2 ott

Ferrari da collezione: l’incredibile garage di Jon Shirley, ex presidente di Microsoft

Che cosa cerca un collezionista nella Ferrari? A questa e ad altre domande risponde direttamente sul sito Ferrari.com il miliardario statunitense Jon Shirley. L’uomo è stato presidente della Microsoft ed è proprietario di molte vetture di Maranello tra le quali la 375 MM Scaglietti Coupé del 1954 vincitrice del premio Best of Show, il riconoscimento più prestigioso del Pebble Beach Concours d’Elegance che si è svolto lo scorso agosto sul celebre campo da golf di Carmel, in California. Leggi il resto di questo articolo »

2 ott

Non paghi la rata dell’automobile? C’è un dispositivo che può bloccare il motore

L’auto si acquista a rate, come la casa. Il motivo? Perché si possono ottenere finanziamenti a tasso agevolato, perché l’auto si svaluta subito e sarebbe sbagliato pagare tutto di tasca propria alla consegna. Il problema è che poi le rate si devono pagare tutti i mesi e in momenti di crisi c’è chi diciamo “si dimentica delle scadenze”. Negli Stati Uniti si tratta di un fenomeno frequentissimo. Anche perché il 25 per cento dei prestiti per acquistare un’automobile viene concesso a cittadini con scarsa affidabilità finanziaria, creando un grande buco economico. Leggi il resto di questo articolo »

2 ott

Mandò in pezzi la Gatta di Padova, camionista riesce a evitare l’arresto

Rischiava un’ammenda dai 2mila euro in su e fino a un anno di carcere un camionista padovano, residente a Ponte San Nicolò, che per una manovra errata ha distrutto la statua di una Gatta nella centralissima piazzetta Sant’Andrea. L’uomo era stato indagato ipotizzando il reato indicato dall’articolo 733 del codice penale che prevede come “chiunque distrugga, deteriora o comunque danneggi un monumento o un’altra cosa propria di cui gli sia noto il rilevante pregio, è punito, se dal fatto deriva un nocumento al patrimonio archeologico, storico, o artistico nazionale…”. Fortunatamente il pubblico ministero del Tribunale di Padova, Sergio Dini, ha chiesto l’archiviazione. Leggi il resto di questo articolo »

1 ott

Le auto consumano il 38 per cento in più del dichiarato: tedesche nel mirino

Dagli annunci alla realtà la strada è lunga. E soprattutto costosa. Se in teoria un’auto consuma poco, spesso e volentieri la “prova benzinaio” dice tutt’altro. Secondo uno studio dell’International Council on Clean Transportation (ICCT) riportato dalla stampa tedesca, le auto nuove messe sul mercato nel 2013 consumano in media il 38 per cento in più di quanto dichiarato dai costruttori.  Una differenza (nel 2001 era dell’8 per cento) che pesa tantissimo sulle tasche degli automobilisti. Ma quali sono le vetture che, secondo lo studio tedesco, dichiarano un consumo e poi ne hanno uno completamente diverso? Leggi il resto di questo articolo »

1 ott

Costi minimi per il trasporto non aggiornati? Il ministro ha chiesto tempo

“Le tabelle sui costi minimi per la sicurezza del trasporto merci pubblicate sul sito web del ministero stesso negli ultimi giorni non sono state aggiornate, come invece regolarmente avvenuto in passato, in seguito a un’intesa raggiunta nell’incontro di circa dieci giorni fra i rappresentanti delle associazioni di categoria e  il ministero stesso che ha scelto, in attesa di un prossimo incontro, di poter prendere tempo per riflettere sulla questione, non procedendo nel frattempo agli aggiornamenti”. A chiarire il giallo della scomparsa degli aggiornamenti dei costi minimi per la sicurezza dal sito del ministero, denunciato da più addetti ai lavori, è il presidente di Fai Conftrasporto, Paolo Uggè, che intervenendo sul caso sottolinea come “non risulti che il ministro si sia pronunciato in senso contrario alle norme sui costi minimi” e come un fatto sia certo, e cioè che “la legge è in vigore e non è stata per ora annullata, il tutto, tra l’altro, in attesa del pronunciamento del Tar del Lazio nonché della stessa Corte Costituzionale”. Leggi il resto di questo articolo »

1 ott

Giallo sui costi minimi per la sicurezza: sono scomparsi dal sito del ministero

Il Governo italiano ha già cancellato, dandoli per “abrogati” (nonostante questo non sia avvenuto) i costi minimi per la sicurezza dell’autotrasporto? È quanto si sono domandati (e hanno domandato rivolgendosi a Stradafacendo) numerosi autotrasportatori dopo aver scoperto che il ministero dei Trasporti non ha più aggiornato sul proprio sito web le tabelle come in precedenza fatto puntualmente ogni mese. La mancata pubblicazione è una indiretta conferma che il ministero non ritiene più valide quelle tabelle, si sono chiesti in molti. E ora, come dobbiamo comportarci? Riteniamo ancora valide le tabelle precedenti? Oppure non dobbiamo più chiedere alla committenza di applicare i costi minimi? Domande, almeno per ora, destinate a rimanere senza risposta considerato il silenzio del Governo, l’assenza (ingiustificata e ingiustificabile) di qualsiasi intervento chiarificatore sulla vicenda da parte del Governo e, in particolare, del ministro dei Trasporti Maurizio Lupi. Leggi il resto di questo articolo »

1 ott

Disagio giovanile, Fai Conftrasporto invita gli associati ad aiutare progetto Itaca

Progetto Itaca“Ho avuto modo di incontrare queste persone che svolgono una funzione delicata e di sostegno per coloro, soprattutto giovani, che hanno problemi di disagio mentale. Ho avuto modo di apprezzare il loro lavoro e la sensibilità con la quale si mettono a disposizione offrendo  sostegno. Ci hanno chiesto un appoggio per far giungere le richieste di aiuto concreto e soprattutto di far conoscere ciò che ognuno  di noi può fare di concreto nei confronti di persone che soffrono. Perciò ho deciso di dare pubblicazione sul nostro sito a questo appello lanciato per “aiutare coloro che in modo serio si mettono a disposizione per sostenere le persone che soffrono di un disturbo sempre più diffuso”. Se vorrete contribuire con il vostro intervento avrete fatto un’opera meritoria ma, questo conta, aiuterete una iniziativa sociale condotta da persone che si sacrificano per gli altri”.   Leggi il resto di questo articolo »

1 ott

Consigli per le mamme al volante, la sicurezza in auto parte da gomme a posto

Per viaggiare sicuri con un bambino non basta il seggiolino auto. Anche le condizioni della vettura che si utilizza sono fondamentali. A partire dagli pneumatici, che fanno la differenza in caso di frenata o di terreno scivoloso. Molti automobilisti, mamme comprese, se lo dimenticano e trascurano controlli importantissimi. La manutenzione delle gomme, consiglia la casa tedesca Continental, si basa essenzialmente su due fattori, da controllare periodicamente: profondità del battistrada e pressione. Leggi il resto di questo articolo »

30 set

L’articolo 18? È una scusa per non parlare dei veri problemi (anche del trasporto)

Può la soppressione dell’articolo 18 determinare la ripresa nel Paese? E il “caso” scoppiato attorno alla norma che tutela i lavoratori con contratto a tempo indeterminato da possibili licenziamenti illegittimi è solo un paravento (in tempi di contratti indeterminati col contagocce e di precarizzazione di massa) dietro il quale nascondere problemi ben più importanti ma di cui “è meglio” non occuparsi? In entrambi i casi la risposta è sì. Perché l’articolo 18, causa le interpretazioni della magistratura e il potere del sindacato, è divenuto nel tempo un ostacolo allo sviluppo delle imprese (a partire da quelle dell’autotrasporto che sanno quanto sia miope mantenere in vita la norma quando si possono trovare centinaia di autisti in affitto, in regola, a basso costo); e perché le stesse imprese di trasporto hanno sperimentato come il sindacato spesso rifiuti di affrontare i temi più importanti. Leggi il resto di questo articolo »

30 set

Stimolante sessuale in auto: sequestrate 3000 dosi alla dogana svizzera

Sicuramente sono stati momenti di grande imbarazzo per due cittadini della Bosnia Erzegovina (di 36 e 46 anni) quando alla dogana tra l’Italia e la Svizzera, diretti proprio nella Confederazione Elvetica le guardie di confine hanno iniziato a perquisire la loro auto. Da alcuni vani segreti del veicolo sono infatti spuntate 450 scatole contenenti la bellezza di 3mila dosi di stimolante sessuale.  Leggi il resto di questo articolo »