1 apr

Sistri, scattano le sanzioni: chi non è in regola rischia una multa fino a 93mila euro

Un minimo di 2mila600euro che può arrivare anche a 93mila euro. Sono queste le proporzioni delle sanzioni amministrative in cui a partire dal primo aprile incorre chi non ha ottemperato i propri obblighi di iscrizione al Sistri (Clicca qui per vedere il servizio sul tema realizzato da Ricicla.tv). La pasticciata vicenda del sistema informatico di tracciabilità dei rifiuti ha visto negli anni scorsi più di un colpo di scena. Lo stesso contributo annuale di iscrizione nel 2012 era stato differito al 30 novembre prima di essere sospeso, e addirittura per il 2013 non era stato previsto il versamento di alcuna quota. Leggi il resto di questo articolo »

1 apr

Ventiseimila camion fuggiti dall’Italia. Unatras: “Il Governo fermi l’emorragia”

“Ventiseimila Tir  “fuggiti” dall’Italia dal 2008 al 2013 per consentire ad altrettanti autotrasportatori di poter continuare a lavorare, perché solo trasferendosi in Paesi dove il costo del lavoro poteva consentire di essere concorrenziali molti imprenditori del trasporto avrebbero potuto  evitare di chiudere l’attività. Quante altre centinaia, migliaia di imprese dovranno ancora fuggire dal nostro Paese prima che il Governo cambi la sua politica dell’autotrasporto? Cosa dobbiamo fare per far capire che per le imprese italiane di autotrasporto è impossibile poter essere competitive in Europa, che l’insostenibile costo del lavoro, non causato dalla retribuzione al lavoratore talvolta uguale ai Paesi dell’Est, ma dagli oneri sociali e contributivi che gravano a dismisura sul costo totale del dipendente, obbliga le imprese italiane a delocalizzare? Leggi il resto di questo articolo »

1 apr

La Spagna ferma il dumping sociale, sanzioni a chi non rispetta le regole

La Spagna istituirà nuove norme per controllare le condizioni dei lavoratori delle imprese che operano nel Paese al fine di contrastare il dumping sociale. Lo ha reso noto la Federazione nazionale dei Trasporti spagnola (Fenadismer) che ha espresso grande soddisfazione per la misura annunciata dal ministero del Lavoro. La regolamentazione (al pari di quella introdotta col salario minimo tedesco) “stabilirà un sistema di sanzioni per le società estere in qualsiasi settore di attività, compreso il trasporto su strada, che non dichiarino alle autorità del lavoro eventuali operazioni da eseguire sul territorio spagnolo”, si legge su conftrasporto.it. Leggi il resto di questo articolo »

1 apr

Che auto comprare? Alla Jaguar l’esperto di test drive vi guiderà nella scelta

Jag_XE_Range_ImageInternet ha sicuramente modificato il mercato dell’auto. Da qualche anno si vendono meno vetture nei concessionari. Molti ricorrono ai siti specializzati e saltano direttamente l’autosalone. Un marchio storico come Jaguar lancia così la figura del Jaguar Expert, una sorta di supertecnico e pilota presente in tutte le concessionarie a partire dal lancio della nuova Jaguar XE con l’obiettivo di accompagnare i potenziali clienti in un’esperienza di test drive unica e distintiva. Leggi il resto di questo articolo »

31 mar

Supercar confiscata: il padrone non voleva la targa per non forare la carrozzeria

Non ne ha voluto sapere. La carrozzeria della sua McLaren non poteva essere forata per porvi una targa. Sembra una barzelletta, ma si tratta di una notizia reale raccontata nei giorni scorsi dal Daily Mail. Il protagonista è un ricco 37enne residente a Taiwan, che si è visto confiscare la sua supercar dalla polizia pur di non avvitare la targa sulla carrozzeria. Leggi il resto di questo articolo »

31 mar

Cosa fanno le città per ridurre lo smog? Milano e Roma bocciate, bene Zurigo

Così non va: Roma e Milano non fanno abbastanza per ridurre l’inquinamento dell’aria. La bocciatura arriva dal rapporto “Sootfree Cities”, che esamina le misure adottate da 23 città europee di 16 Paesi per fronteggiare le emissioni del settore trasporti, in particolare le polveri sottili (Pm10) e il biossido di azoto (NO2). Lo studio è prodotto da Bund/Friends of Earth Germany, con il sostegno delle 140 organizzazioni dello European Environmental Bureau (EEB). Le città migliori sotto questo punto di vista sono Zurigo, Copenaghen e Vienna. Leggi il resto di questo articolo »

31 mar

Autotrasporto, Fai Lombardia chiede alla Regione di non fermare gli Euro 3

Dillo alla lombardia FaiLe carenze infrastrutturali fermano le aziende d’autotrasporto. E il possibile divieto di circolazione dei veicoli Euro 3 farebbe crescere i costi di un settore già provato dalla crisi economica e dalla concorrenza sleale. Sono questi alcuni dei temi trattati da una delegazione di Fai Lombardia, guidata dal presidente regionale Antonio Petrogalli e da Angelo Sirtori, presidente di Fai Milano, Lodi e Monza Brianza, che ha partecipato alla manifestazione “Dillo alla Lombardia”. Leggi il resto di questo articolo »

31 mar

Mille Miglia 2015, c’è la tappa dell’Expo: il 17 maggio la corsa passerà da Monza

La Mille Miglia va all’Expo. La storica corsa automobilistica, da Brescia a Roma andata e ritorno, ha infatti deciso di fare tappa all’autodromo di Monza, passando davanti a Villa Reale, uno dei siti dell’esposizione universale. La Mille Miglia 2015 partirà il 14 maggio da Brescia, per concludersi domenica 17 maggio, il giorno in cui è previsto il passaggio da Monza. Leggi il resto di questo articolo »

30 mar

Da Est a Ovest, i sindacati d’Europa dicono basta al dumping sociale dei camionisti

Un’azione comune contro il dumping sociale. È quella che vogliono mettere in campo i sindacati dei lavoratori del settore trasporto merci di diversi Paesi europei. La notizia, riportata sul sito conftrasporto.it, arriva dal sindacato olandese FNV che “insieme alla sigla BTB (Belgio), Solidarnosc (Polonia) e SLT (Romania), si sono riuniti nella capitale dell’Ue proprio nel giorno in cui il Parlamento Europeo ha discusso delle tariffe minime salariali collettive o legali e della legge tedesca sul salario minimo, che ha un forte impatto anche nell’autotrasporto, perché interessa pure i camion stranieri che operano in territorio tedesco”.
 Leggi il resto di questo articolo »

30 mar

Autostrada, chiuse le aree di servizio: scatta a mezzanotte lo sciopero di 48 ore

Da questa sera fare il pieno in autostrada sarà più difficile. Scatterà infatti a mezzanotte lo sciopero nazionale di 48 ore proclamato dalle organizzazioni di categoria dei gestori delle aree di servizio autostradali, Faib Confesercenti, Fegica Cisl ed Anisa Confcommercio. L’iniziativa, che fa seguito a quella già effettuata il 4 e 5 marzo scorso, viene attuata a sostegno della vertenza aperta dalla categoria “contro i privilegi e le rendite di posizione assicurate ai concessionari autostradali (e per ottenere l’abbattimento dei prezzi dei carburanti”. Leggi il resto di questo articolo »