Cna Fita, azione legale gratis contro le case costruttrici di Tir per essere risarciti

Una class action contro le case costruttrici di veicoli commerciali e industriali condannate dall’Antitrust alla sanzione più alta mai comminata nella storia dell’Unione Europea, pari a tre miliardi di euro? Ad avviarla, gratuitamente per i propri associati, è Cna Fita pronta a scendere in campo per punire, come si legge in un comunicato dell’associazione, “i comportamenti illeciti portati avanti dai costruttori coinvolti in un periodo di tempo che va dal 1997 al 2011. Quattordici anni”, denuncia l’associazione guidata da Cinzia Franchini, “in cui i vertici dei vari marchi si sono incontrati e accordati su aumenti dei prezzi e tempistica per l’introduzione di tecnologie anti-inquinamento”. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Limousine Ferrari F430? Macché, era solo un clamoroso “tarocco” creato nei Paesi dell’Est

Limousine FerrariLa Limousine Ferrari F430 fermata qualche giorno fa dalla Polizia Stradale di Isernia? Era un “tarocco”. Falsa, realizzata artigianalmente da un piccolo costruttore dei paesi dell’Est, partendo da una vecchia Peugeot 406 Coupé, allungata e dotata, fregandosene altamente delle norme in materia,  dei marchi Ferrari e Pininfarina, scopiazzando il design del frontale e della coda. Un “tarocco” di cui si era avuta già notizia tre anni fa quando il sito olandese autoblog.nl aveva raccontato l’iter di costruzione di questa incredibile vettura mostrando come sono state replicate le forme del muso e della coda costruite in vetroresina, come è stato possibile allungare il pianale, perfino le fasi della verniciatura. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Uber e Ncc, un decreto legge disciplinerà il settore: “Sanzioni efficaci contro gli abusivi”

Ci penserà il governo, con un decreto legislativo, a mettere chiarezza tra Uber e Ncc. La commissione industria del Senato ha infatti approvato un emendamento al ddl Concorrenza che prevede la delega al governo per “adottare su proposta del ministero delle Infrastrutture e Trasporti e del ministero dello Sviluppo economico, previo parere della Conferenza Unificata, un decreto legislativo per la revisione della disciplina in materia di autoservizi pubblici non di linea”. Il decreto dovrà essere fatto entro un anno dall’entrata in vigore del ddl Concorrenza. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Morta la bimba lasciata in auto. E la proposta di legge per l’allarme obbligatorio è ferma da 2 anni

È morta nel pomeriggio di mercoledì Gaia, la bambina di 18 mesi dimenticata in auto dalla mamma per circa quattro ore. La piccola era ricoverata all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze in condizioni gravissime da martedì, quando la madre, una commerciante di Vada (Livorno) convinta di averla portata al mattino a un campo estivo, l’ha ritrovata in auto all’ora di pranzo. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

La vacanza inizia con il piede giusto? Ecco come programmare una partenza intelligente

Per molti la partenza intelligente è semplicemente una levataccia nel pieno della notte per evitare il traffico e raggiungere la meta delle vacanze il prima possibile. In realtà la partenza intelligente è tutt’altro: comprende controlli all’auto, la verifica delle condizioni meteo e del traffico, conoscere con esattezza il giusto itinerario. Quest’anno Viabilità Italia ha realizzato una brochure per aiutare i viaggiatori a pianificare correttamente la partenza per le vacanze, aumentando il comfort e la sicurezza stradale. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Sulla Brebemi arrivano le aree di servizio. Il traffico aumenta: 16mila transiti al giorno

Brebemi è in “crescita costante per quanto riguarda i transiti e, dopo aver registrato un aumento del traffico grazie all’entrata in esercizio della Tangenziale Est Esterna di Milano, potrà registrare un ulteriore importante incremento non appena verrà realizzata l’Interconnessione A35/A4 che assicurerà il collegamento con il sistema autostradale nazionale anche ad est”. Lo ha detto l’amministratore delegato dell’autostrada, Claudio Vezzosi, nel corso di una conferenza stampa. Nei primi sei mesi del 2016, Brebemi ha avuto 26 milioni di ricavi rispetto ai 18,2 dello stesso periodo del 2015, con una crescita del 43 per cento. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

La nuova rotta del porto di Napoli. De Magistris: “Per il rilancio serve un cambiamento radicale”

Il presidente dell’Autorità portuale di Napoli sarà nominato entro fine estate o al massimo a ridosso dell’autunno. Lo ha detto il sindaco, Luigi de Magistris, che martedì ha avuto un incontro a Roma con il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio. Al ministero, ha spiegato il primo cittadino, si sta lavorando “per una complessiva riorganizzazione tecnica del porto e non solo alla nomina del presidente perché si avverte la necessità di un cambiamento radicale, complessivo per un rilancio forte che metta insieme tutte le istituzioni: Governo, Regione e Comune”. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

L’impresa dell’aereo che vola senza carburante, il Solar Impulse ha completato il giro del mondo

2016_07_26_Landing_Abu_Dhabi_37Volare senza carburante è possibile. Lo hanno dimostrato Bertrand Piccard e André Borschberg, gli ideatori di un’impresa partita oltre un anno fa e atterrata martedì ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti. Sono loro che hanno pilotato il Solar Impulse 2, un aereo alimentato esclusivamente con l’energia del sole, in una circumnavigazione del globo. Un tour in 17 tappe (partito l’8 marzo del 2015, sempre da Abu Dhabi), dall’Asia agli Usa sorvolando il Pacifico, e poi il Mediterraneo e il Medio Oriente passando sopra l’Atlantico. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Tragedia in Svizzera, Tir tampona un’auto: morte quattro persone, gravissimo il camionista

Un incidente terribile, con un’intera famiglia tedesca uccisa e un camionista italiano di 50anni in lotta tra la vita e la morte. È il tragico bilancio di un tamponamento avvenuto martedì a mezzogiorno in Svizzera, sull’autostrada A2 a Quinto. Un camion dell’azienda bergamasca Koinè, che stava trasportando acqua minerale San Pellegrino, ha tamponato un’auto con a bordo una famiglia tedesca che poi si è andata a scontrare con un altro mezzo pesante carico di pietre. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

I controlli antiterrorismo non devono alzare nuovi muri che paralizzano i trasporti in Europa

Quanto verificatosi nei giorni scorsi, con file di auto e mezzi pesanti lunghe 15 chilometri a Dover per paura di un possibile attentato terroristico su uno dei traghetti che attraversa la Manica, pauroso ingorgo creato dai controlli delle forze dell’ordine francesi, deve indurre a riflessioni e iniziative rapide da parte dei “decisori” della politica europea. Perché quelle immagini non possono non preoccupare coloro che hanno l’onere di assicurare la libera circolazione delle merci; perché dopo la Brexit il rischio che si faccia strada la politica di rinnegare il trattato di Schengen è dietro l’angolo; perché tutto quanto sta accadendo lascia trasparire quello che potrebbe rapidamente  accadere qualora Germania, Francia e Austria, nel tentativo di rispondere alle paure dei propri cittadini, introducessero veri e propri muri di auto e Tir creati da controlli del tipo di quelli adottati dalla Francia e che hanno paralizzato l’uscita dall’Inghilterra. Senza dimenticare l’ondata d’immigrati che in questo caso rischierebbe di scaricarsi tutta sul nostro Paese. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page