Corridoi verdi: il mondo dei trasporti chiede di riaprirli prima che la situazione precipiti

Riaprite i corridoi verdi, ovvero le “vie” di approvvigionamento privilegiate per beni di prima necessità e di attrezzature mediche vitali. È questa la richiesta avanzata all’Europa dal mondo dell’autotrasporto alla vigilia della scadenza dei termini per l’obbligo di presentarsi ai valichi per chi dall’Italia è diretto in Germania e Austria, a partire da quello del Brennero, in possesso dei risultati del tamponi antiCovid, ma con la fortissima probabilità di una proroga dell’obbligo che, affermano i responsabili di Anita e Unatras, potrebbe far precipitare la situazione. Continua a leggere

Terreni agricoli “uccisi” dall’asfalto: Coldiretti calcola i danni, immensi, della nuova autostrada

L’importanza per l’ “industria agricola” bergamasca dei terreni coltivabili compresi fra Bergamo e Treviglio non si misura solo in termini di dimensioni (circa il 25 per cento della superficie coltivata dell’intero territorio bergamasco), ma anche di qualità, visto che è un’area tra le più fertili e ad alta vocazione agricola della Pianura Padana. Dati e considerazioni che da soli basterebbero a comprendere le preoccupazioni del mondo agricolo per un progetto, la realizzazione della nuova autostrada Bergamo- Treviglio, che  potrebbe portare, Continua a leggere

La logistica negli ospedali? “Viaggia senza risorse, tecnologie e operatori specializzati”

Negli ospedali mancano operatori specializzati nella logistica, oltre a risorse e tecnologie. A lanciare l’allarme sono stati i responsabili di Assologistica che nel corso di un’audizione sul Recovery Fund nella commissione Lavori pubblici del Senato hanno denunciato come “la logistica rappresenti un’area importantissima
 per la sanità pubblica ma, nonostante questo, all’interno delle aziende ospedaliere, gestite in outsoursing, non ci siano operatori specializzati. E così”, hanno affermato sempre i responsabili di Assologistica,” la logistica nella sanità pubblica, che vale in beni e servizi da gestire 18 miliardi di euro, è in
difficoltà, non gestita con tecniche e modalità adeguate”. Continua a leggere

Vendite di auto nuove in crollo. Unrae: “Senza nuovi incentivi rischiamo dati drammatici”

“Una situazione critica che fa presagire un drammatico e ulteriore peggioramento quando prevedibilmente a fine marzo, inizio aprile, i fondi destinati agli incentivi saranno
 esauriti”. Non lasciano prevedere nulla di buono (a meno di una decisione del Governo di far immediatamente “ripartire” 
il sistema degli incentivi) le previsioni per il settore automotive fatte da Michele Crisci, presidente di Unrae, che commentando i dati forniti dal ministero per le Infrastrutture e i trasporti, dati che confermano “la pesante condizione in cui versa il mercato”, ha auspicato che “il Governo faccia propria l’analisi sui dati sconfortanti del settore e decida di rinnovare quanto prima
il sistema degli incentivi, il cui utilizzo sta dimostrando un grosso beneficio ambientale”. Un intervento indispensabile, Continua a leggere

Addio rumori e inquinamento nei cantieri in città con il camion tutto elettrico di Renault

È il primo autocarro elettrico destinato a trasportare materiali per costruzioni nei cantieri aperti in città. È il Renault Trucks D Wide Z.E. 6×2 da 26 tonnellate, con asse posteriore sterzante, dotato di cassone e gru, pronto per essere consegnato al gruppo Noblet. specializzato nel noleggio di macchine da cantiere: un autocarro 100 per cento elettrico, grazie alla dotazione di un pacco di 4 batterie da 66 kWh, perfetto per raggiungere i cantieri delle aree urbane e dell’immediata periferia, riducendo al massimo la rumorosità e cancellando ogni emissione di gas di scarico sia in viaggio sia durante le operazioni di cantiere con gru e cassone, che richiedono di tenere sempre acceso il motore. Continua a leggere

Goodyear Drive-Over-Reader, il check-up ideale per i camion che fanno e-commerce

Una soluzione all’avanguardia capace di fare un vero e proprio “check-up” agli pneumatici dei camion, misurando e analizzando automaticamente, in una manciata di secondi, importanti parametri come la pressione di gonfiaggio, la profondità rimanente del battistrada, il carico sull’assale e il peso totale: è Drive-Over-Reader, soluzione tecnologica scelta da sempre più imprese di autotrasporto per monitorare l’efficienza della flotta, massimizzando i tempi di operatività dei mezzi, riducendo i costi di gestione e programmando un piano di rotazione e sostituzione degli pneumatici nuovi e riscostruiti a lungo termine. Una soluzione, quella messa a punto da Goodyear, scelta ora anche dalla Fcf Cornali Autotrasporti, impresa “partita” a Bergamo alla fine degli anni ’70 che ha puntato proprio su Goodyear Drive-Over-Reader per far fronte ai cambiamenti del mercato: primo fra tutti le nuove esigenze di consumo degli utenti, che hanno visto il settore e-commerce accelerare moltissimo, facendo registrare un incremento Continua a leggere

Moto elettriche con batterie intercambiabili: l’idea di Piaggio, Ktm, Honda e Yamaha

Un consorzio per sviluppare batterie intercambiabili per motocicli e veicoli elettrici leggeri che possa promuovere sempre più l’uso di mezzi di trasporto elettrici, contribuendo a rendere più sostenibile la gestione del ciclo di vita delle batterie usate nell’industria dei trasporti nel contesto dell’accordo di Parigi sul clima. È questo l’obiettivo comune che si sono posti i responsabili di Piaggio, Ktm, Honda Motor e Yamaha Motor Continua a leggere

In moto o in fuoristrada sui sentieri? Una legge consentirà di farlo tutelando la natura

Tutelare i più affascinanti sentieri e mulattiere e allo stesso tempo far crescere il numero di pedoni e ciclisti, ma anche motociclisti, appassionati di fuoristrada al volante di auto 4×4 o su quad che li percorrono? Un progetto solo in apparenza impossibile da realizzare, due obiettivi destinati a non essere opposti uno all’altro (come verrebbe invece da pensare d’istinto) se adeguatamente regolati. Per esempio attraverso una nuova “Legge quadro per la tutela e la valorizzazione delle reti escursionistiche” che, sotto forma per ora solo di proposta, è stata depositata alla Camera, firmata dalla deputata di Forza Italia Mirella Cristina. Con il duplice obiettivo proprio di tutelare da una parte le reti escursionistiche Continua a leggere

Documenti tenuti segreti, spese moltiplicate: quella nuova autostrada cosa nasconde?

Un progetto che, seppure sia di grande portata (basti pensare al costo, 450 milioni di euro) e coinvolga intere città a paesi, viene tenuto misteriosamente “nascosto”; notizie che vengono rilasciate con il contagocce: non occorre possedere il fiuto investigativo di Hercule Poirot, di Sherlock Holmes o di Miss Marple per sospettare che “sotto” possa esserci qualcosa che non va. Un sospetto (ulteriormente avvalorato dall’”attesa del fondo d’investimento e dalla posizione attendista delle banche”) che, sul “caso” del progetto per la nuova autostrada Bergamo-Treviglio, nutre anche Nicola Cremaschi, esponente bergamasco di Legambiente che per fare chiarezza propone un “metodo investigativo” ineccepibile: analizzare le prove. A cominciare dai documenti economici finanziari che chiede vengano messi a disposizione per essere esaminati da chiunque è interessato al progetto (e a vederci chiaro). Esattamente come dovrebbe accadere in qualsiasi Paese civile, per qualsiasi opera pubblica per la quale non ci sia nulla da nascondere… Una richiesta di poter leggere quei documenti che Nicola Cremaschi ribadisce in questa intervista a stradafacendo, dopo aver aderito all’invito (aperto a tutti) di partecipare alla riflessione, aperta dal superblog sulla reale utilità della nuova bretella autostradale. Continua a leggere

Il nuovo corso del ministero parte da un cambio di nome: via trasporti, c’è la mobilità sostenibile

C’era una volta il ministero delle Infrastrutture e dei trasporti. Ora non c’è più: al suo posto c’è il nuovo ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile, nome approvato dal Consiglio dei Ministri su proposta del ministro Enrico Giovannini con il decreto legge sulla riorganizzazione dei ministeri. Un cambio di una semplice parola dietro il quale c’è però molto di più: “una visione di sviluppo che ci allinea alle attuali politiche europee e ai principi del Next Generation Eu”, come ha spiegato lo stesso ministro, Continua a leggere

Transizione energetica? Per farla partire su camion e navi ora occorrono però gli incentivi

L’Italia deve puntare sempre più alla sostenibilità ambientale, economica e sociale e fra i principali traguardi del governo (oltre che dei rappresentanti del mondo del lavoro) ci deve essere la transizione energetica ed ecologica. Ma perché dalle parole si passi ai fatti occorrono manovre concrete, prima fra tutti la definizione di specifici incentivi per l’autotrasporto per il rinnovo dell’intero parco circolante dei mezzi pesanti, che a oggi in Italia ha un’età media di circa 14 anni e con il 16 per cento rappresentato ancora da mezzi euro 0, 1 e 2. È questo il messaggio-chiave emerso dal primo consiglio di Alis dopo l’insediamento del nuovo Governo, Continua a leggere

Covid point per i tamponi ai camionisti: Verona dimostra che agire, e anche in fretta, si può

Un Covid Point, con gazebo e tavolo per il ricevimento degli utenti che necessitano di tampone rapido, un infermiere addetto al rilascio della certificazione Europea dell’avvenuto tampone con l’esito, rilasciato dopo 15 minuti dall’esecuzione, e un’ambulanza pronta a partire in caso di “casi positivi” e necessità di ulteriori accertamenti in una struttura sanitaria. Ad allestirlo e ad assicurante il funzionamento, dal 24 febbraio fino a fine emergenza, sono stati i responsabili di Consorzio Zai – Interporto Quadrante Europa di Verona, Veronamercato, e Fai – Federazione Autotrasportatori Italiani Continua a leggere

540S di Scania, gli esami sostenuti in Germania dicono che è lui il “primo della classe”

Sono diverse le ragioni che possono guidare all’acquisto di un nuovo mezzo, sia che si tratti di un’auto , di una moto, di un camion: il suo design, le sue prestazioni, la sua potenza e manovrabilità, il suo comfort, la sua “corrispondenza” dall’utilizzo che si vuol farne, i ridotti consumi e costi di manutenzione, gli sconti e le condizioni di pagamento, fino alla “tradizione di famiglia”, al fatto che l’abbia posseduto magari il padre… A guidare molti acquirenti sulla “strada” migliore da percorrere per la scelta del mezzo ideale sono però, spessissimo, soprattutto i risultati dei test, delle “prove comparative”al termine delle quali “giurie” formate da esperti indipendenti assegnano una “pagella” ai vari mezzi esaminati. Pagelle come quella del 1000 Punkte Test (Test dei 1000 punti) e dell’European Truck Challenge (ETC) Continua a leggere

Quali sono le migliori tecnologie per impedire che il Covid-19 salga a bordo degli autobus?

Quali sono le migliori tecnologie per sanificare decine di migliaia di autobus sui quali ogni giorno viaggiano (o, almeno, viaggiavano prima della pandemia…) milioni di persone, facendo la miglior prevenzione contro il pericolo che il virus Covid-19 possa continuare a diffondersi? A dare una risposta saranno i protagonisti del primo webinar 2021 del Mobility Innovation Tour, arrivato alla sua quarta edizione intitolato “Prevenzione e sanificazione dell’autobus, tecnologie a confronto”. Continua a leggere

Vecchi camion e navi addio, sostituiti da mezzi “puliti”? Dietro le promesse c’è la solita beffa

Siamo alle solite? Con la “politica” che si affanna in continui proclami (che tanto non costano nulla) in difesa dell’ambiente, dell’aria che respiriamo, della sicurezza, ma che, nel contempo, fa di tutto perché questo non avvenga? In attesa di una decisa smentita, sotto forma non di chiacchiere ma di fatti concreti, la risposta è purtroppo ancora una volta sì. L’ennesima conferma l’ha servita, nero su bianco, con un comunicato stampa, Conftrasporto-Confcommercio, demolendo ogni favoletta politica sul rinnovo delle flotte, per spedire al macero montagne di camion vecchissimi e inquinanti (oltre che pericolosi) ma anche moltissimi traghetti, altrettanto a rischio per ambiente e sicurezza. Già, perché, scrivono i responsabili dell’associazione, se è vero che “Il viaggio verso la transizione verde non può prescindere dai trasporti” e che proprio in questi settori ” le imprese del settore Continua a leggere