quei “serbatoi di manodopera”. Sono loro i protagonisti della storia giudiziaria che il pubblico ministero milanese Paolo Storari ha iniziato a scrivere nei mesi scorsi, aprendo fascicoli su alcuni grandi nomi della logistica in conto terzi, come Dhl, Gls, Chiapparoli, Brt e Geodis, e che ora vede aggiungersi un nuovo capitolo: protagonista la Gs, società di grande distribuzione che fa parte del Gruppo Carrefour, con una serie di perquisizioni effettuate dagli uomini della Guardia di Finanza  nella province di Milano, Lodi, Pavia e Torino e con il sequestro di beni per oltre 64 milioni di euro. Continua a leggere

I tassisti onesti in guerra contro gli abusivi: “a Napoli troppa gentaglia sulle auto bianche”

Sono moltissime le conferme che lo Stato spesso non c’è, lasciando, altrettanto frequentemente, le persone oneste in balia di gente che dell’onestà se ne frega. L’ultima arriva da Napoli, sotto forma di una  lettera inviata  al prefetto Michele di Bari, al sindaco della città  Gaetano Manfredi,  all’assessore alla Mobilità  Edoardo Cosenza , a quello alla Sicurezza, Antonio De Iesu e alla responsabile del settore turismo Teresa Armato, oltre che al comandante della polizia locale, per denunciare il fenomeno dei taxi abusivi  che dilagano soprattutto al porto, all’aeroporto di Capodichino e alla stazione centrale, oltre che  in alcuni punti del lungomare.   Una lettere di denuncia firmata dai responsabili dei sindacati  Fast-Confsal-Taxi, Federtaxi, Sitan-Atn, Unimpresa-Mobilità, UriTaxi, Uti-Consortaxi e Ugl-Taxi con oggetto  “denuncia di illegalità e abusivismo ai terminali cittadini”, per chiedere un intervento immediato che consenta ai lavoratori onesti di “non avere più a che fare con questa gentaglia”. Continua a leggere

I gommisti non sono tutti uguali. C’è chi gonfia gli pneumatici d’aria e chi di sicurezza

Dicono che non si dovrebbe mai lasciare la strada vecchia per quella nuova e dicono anche che spesso potrebbe essere una decisione saggia tornare sui propri passi. Due detti che Giorgio Quadri, giovane imprenditore al volante dell’area commerciale per il nord Italia dell’impresa di famiglia, la Gommauto Ambrosiana Spa di Pioltello, uno dei più importanti punti di riferimento per il mondo dell’autotrasporto oltre che per molti automobilisti, ha seguito, anche se modificando un po’ il “percorso”: tornando sì, a distanza di 20 anni, sui propri passi per ritrovare la vecchia strada, ma solo perché così facendo ha potuto percorrerne una allo stesso tempo vecchia e nuova. Tenendo sempre fissi, oggi come due decenni fa, il punto di partenza e quello d’arrivo: il problema di garantire maggiore sicurezza sulle strade e una possibile, ottima, soluzione per ottenerla. Una soluzione che si chiama Securpneus, brand che “tradotto” significa una miscela di gas tecnici a base di azoto, utilizzata al posto dell’aria per gonfiare gli pneumatici. Continua a leggere

Camionisti, imparate a guardare avanti. Eviterete di “scontrarvi” con una brutta pensione

Ci sono aziende di autotrasporto, guidate da imprenditori capaci di guardare  sempre “avanti”,  che ai propri conducenti insegnano la  guida  predittiva, detta anche anticipativa proprio perché  permette di prevedere e anticipare i possibili pericoli su strade e autostrade grazie a un migliore utilizzo del  campo visivo, imparando a utilizzare al meglio i sistemi integrati di  guida assistita   preziosissimi per non essere presi alla sprovvista da situazioni di emergenza che possono presentarsi durante un viaggio. I responsabili di Ebitral, ente bilaterale dei trasporti e della logistica creato dall’unione fra esponenti della Fai, Federazione autotrasportatori italiani, di Bergamo e delle organizzazioni sindacali Filt-Cgil, Fit- Cisl e Uiltrasporti territoriali  Continua a leggere

Pit stop della salute, la sosta ai box-ambulatori che fa vincere la corsa contro le malattie

In una gara di Formula 1 un Pit stop può risultare decisivo per un pilota per vincere o perdere. Per un “pilota” di camion un Pit stop può essere ancora più importante: può addirittura consentire di diagnosticare e, dunque curare al meglio, una malattia o di prevenirla. Accade con il “Pit stop della salute” che Fai, la federazione degli autotrasportatori italiani, di Bergamo ha fatto puntualmente  ripartire (e con “prestazioni” degne delle squadre di meccanici dei team più forti della F1) dai propri “box”, i moderni ambulatori realizzati all’interno della propria sede a Orio al Serio in via Portico 15, per i propri associati. Per la precisione due Pit stop diversi. Continua a leggere

Bergamo, via ai cantieri della linea tramviaria T2: ecco percorso, fermate, blocchi al traffico

Diciassette fermate distribuite lungo 11 chilometri e mezzo di percorso realizzato seguendo il tracciato dell’ex Ferrovia della Valle Brembana, attraversando cinque Comuni (Bergamo, Ponteranica, Sorisole, Almè, Villa d’Almè), servendo una popolazione di oltre 240 mila abitanti e promettendo di  “tagliare” ogni anno tremila tonnellate di anidride carbonica e  26 milioni di chilometri di traffico. Tutto questo è la  nuova linea tramviaria T2 i cui lavori sono ufficialmente partiti (con la prospettiva di concludersi a luglio 2026) con  l’approvazione del progetto esecutivo. Una nuova infrastruttura destinata a rivoluzionare la mobilità bergamasca con la realizzazione, oltre che del tracciato, a doppio binario Continua a leggere

Controlli sui tir in arrivo dall’Austria per smascherare i carichi di falsi cibi made in Italy

Una squadra speciale, composta da uomini delle forze dell’ordine affiancati da agricoltori della Coldiretti, guidati dal presidente  Ettore Prandini, per una missione speciale: fermare l’arrivo in Italia  di prodotti alimentari provenienti dall’estero  che spesso  non rispettano le stesse regole di quelli nazionali facendo così  concorrenza sleale  alle produzioni italiane  oltre che causando un crollo dei prezzi pagati agli agricoltori. Teatro della missione, pianificata per lunedì 8 e martedì 9 aprile con l’obiettivo, Continua a leggere

Pet Camper Tour riparte per far capire che un animale non s’abbandona. Soprattutto in strada

Un viaggio pronto a fare tappa nelle sedi di incontri e convegni, trasportando un carico di giochi e video per grandi e piccoli, con una unica grande meta finale: sensibilizzare le persone sul tema dell‘abbandono degli animali e per favorire la tutela dell’ambiente e la sicurezza stradale. Questo è Pet Camper Tour, progetto itinerante (pronto a tornare per la quarta edizione con una serie di appuntamenti, da aprile a giugno, fra Lazio, Campania e Toscana) con protagonista l’equipaggio del coloratissimo camper pronto a percorrere migliaia di chilometri pur di difendere gli amici a quattrozampe, compresi quelli selvatici. Continua a leggere

La Metropolitana a Roma si rifà il look. Per otto mesi chiusure anticipate la sera e bus sostitutivi

  Spagna, Ottaviano e Cipro: sono queste le  prime stazioni interessate dai lavori di riqualificazione della linea Metro  A di Roma  decisa dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco  Roberto Gualtieri e che prevede sia con il rinnovamento dei  binari  sia la   manutenzione  straordinaria degli impianti di trasferimento  anche in vista dell’avvio del Giubileo destinato a far aumentare ancor di più una domanda di trasporto pubblico già sensibilmente cresciuta negli ultimi anni.  L’apertura dei cantieri è prevista a  brevissimo (con la conclusione dei lavori prevista per l’8 dicembre,  in tempo per l’apertura della Porta Santa) e comporterà una riduzione del servizio. Da lunedì 8 aprile torneranno infatti  le chiusure notturne  con ultima corsa alle 21, da domenica al giovedì, mentre  il venerdì e il sabato l’orario Continua a leggere

L’Europa unita ha aperto la strada alla libera circolazione: ora lascerà che l’Austria la chiuda?

In Austria c’è un ministro che vuol vuole mettere in discussione i principi fondanti che hanno portato alla costituzione dell’Unione europea, che prevede la libertà di circolazione delle merci e delle persone? A porre la domanda è Paolo Uggè, presidente nazionale della Federazione autotrasportatori italiani  all’indomani, che non ha certo scelto  a caso la data per farlo: la vigilia del contradditorio davanti alla Commissione europea in calendario lunedì 8 aprile per capire cosa realmente si celi dietro i continui divieti imposti dall’Austria al transito dei tir Italiani al valico del Bren nero: se motivi di natura ambientalista, come ribadito una volta di più dalla dalla ministra austriaca per la Protezione del clima e la mobilità, Leonor Gewessler, o se “manovre”  mirate soltanto a favorire l’economia dall’altra parte del  confine, facendo concorrenza sleale al Made in Italy, come denuncia da anni ormai il rappresentante dell’associazione di autotrasportatori. Due verità completamente diverse Continua a leggere