Merci sui treni, quali sono i binari giusti? Al via quattro tavoli di lavoro

Il miglioramento infrastrutturale e normativo dei collegamenti di ultimo miglio ferroviario, la semplificazione normativa ed amministrativa, l’efficientamento dell’infrastruttura ferroviaria e gli interporti. Sono i temi principali trattati nei quattro tavoli di lavoro, organizzati dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti nell’ambito delle attività per il rilancio del trasporto ferroviario delle merci, che hanno preso il via venerdì mattina. Un quinto tavolo di lavoro, dedicato alle misure di incentivazione, inizierà nelle prossime settimane. Continua a leggere

Autotrasporto poco competitivo? In Friuli si riparte da un tavolo di lavoro

L’obiettivo è quello di migliorare la competitività delle imprese di autotrasporto del Friuli Venezia Giulia. Per questo la Regione ha deciso di sostenere “la costituzione in tempi brevi di un tavolo di lavoro ristretto”. Lo ha annunciato la presidente della Regione, Debora Serracchiani, al termine di un incontro con il promotore del Gruppo di lavoro Trasporti della regione, Rodolfo Flebus, accompagnato da Bernardino Ceccarelli per Confapi Fvg, Massimo Masotti per Confindustria Fvg, Gabriele Brun per Fita-Cna Fvg. Al Gruppo di lavoro partecipano anche Confartigianato e Fai Conftrasporto Fvg. Continua a leggere

Giachino: Il fermo dei Tir non aiuta i trasportatori e danneggia l’Italia

All’inizio di questa legislatura e all’atto della mia nomina a sottosegretario ai trasporti immaginavo di lavorare a una politica industriale dell’autotrasporto, un settore importante per la nostra economia che al 90 per cento viaggia su strada, per rafforzare, accorpandole, le aziende e renderle più competitive sul mercato nazionale e su quello internazionale. Il fortissimo aumento del gasolio nei primi sette mesi del 2008 e la pesantissima crisi economica hanno costretto il Governo a cercare di difendere il settore assegnando più risorse, almeno 200 milioni in più all’anno, e con nuove norme (art.83bis e Legge 127) tutte concordate con la stragrande maggioranza delle associazioni del settore. Continua a leggere

Uiltrasporti: “Il Cipe approvi in fretta il Piano della Logistica”

La Uiltrasporti condivide “in larga parte i contenuti e l’approccio pragmatico del Piano della Logistica” e si attende che “il Cipe lo approvi con urgenza affinché siano realizzate le misure in esso contenute, molte delle quali a costo zero”. Lo afferma in una nota il segretario nazionale Claudio Tarlazzi. “La crisi mondiale ha ulteriormente messo in luce carenze sulle quali è necessario intervenire con urgenza allo scopo di far crescere l’Italia al ritmo degli altri Paesi avanzati e ne scongiuri l’emarginazione”, afferma Tarlazzi. Continua a leggere

Cresce l’interporto veneto, carichi intermodali tra Padova e Bari

Dallo scorso dicembre Interporto Padova opera anche come Multimodal Transport Operator (Mto). La società padovana aggiunge così all’attività terminalistica una funzione che le permette di assumere un ruolo attivo nella catena intermodale. In pratica, oltre a realizzare tutti i servizi di terminalizzazione, offre propri treni intermodali alle imprese di trasporto. Gli operatori possono rivolgersi alla piattaforma padovana non solo per le operazioni al terminal ma anche per la spedizione delle proprie unità di carico intermodale trattando quindi con un unico interlocutore specializzato. La prima relazione, per container, casse mobili e semirimorchi, offerta da Interporto Padova è Padova-Bologna-Bari e ritorno. Continua a leggere

Con il Piano della logistica
l’Italia sarà più competitiva

“Siamo convinti che il miglioramento dell’efficienza logistica, dai porti agli interporti, dalla distribuzione urbana delle merci alla riduzione dei tempi di attesa al carico e allo scarico, unito a un più convinto ricorso a forme di comodalità (grazie anche al ferrobonus e alla prosecuzione dell’ecobonus per le autostrade del mare) ci consentirà di attrarre nuovi volumi di traffico che oggi scelgono la maggiore efficienza dell’organizzazione logistica del Nord Europa e aiuterà il nostro Paese a crescere da 0,3 a 0,5 punti di pil in più l’anno”. Con queste parole il sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti e presidente della Consulta generale per l’autotrasporto e per la Logistica, Bartolomeo Giachino, ha presentato martedì a Roma il nuovo Piano nazionale della Logistica. Continua a leggere

Giachino invita i trasportatori a discutere il Piano della logistica

Illustrare a tutti gli autotrasportatori i contenuti del nuovo Piano Nazionale della Logistica e invitarli a discuterne insieme in un incontro già fissato per l’11 gennaio prossimo a Roma. È questo lo scopo della lettera aperta che il sottosegretario ai Trasporti Bartolomeo Giachino ha deciso di inviare, attraverso il superblog del Tg Com Stradafacendo, agli autotrasportatori italiani, sottolineando l’importanza di un Piano che porterà l’Italia a ricoprire un ruolo da protagonista assoluta nella distribuzione delle merci in tutto il sud dell’Europa. Ecco il testo della lettera e le sue linee strategiche. Continua a leggere

Sciopero dell’autotrasporto: altissime adesioni, anzi pochissime

Si è conclusa senza particolari problemi la prima giornata dello sciopero dell’autotrasporto proclamato da Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti per la mancata sottoscrizione del rinnovo del contratto collettivo di lavoro. Lo confermano in un comunicato stampa congiunto, Anita e Unatras, che spiegano anche come la quasi totalità delle imprese di autotrasporto abbia svolto regolarmente le proprie attività. Una quadro decisamente diverso da quello dipinto dalle associazioni sindacali che parlano di “altissime adesioni”. Continua a leggere

Giachino: “Il Piano della logistica
farà crescere di mezzo punto il Pil”

Quattro miliardi in più l’anno, con una crescita di mezzo punto di Pil. È questo il contributo che, secondo il sottosegretario ai Trasporti, Bartolomeo Giachino (nella foto), potrebbe dare al Paese il Piano nazionale della logistica: “L’inefficienza della logistica costa, ogni anno, circa 40 miliardi di euro che qualcuno, giustamente, considera una tassa sul sistema economico. Grazie al Piano nazionale della logistica, questa inefficienza potrà essere ridotta di 10 punti l’anno con una crescita per il Paese di 4 miliardi, quasi mezzo punto di Pil”, ha affermato Giachino durante la prima giornata del Port&ShippingTech di Genova. Continua a leggere

Piano generale della mobilità,
ecco tutte le ipotesi di revisione

Rivedere il Piano generale della mobilità: è questo l’intendimento del sottosegretario ai Trasporti, Bartolomeo Giachino, che l’altro giorno ha convocato un incontro di presentazione delle linee guida di intervento. La modifica del Piano è da tempo attesa dalle aziende di autotrasporto, in particolare per quanto riguarda gli aspetti della logistica. L’attuale Pgm aveva dei parametri pre-crisi e andava per forza di cose corretto. La revisione individua tra l’altro delle importantissime “filiere territoriali logistiche” nelle diverse componenti infrastrutturali (porti, retroporti, interporti, inland terminal). Continua a leggere