La barca non “tiene” bene la strada? Il Suv ha un sistema che non fa ondeggiare il carrello

Se un’imbarcazione non “tiene” bene il mare può creare più d’un problema. Ma la stessa cosa può accadere se la barca non “tiene bene” la strada.  Già, perché eventuali ondeggiamenti e sbandamenti del rimorchio durante le manovre in spazi ristretti, magari con una visibilità ridotta, possono danneggiare lo scafo, Ma evitarlo si può,  come scrive il portale www.mareonline.it. Grazie a una strumentazione innovativa, che evita ondeggiamenti o sbandamenti, installata “a bordo” del  nuovo Ford Edge:  il Trailer Sway Control, il sistema che in caso di ondeggiamento o sbandamento del rimorchio rallenta la velocità del veicolo, riducendo la coppia del motore e aumentando gradualmente la pressione frenante sulle ruote, per riprenderne il controllo. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Infrastrutture digitalizzate, la strada del futuro è tracciata: “Non sono più solo cemento e piloni”

L’obiettivo è rendere le strade sempre più sicure. Con infrastrutture moderne e veicoli in grado di azzerare o quasi gli incidenti stradali. L’espansione di tecnologie avanzate per gli autoveicoli e lo sviluppo di nuove infrastrutture adatte a questi mezzi sono stati i temi del G7 Trasporti che si è svolto a Karuizawa, in Giappone, a cui ha partecipato il ministro delle Infrastrutture e i Trasporti Graziano Delrio. “Il messaggio principale”, ha detto Delrio al termine del vertice, “è quello dell’evoluzione sempre più spinta, e quindi dell’impegno dei paesi più industrializzati, a governare il percorso che porta a una maggiore digitalizzazione delle infrastrutture, fino alla completa automazione”.  Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Cuscini per dormire seduti in viaggio: questo promette di cancellare ogni dolore

Grazie alle donazioni quasi 7.300 sostenitori-donatori che attraverso la campagna di crowdfunding (ovvero la raccolta di finanziamenti tramite Internet per un progetto condiviso da più persone che intendano supportarlo in modo concreto) creata dall’americana Paula Blankenship è pronto per entrare in produzione il primo cuscino studiato per risolvere il problema della testa che cade in avanti mentre si sta dormendo seduti, durante un viaggio. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Benefici per i mezzi di trasporto, Confcommercio contro i tagli voluti dal ministro Calenda

Perché ridurre (dal 140 al 120 per cento) l’aliquota del beneficio per i veicoli e altri mezzi di trasporto, a partire dal prossimo anno? È la domanda che il presidente di Fai Conftrasporto e vicepresidente di Confcommercio Paolo Uggè ha rivolto, attraverso un comunicato stampa, al ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda al quale Paolo Uggè ha espresso anche il proprio rammarico, condiviso dagli associati Conftrasporto e Unrae, l’associazione delle case automobilistiche estere che operano in Italia, per una proposta di riduzione “non coerente con l’avvenuto taglio delle agevolazioni sulle accise per i veicoli più anziani e inquinanti, che l’autotrasporto ha già subìto, e che per essere massimamente efficace sul fronte dell’ ambiente e della sicurezza della circolazione avrebbe bisogno di una proroga integrale del beneficio per l’acquisto di nuovi mezzi. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

È tornato Herbie? Ecco il Maggiolino Volkswagen capace di viaggiare a 330 chilometri l’ora

È tornato Herbie, il maggiolino tutto matto protagonista di ben sei film Disney sulla scia dell’incredibile successo del primo film del 1969? Si direbbe di si a giudicare dall’impresa che un Maggiolino Volkswagen ha messo a segno negli Stati Uniti raggiungendo la velocità di quasi 330chilometri orari. E stabilendo un eccezionale record di velocità sulla distanza del miglio. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Strage di Viareggio: “Il ministro faccia accelerare la giustizia invece di far rallentare le condanne”

Sulle richieste di condanna per il disastro ferroviario di Viareggio del giugno 2009, costato la vita a 32 persone, il ministro ai Trasporti Graziano Delrio avrebbe  fatto meglio a stare zitto. Si potrebbero riassumere così le dichiarazioni rilasciate da Gloria Puccetti, presidente del coordinamento nazionale ‘Noi non dimentichiamo’, che in rappresentanza dei familiari delle vittime delle più grandi stragi italiane, ha replicato al ministro che aveva definito una “sproporzione enorme” la richiesta di condanna a 16 anni per l’ex amministratore delegato di Fs Mauro Moretti. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Truck of the Year, Scania sale ancora una volta sul gradino più alto del podio con la serie S

truck-of-the-year-2017Comfort di guida, sicurezza, impatto positivo sull’economia operativa totale delle imprese di trasporto. Sono questi i grandi “valori aggiunti” che hanno permesso a Scania di aggiudicarsi ancora una volta Truck of the Year. il prestigioso premio International assegnato da una giuria, composta da 25 giornalisti delle più autorevoli testate europee specializzate. Giuria che quest’anno, come ha scritto nella sua motivazione il presidente Gianenrico Griffini, ha premiato “un veicolo che rappresenta lo stato dell’arte nel settore del trasporto pesante e in grado di soddisfare le esigenze di trasporto di oggi e di domani”. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Condanna a 16 anni per 32 passeggeri morti in treno? Per il ministro Delrio sono troppi

Sedici anni di condanna, ovvero sei mesi per ognuna delle 32 persone morte in seguito al disastro ferroviario avvenuto ill 29 giugno 2009 a Viareggio. La pena richiesta dalla pubblica accusa per l’allora amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Mauro Moretti è adeguata? Secondo il ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti Graziano Delrio no: è troppo elevata. Anzi, per l’esattezza una “sproporzione enorme” come l’ha definita lo stesso ministro che ha aggiunto “spero che i giudici abbiamo tutti gli elementi per giudicare in modo equo.

Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Arriva il maltempo, occhio alla targa. Se il fango la rende illeggibile può costare 170 euro

Avere l’auto sporca può non essere un problema. Avere sporca (fino al punto da renderla difficilmente leggibile) la targa può invece costare molto caro. Per la precisione fino a 169 euro. Un fattore da tener ben presente soprattutto in questo periodo dell’anno in cui, il maltempo porta fango e sporco che sollevati dalle ruote del proprio o degli altri veicoli possono diventare un pericolo per il… portafogli. L’articolo 102 del Codice della strada è, infatti, poco indulgente con chi viaggia con le lettere e i numeri identificativi del veicolo non chiaramente e integralmente leggibili e non prevede attenuanti se il fango che “cancella” la targa ricopre anche tutta la vettura. In caso si sia attraversata una strada ricoperta di fango, dunque, meglio fermnarsi al primo autolavaggio. Costerà sempre meno della multa che parte da un minimo di 41 euro.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Elicottero atterrato in piazza per il matrimonio, il Comune di Nicotera verso lo scioglimento

L’ elicottero atterrato nel centro storico di Nicotera per accompagnare all’altare una coppia di sposi potrebbe costare  lo scioglimento per mafia dell’amministrazione  comunale. La commissione nominata dal prefetto di Vibo Valentia il primo febbraio scorso, terminato l’esame degli atti, ha infatti proposto lo scioglimento per infiltrazioni mafiose. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page