Povera Italia, incapace di capire che se non saprà “aggiustare” subito la mobilità sarà una tragedia

Chi sta pensando seriamente a un piano industriale e strutturale della mobilità e della logistica per il nostro Paese? Chi sta guardano con sguardo critico al futuro, immaginando le conseguenze catastrofiche di un mancato piano d’azione? Che cosa succederà tra 5 o 10 anni se non agiamo ora? Sono in molti a porsi le stesse domande che si è posto Franco Fenoglio, già presidente di Unrae veicoli industriali oltre che ex presidente e amministratore delegato di Italscania e oggi consigliere di amministrazione in Italferr, società del Gruppo Ferrovie dello Stato italiane, nel suo ultimo articolo del 2021 pubblicato su “Trasportare oggi”, dove la sua rubrica, “Porto Franco”, (clicca qui per leggere l’intero articolo) è diventata ormai un punto di riferimento imprescindibile per chi vuole davvero “ragionare” di trasporti, logistica, sostenibilità. Ma sono moltissimi anche gli italiani che sono probabilmente giunti alle stesse, amarissime, conclusioni alle quali è giunto l’ex amministratore delegato di ItalScania: “tante, troppe aziende, non solo del settore del trasporto, stanno guardando al di fuori dei confini nazionali perché incapaci di continuare a credere che l’Italia rappresenti un Paese in cui ha senso continuare a investire”. Continua a leggere

“Sì ai vaccini obbligatori per i camionisti. E senza dimenticare chi proveiene da Paesi stranieri”

Sì al vaccino obbligatorio per i lavoratori, condizione indispensabile per un ritorno alla normalità, ma a patto che sia per tutti, compresi quelli che provengono da Paesi stranieri: altrimenti per il settore dell’autotrasporto questa “manovra” finirebbe per penalizzare le imprese italiane spalancando vere e proprie autostrade a una situazione di disparità tra i lavoratori italiani e quelli che provengono dall’estero a tutto vantaggio delle imprese straniere.  Parola del presidente di Conftrasporto-Confcommercio Paolo Uggè, che chiede a gran voce al Governo di imporre a “chi entra in Italia di produrre il certificato che attesti l’avvenuta vaccinazione, perché la regola deve essere applicata a tutti. Continua a leggere

Tony Mori e la Maxim salgono in sella alla promozione del Campionato europeo di enduro

Sarà l’ italiano la “lingua madre” utilizzata nei prossimi tre anni per la promozione del Campionato europeo di enduro: l’italiano parlato e scritto (per essere poi tradotto in diverse lingue) per l’esattezza da Tony e Monica Mori, alla guida della società Maxim di Falzè di Piave, in provincia di Treviso, scelta da Fim Europe, la federazione internazionale motociclistica per occuparsi della valorizzazione e dello sviluppo del campionato continentale che quest’anno si svolgerà su quattro prove con la tappa inaugurale in calendario proprio in Italia, a Pietramontecorvino (Foggia) il 19-20 marzo, mentre la seconda trasferta sarà a Tamasi Continua a leggere

Volvo FH Electric, il giornalista-conducente che l’ha provato lo ha promosso a pieni voti

Di professione fa il giornalista, ma anche al volante dei giganti della strada ha più volte dimostrato di cavarsela egregiamente, alla pari dei camionisti più esperti. E non è certo un caso che i responsabili di Volvo abbiano scelto lui, Jan Burgdorf, tedesco, per mettere alla prova il nuovo Volvo FH Electric, un veicolo a emissioni zero con potenza continua di 490 kW e peso totale a terra di 40 tonnellate sulla Green Truck Route, una strada lunga 343 chilometri che corre, attraverso territori pianeggianti e collinari, lungo diverse autostrade ma anche strade più strette e che viene regolarmente usata per testare i camion di vari produttori in una vasta gamma di condizioni. Un “banco di prova” che ha promosso a pieni voti il Volvo FH Electric che, come ha commentato lo stesso “giornalista pilota collaudatore” affermando che “ la guida si è dimostrata altrettanto agile, se non addirittura più agile, di un camion diesel” e che Continua a leggere

Transpotec Logitec, tutto da rifare: la nuova ondata di contagi sposta la fiera a inizio maggio

Neppure il tempo di annunciare, a fine dicembre, la conferma della dello svolgimento della fiera per fine gennaio, con la presenza delle più importanti case costruttrici (Daf, Ford Trucks, Iveco, Scania per i veicoli industriali e Piaggio e Ford Italia per quelli commerciali) ed ecco che, a pochi giorni di distanza, gli organizzatori di  Transpotec Logitec, la manifestazione italiana dedicata a autotrasporto e logistica in calendario  dal 27 al 30 gennaio 2022 alla Fiera fi Milano, si sono visti costretti ad annunciare un nuovo rinvio. Colpa, ancora una volta della pandemia, che ha stravolto i piani  di organizzatori, visitatori.  Costretti a “spostare” ogni appuntamento a maggio, da giovedì 5 a domenica 8 quando, Continua a leggere

Una camminata tra i Mercatini di Natale più lunghi d’Europa: l’idea di Caorle per Capodanno

Una “camminata” attraverso il Mercatino di Natale più lungo d’Europa  con i suoi 1.430 metri di percorso  lungo i quali si affacciano  una settantina di casette natalizie,  acquistando prodotti enogastronomici e oggetti d’artigianato, ma anche concedendosi uno spuntino notturno: è quanto propone “Caorle Wonderland”  per la notte di Capodanno, durante la quale, cancellati causa epidemia  il palco con musica dal vivo, i fuochi d’artificio, e anche “Cimento”, l’apertura anticipata della stagione balneare con il primo tuffo nelle fredde acque del mare di Caorle previsto la mattina del primo dell’anno, sarà possibile comunque festeggiare con una “formula” ideata dagli organizzatori per poter tenere aperto la notte che “guida” nel 2022 con la possibilità di fruire della location nel pieno rispetto delle normative vigenti. Una passeggiata nello shopping, impreziosita dalle luci e dalla musica Continua a leggere

Alcoltest bloccamotore sui camion: rinviare l’installazione è una sconfitta per la sicurezza

“L’autotrasporto spagnolo incassa un’altra vittoria: obbligo di alcoltest bloccamotore soltanto per i bus. Rinviato per i camion al 2024”. Così la testata “Uomini e Trasporti” titola la notizia del successo conseguito dalle associazioni dell’autotrasporto spagnolo che hanno ottenuto di cancellare dal pacchetto normativo che rivede il codice della strada iberico in funzione di una maggiore sicurezza stradale, l’imposizione dell’alcolock, ovvero il  dispositivo di misurazione dell’alcolemia che impedisce al conducente di avviare il veicolo se supera i livelli consentiti, per i camion, rinviandolo al 2024, mantenendo invece l’obbligo di montarlo sui nuovi autobus immatricolati a partire dal 6 luglio 2022 che dovranno essere equipaggiati con il dispositivo di controllo del tasso alcolemico. Continua a leggere

In Italia 96 camion su 100 sono diesel: passare a breve al “green” è solo falsa retorica?

In Italia oltre il 96,3 per cento dei camion in circolazione sono diesel e  rimarranno per molti anni ancora la “modalità” di trasporto  prevalente, anche in considerazione delle evoluzioni dei motori diesel di ultima generazione a bassissimo impatto ambientale. Dunque, premesso che ogni azione che va nella direzione di dare un contributo agli autotrasportatori per il miglioramento della loro attività è positiva e che alla luce di questo anche gli ultimi incentivi previsti dal ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile  per il rinnovo dai veicoli circolanti sono utili,  va detto che che occorrerebbero contributi di altra entità, soprattutto per i veicoli diesel, cercando di spogliarci da false retoriche”. Ad affermarlo è  Cinzia Franchini, portavoce di Ruote Libere, raggruppamento di piccoli e medi imprenditori dell’autotrasporto, Continua a leggere

Camion diesel: ecco perché saranno ancora loro, per i prossimi anni, a combattere l’inquinamento

Sono molte le strade che portano alla decarbonizzazione, all’uso di veicoli che ridurranno drasticamente l’inquinamento. Molte decisamente “futuristiche”, altre “attualissime”, immediatamente percorribili. E’ il caso della strada che conduce a un sempre minor consumo di carburante da parte dei mezzi alimentati a gasolio e che vede protagonista assoluto, “grande favorito” per il successo nella corsa a “tagliare i consumi”, il motore V8 Scania montato sui modelli “Super “ di ultima generazione. Continua a leggere

Spostare merci e passeggeri (ma anche manager) dalla strada alla rotaia aiuta la sostenibilità

Un futuro migliore, più sostenibile,  si può “costruire” in diversi modi. Per esempio, per quanto riguarda i trasporti, trasferendo il maggior numero possibile di “carichi” di merci e di passeggeri dall’asfalto alla rotaia, dai tir e dalle auto ai treni. Ma anche trasferire, dall’asfalto delle strade e delle autostrade al “ferro” dei binari, un “carico” di competenza e professionalità, di capacità di sapere analizzare a fondo i problemi di un settore per poi proporre la soluzione migliore, può essere determinante. È quanto successo con il “trasferimento” di un manager dalla gomma alla rotaia. Lui, l’uomo che ha lasciato il mondo dell’autotrasporto, per il quale è stato per molti anni un punto di riferimento e una autentica “guida” per moltissimi operatori, è Franco Fenoglio, già presidente di Unrae veicoli industriali oltre che ex presidente e amministratore delegato di Italscania, e l’incarico che ha da poco assunto è quello di consigliere di amministrazione in Italferr, società del Gruppo Ferrovie dello Stato italiane. Continua a leggere

Transpotec Logitec, dedicata a chi vuol salire oggi a bordo del traporto merci di domani

Daf, Ford Trucks, Iveco, Scania per i veicoli industriali e Piaggio e Ford Italia per quelli commerciali: sono questi i grandi brand di costruttori che hanno già ufficializzato la loro presenza al Transpotec Logitec, la manifestazione di riferimento di autotrasporto e logistica, in calendario dal 27 al 30 gennaio 2022 a Fiera Milano. Case costruttrici che negli stand della fiera si apprestano a mettere in vetrina “l’avanguardia tecnologica di mezzi che hanno oggi a bordo già le dotazioni che troveremo nelle nostre auto nel prossimo futuro”, come viene sottolineato nel comunicato stampa di presentazione dell’evento dedicato a veicoli commerciali e industriali che “rappresentano una risorsa per molti mondi e molti mestieri”. Un’avanguardia tecnologica che viaggia tutta velocità, per esempio, sui mezzi di Iveco, brand che per l’occasione “schiererà l’ultima generazione di leggeri e pesanti, completamente rinnovati e sempre più tecnologici per portare il business del cliente nel futuro”, come ha anticipato Massimiliano Perri, nuovo business director del mercato Italia di Iveco, orgoglioso Continua a leggere

L’ultimo “schiaffo” del Governo ai camionisti: nessun aiuto per ridurre i costi alle stelle del Gnl

“Ripercorrere, a ritroso, ciò che è accaduto da quando è esplosa la pandemia, ormai prossima a tagliare il traguardo dei due anni, aiuta a capire molte cose. Per esempio che il mondo dell’autotrasporto riveste un ruolo strategico fondamentale non solo per l’economia ma per la vita quotidiana di tutti, per la “normalità” della vita. Decine di migliaia di autotrasportatori lo hanno confermato, con il loro lavoro quotidiano, in questo lunghissimo periodo d’emergenza dimostrando senso di responsabilità, disponibilità, coraggio, continuando a lavorare, quando moltissime altre attività si erano fermate per la paura del contagio, per assicurare il cibo nei negozi e nei supermercati, i carburanti nelle stazioni di servizio, i medicinali nelle farmacie e negli ospedali. Mettendo sempre le esigenze e i problemi del Paese davanti a tutto. Una disponibilità e un senso di responsabilità che la categoria ha sempre mostrato anche quando i suoi sforzi, il suo coraggio sono stati “ripagati” in modo che nessuno avrebbe potuto immaginare, in alcuni casi addirittura vergognoso, Continua a leggere

Fino a 8000 euro alle imprese per “far crescere” ogni nuovo camionista e fermare l’emergenza

“Finalmente è stata riconosciuta l’importante funzione dell’autotrasporto e del suo personale, che quotidianamente garantisce che il sistema Paese delle merci possa funzionare”. Il presidente di Conftrasporto-Confcommercio Paolo Uggé ha commentato così la notizia del sostegno economico (fino a 8mila euro per conducente da destinare alle imprese) per il conseguimento delle patenti specifiche e per l’assunzione nelle aziende del trasporto merci su strada approvato dalla Regione Lombardia. Continua a leggere

Noleggiare un camion da un altro Paese dell’Unione europea diventa più semplice

Norme più chiare e flessibili e minori restrizioni per le imprese di autotrasporto e società di noleggio e di leasing che devono noleggiare un mezzo pesante da altri Paesi dell’Unione europea , magari per far fronte a improvvisi picchi nella domanda a breve termine, stagionali o temporanei o per sostituire mezzi guasti. Lo ha deciso il Consiglio dell’Unione europea che “per rendere più efficienti le operazioni di trasporto e contribuire al buon funzionamento del mercato unico” ha dato il definitivo via libera alle norme riviste e corrette in materia di utilizzo di veicoli stradali noleggiati per il trasporto di merci noleggiati nei Paesi che aderiscono all’Unione. Un via libera destinato ad avere ricadute positive anche sulla sostenibilità Continua a leggere

Tampone obbligatorio per chi arriva in Italia: l’Europa interviene. Perché sul caso Brennero no?

Due pesi e due misure. Sono quelli che l’Unione europea ha adottato nei confronti dell’Italia e dell’Austria secondo il presidente di Conftrasporto-Confcommercio Paolo Uggè, stupito del fatto che “la presidente von der Leyen critichi una misura che va a tutela della salute degli italiani e che i titolari italiani dei dicasteri degli Esteri e dei Trasporti non abbiano proferito parola sul fatto che da parte della stessa von der Leyen non ci sia stata la medesima levata di scudi nei confronti dell’Austria”. A cosa fa riferimento Paolo Uggé? Al tampone reso obbligatorio per chi arriva in Italia da un’ ordinanza del ministro della Sanità Roberto Speranza e avallata dal premier Mario Draghi Continua a leggere