Il Gran Premio d’Italia è già partito: via alla prevendita dei biglietti, sconti fino a 60 euro

Nelle gare di Formula1 la partenza è fondamentale. Chi scatta più velocemente degli altri si guadagna un vantaggio enorme. Il discorso vale anche per gli spettatori, in particolare per chi vuole vedere dal vivo il prossimo Gran Premio d’Italia, in programma dal 31 agosto al 2 settembre 2018 a Monza. Le prevendite dei biglietti, infatti, sono già aperte e anche in questo caso chi è più veloce ha un grande vantaggio. Gli appassionati che acquistarenno i biglietti del Gran Premio 2018 nei primi giorni di prevendita potranno infatti risparmiare fino a 60 euro sul prezzo finale di listino. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Fs-Anas, è nato ufficialmente il gruppo che gestirà 44mila chilometri di strade e ferrovie

Si è celebrato ufficialmente giovedì il matrimonio tra Anas e Ferrovie dello Stato, dalla cui unione nasce un vero e proprio colosso delle infrastrutture. Dopo il parere positivo dell’Antitrust, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha infatti conferito le azioni Anas a Fs Italiane. “La sottoscrizione dell’aumento di capitale di 2,86 miliardi di euro da parte del Mef completa l’iter per la nascita del primo polo integrato di ferrovie e strade in Europa per abitanti serviti e investimenti”, spiega una nota di Fs, che ora gestirà una rete infrastrutturale, ferroviaria e stradale, di circa 44mila chilometri. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Trasporto delle merci cinesi in mano alla mafia, arrestate 33 persone nell’operazione China Truck

Duro colpo per la mafia cinese, molto attiva nel settore dell’autotrasporto, che giovedì mattina ha subito quello che la Polizia ha definito uno “scacco al re”. Trentatre persone sono state arrestate, altre 21 sono indagate in stato di libertà nell’ambito dell’operazione “China Truck” diretta dalla Direzione distrettuale antimafia di Firenze. L’organizzazione di carattere internazionale “si occupava principalmente della gestione in regime di monopolio del trasporto su strada della merce di origine cinese o prodotta in Italia da cittadini cinesi”, si legge in un comunicato della Polizia. “Gli investigatori sono stati in grado di documentare l’evoluzione dell’associazione che, da Prato, aveva esteso la propria influenza a Firenze, Roma, Milano, Padova e Pisa, sino a varcare i confini nazionali e arrivando in Francia e Spagna”. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Pedaggi troppo cari su A24 e A25, la protesta dell’autotrasporto: “Lasceremo l’autostrada”

I camionisti lasceranno l’autostrada e utilizzerano la viabilità ordinaria se non verrano riconosciute le “loro buone ragioni di fronte ad aumenti del 12,89 per cento dei pedaggi sulla A24 e A25. Ragioni che si traducono nella richiesta di un pacchetto di agevolazioni e di interventi per la messa in sicurezza delle autostrade da e per Roma rivolta tanto al Governo che alla società di gestione delle due arterie”. Lo hanno annunciato, proclamando lo stato di agitazione della categoria, le principali sigle abruzzesi dell’autotrasporto per conto terzi, Assotir, Cna-Fita, Confartigianato-Trasporti, Fai-Conftrasporto, Fiap Abruzzo. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Troppi camion vecchi sulle strade italiane, solo il 4,2 per cento è stato immatricolato dopo il 2015

“Se è vero che l’economia italiana si sta riprendendo, e tra i vari indicatori di tale ripresa c’è anche l’incremento della domanda di trasporto, sembra lecito domandarsi perché il mercato dei veicoli industriali sia in frenata e, conseguentemente, quali vettori – e con quali veicoli – rispondano all’incremento della domanda italiana di trasporto, non solo internazionale”. Lo dichiara il presidente della Sezione Veicoli Industriali dell’Unrae, Franco Fenoglio, commentando i dati relativi alle immatricolazioni dei veicoli industriali, cresciuti nel 2017 solo del 2,4 per cento. “Siamo in presenza di un’anomalia che dovrebbe far riflettere”, spiega Fenoglio che pone l’attenzione sulla sicurezza stradale e ricorda “le cronache dei primi giorni di quest’anno”, che “hanno registrato un sensibile aumento degli incidenti che vedono coinvolti veicoli pesanti”. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Le migliori officine Scania si sfidano per il titolo italiano che vale un posto nella finale europea

È’ scattato il conto alla rovescia per la corsa alla conquista del titolo italiano di migliori team di tecnici d’officina Scania che il 24 febbraio, vedrà cinque squadre (Affini Service S.r.l. Di Mantova; Artuso S.r.l. Di Loria in provincia di Treviso; Meccanica R.V.I. Snc di Galatina in provincia di Lecce; Sacar Spa di Frosinone  e Scandipadova S.r.l. DiVigonza, in provincia di Pordenone) sfidarsi per il titolo tricolore che vedràl’officina vincitrice di Scania Top Team 2017-2018 staccare il bigliettope per rappresentare l’Italia nella semifinale europea. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Astaldi costruirà un’autostrada in Florida: contratto da 108 milioni per 8 chilometri

Astaldi costruirà un’autostrada in Florida. Lo annuncia l’azienda che spiega di essersi aggiudicata un contratto da 108 milioni di dollari per la realizzazione di una tratta della Wekiva Parkway. L’accordo prevede la costruzione di 8 chilometri di nuova autostrada lungo il tracciato State Road 429 – State Road 46, comprensivo di 12 ponti e di tutte le opere connesse. La durata prevista dei lavori è di poco più di 5 anni, con avvio già nel primo trimestre del 2018. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Arriva un drone gigante per trasportare merci, Boeing fa decollare il prototipo Cav

Si chiama Cav, ed è l’acronimo di Cargo Air Vehicle, il prototipo di drone gigante che Boeing ha annunciato di aver messo a punto nei giorni scorsi. Il drone elettrico a decollo e atterraggio verticale è stato progettato e costruito dagli ingegneri e dai tecnici di Boeing in soli tre mesi ed è in grado di trasportare un carico di merce fino a 225 chilogrammi. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Corridoio ferroviario: difesa dell’ambiente o attacco dell’Austria all’economia italiana?

La politica spesso è come un teatro: si vede quello che va in scena ma non quello che avviene dietro le quinte. Molto simile a una rappresentazione teatrale rischia di apparire quanto andrà in scena il prossimo 5 febbraio a Monaco, in occasione del vertice sulla questione dei trasporti lungo l’asse del Brennero che chiamerà a raccolta tutti i ministri dei Trasporti, con il nuovo tentativo, celato dietro l’esigenza ambientale, di prevedere la costituzione di un corridoio ferroviario per ridurre il peso del trasporto su gomma, considerato l’unico e vero responsabile dell’inquinamento. Un “progetto” che, se guardato anche “spiando dietro le quinte”, ha tutto l’aspetto di un nuovo tentativo, da parte dell’Austria, di provare ancora una volta a ostacolare l’economia italiana. Sventolando come “bandiera” la tutela della natura, ma stando bene attenti a non provare neppure a chiedersi come si produce l’energia necessaria per muovere i treni. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Varata AssArmatori, Stefano Messina è il primo presidente: “È ora di cambiare rotta”

Ha preso il largo lunedì, con l’atto costitutivo firmato a Roma, AssArmatori, la nuova confederazione degli armatori operanti in Italia che per la prima volta “configura un polo di forte rappresentanza per l’industria marittima anche internazionale”. Lo spiega una nota della neonata associazione, che per i primi quattro anni sarà timonata dal genovese Stefano Messina, nominato presidente. Fanno parte sin da subito della nuova rappresentanza i gruppi armatoriali Ignazio Messina & C, Grandi Navi Veloci, Italia Marittima, Finaval (gruppo Fagioli), oltre a Fedarlinea, l’associazione che riunisce le più importanti compagnie attive nel settore del cabotaggio e dei collegamenti con le isole, fra cui Moby Lines, Tirrenia, Snav, Delcomar, Maddalena Lines, Toremar e Caremar. Ma i confini di AssArmatori si allargano subito. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page