L’Autorità garante della concorrenza si schiera con gli Ncc: “No alle misure che li penalizzano”

L’Autorità garante della concorrenza e del mercato “scende in strada” al fianco delle imprese di autonoleggio con conducente, gli Ncc, contro  le “misure urgenti in materia di autoservizi pubblici non di linea che, secondo gli esponenti dell’Agcm  proporrebbero una visione distorta del settore, mettendo in campo una serie di obblighi che, come riporta un articolo del quotidiano La Repubblica, “ restringono sensibilmente l’operatività delle imprese di noleggio con conducente”. Continua a leggere

Manovra: alcune luci (verdi) si sono accese ma sono ancora oscurate da troppe ombre

Negli anni passati, prima che ne mutassero i criteri, il governo presentava il Dpef, il Documento di programmazione economica e finanziaria propedeutico alla Legge finanziaria. Un documento di preparazione, di introduzione alla manovra vera e propria. Quest’anno si sarebbe dovuti tornare al passato: mai come questa volta il documento approvato (con una postilla, “salvo intese” che è tutta un programma….) avrebbe dovuto tornare alla vecchia definizione. Innanzitutto quel “salvo intese” lascia intendere che potrà essere modificato; in secondo luogo il passaggio alla Commissione Ue potrebbe portare a richieste di modifiche. Continua a leggere

Mattarella: “I trasporti al centro dell’economia”. E applaude la “strada della sostenibilità”

“Il ruolo dei trasporti e della logistica nell’economia nazionale rappresenta un contributo centrale per la competitività del nostro Paese, sia sul piano interno sia sul piano internazionale. La crescita delle attività produttive è ovviamente condizionata dall’efficenza e dalla modernità offerta dagli operatori del settore”. Ad affermarlo non è un “italiano” qualsiasi, ma il “primo degli italiani”: il presidente della Repubblica Sergio Mattarella che in un messaggio inviato a Fabrizio Palenzona, presidente di Conftrasporto, in occasione del Forum internazionale dei trasporti ospitato a Villa d’Este a Cernobbio, Continua a leggere

Tasse sul gasolio, Tir pronti al fermo? Uggé: “Senza confronto non ci resta che lo scontro”

Chiusura “col botto” al 5° Forum internazionale del trasporto di Cernobbio, con l’annuncio di un possibile blocco nazionale del trasporto. A confermare il “pericolo”, nel caso “il Governo non dovesse fare immediatamente chiarezza sulla nuova manovra inserita nel decreto fiscale  sul recupero delle accise per il gasolio da autotrazione, è stato il vicepresidente nazionale di Conftrasporto e Confcommercio che ha definito “discordanti” le dichiarazioni del Governo in quanto “si fa confusione tra una norma giusta, perché impedisce che qualcuno recuperi l’accisa su tutto il gasolio e non solo su quello per l’autotrazione, e questo è un principio che deve  essere esteso a tutti, anche agli agricoltori immagino”. Continua a leggere

Il pericolo viene dal mare: senza interventi a Venezia l’acqua alta crescerà di oltre un metro

Entro la fine del secolo l’innalzamento del mare in Italia sarà superiore anche al metro e mezzo? Come si preparano ad affrontare una simile emergenza città come Venezia (dove l’acqua alta dovrebbe essere ancora più alta di 1,064 metri) o Napoli (dove la previsione di innalzamento è di ,1,040 metri), come rivelano i dati che Enea ha presentato quest’anno al convegno di Confcommercio-Conftrasporto 2019 sul clima? Per adesso stanno a guardare, come l’intero Governo che non ha neppure abbozzato, come è stato denunciato al Forum ospitato a Villa d’Este a Cernobbio, il piano di resilienza “Porti e Coste” Continua a leggere

Scaricare un container in porto? Servono 68 documenti. Storia di una vergogna lunga 16 anni

Cosa aspetta l’Italia a “varare” lo sportello unico doganale, atteso da 16 anni per superare l’incubo della burocrazia e impedire così che si arrivi a vivere, nei porti del Belpaese, situazioni incredibili come quella di richiedere “68 istanze da trasmettere a 18 amministrazioni diverse per svincolare le merci in import/export”? È la domanda che si sono posti praticamente tutti i partecipanti al 5°Forum internazionale dei trasporti leggendo i dati presentati nel Rapporto Isfort presentato al 5° Forum internazionale dei trasporti di Conftrasporto-Confcommercio in corso a Villa d’Este, a Cernobbio, documento che rappresenta un vero e proprio atto d’accusa contro l’incapacità politica del Paese in materia di burocrazia, ma anche di “ritardi digitale che rallentano tutto il sistema”. Continua a leggere

Porti sul Mediterraneo: crescono tutti tranne quelli italiani affondati dalla burocrazia

Se i porti italiani crescessero come quelli di altri Paesi europei, per esempio della Spagna, che ha fatto registrare un più 5 per cento della movimentazione merci nei propri scali, potrebbero generare circa 7.600 nuovi posti di lavoro e un incremento del fatturato di oltre 2 miliardi di euro. Peccato però che i porti italiani non crescano, come invece avviene per tutti gli altri scali affacciati sul Mediterraneo, con un guadagno medio del 7 per cento mentre il Belpaese (nonostante lo “Stivale” sia una piattaforma logistica naturale nel Mare Nostrum) fa registrare addirittura una perdita, con un meno 2 per cento. Continua a leggere

Il Governo parla di svolta ambientale ma impedisce alle navi di usare carburanti puliti

“Ridurre o addirittura cancellare i sussidi sul costo del lavoro dei marittimi italiani, con tagli che potrebbero essere inseriti nella prossima Legge di Bilancio, sarebbe autolesionismo, significherebbe gettare a mare una misura, adottata vent’anni fa, che ha rilanciato l’armamento nazionale, facendo raddoppiare il numero di navi battenti bandiera italiana, salvando e rilanciando l’occupazione nel settore”. Ad affermarlo è il presidente di Assarmartori, Stefano Messina, Continua a leggere

Palenzona: “Sul diesel l’Italia non deve ripetere l’errore fatto dicendo no alle centrali nucleari”

“Con il diesel l’Italia non faccia gli stessi errori fatti con il nucleare. L’Europa significa automotive e noi lavoriamo per fare i motori diesel: se usciamo da quel mercato facciamo un danno irreversibile all’Italia, allo stesso modo come abbiamo fatto con il nucleare”. Ad affermarlo, durante il suo intervento al Forum internazionale di Conftrasporto, è stato il presidente nazionale di Conftrasporto, Fabrizio Palenzona ricordando come  proprio l’Italia “fosse avanti in Europa per fare il nucleare”,  ma avesse rinunciato. Continua a leggere

Chi più inquina più paga: solo un bello slogan. Nella realtà il fisco “stanga” i camion “puliti”

Chi più inquina più paga. Un bello slogan, niente di più. Perché nella realtà di tutti i giorni è tutta un’altra storia, incredibile nella sua assurdità, con i mezzi più moderni e tecnologici, e dunque meno inquinanti, che agli imprenditori dell’autotrasporto costano molto più, in termini di tasse, rispetto a camion vecchi che invece “avvelenano” l’aria che respiriamo. Un’assurda situazione denunciata al Forum di Conftrasporto in corso a Cernobbio, sul lago di Como, dove i responsabili dell’ufficio studi di Confcommercio, organizzatrice dell’evento giunto alla sua quinta edizione, hanno denunciato come “il fisco penalizzi i camion ‘più puliti’”, con i proprietari di un Tir Euro 6 costretti a “versare il triplo di ciò che dovrebbe sull’inquinamento prodotto, Continua a leggere