Bike sharing, a Lodi è l’ora del check-up: danni causati dall’uso e dall’incuria

Tempo di rinnovamento per il parco mezzi del bike sharing comunale di Lodi. Il Comune ha fatto sapere di aver avviato un’operazione di controllo delle 23 rastrelliere dislocate in città per verificare le condizioni delle biciclette. Attualmente sono 92 le bici a disposizione ma, come spiega il Comune, un numero consistente necessitava da tempo di un’accurata verifica, che è stata ora abbinata alla riqualificazione delle rastrelliere. Continua a leggere

Addio navigatore satellitare, ecco bike e car sharing. Così cambia il paniere Istat

Esce il navigatore satellitare. Entrano car e bike sharing. Cambia il paniere Istat utilizzato per calcolare l’inflazione e le novità riguardano anche il mondo dei trasporti. Così si scopre che rappresentano le nuove abitudini di consumo delle famiglie nel 2015 car e bike sharing, i biscotti e la pasta senza glutine, la birra analcolica, le bevande al distributore automatico, il caffè al ginseng al bar e l’assistenza fiscale per calcolo delle imposte sulla casa. Continua a leggere

Bici a noleggio nelle città italiane: promosse Milano e Torino, bocciata Bari

Le maggiori città europee visitate in bicicletta, il mezzo più ecologico ed economico: per molti un sogno e per altri una scelta. Il modo migliore per pedalare in città è quello proposto con il “bike-sharing”, sistema innovativo nato nel 1966 ad Amsterdam, che consente la condivisione di biciclette pubbliche. I requisiti fondamentali sono: mezzi comodi, ben attrezzati, a disposizione di tutti per spostarsi in area urbana, con prelievo e restituzione self-service e a prezzi adeguati.  Continua a leggere

Sviluppo del trasporto pubblico, Bergamo alla conquista del mondo

Per convincere i cittadini a utilizzare i mezzi pubblici ci vogliono idee e proposte. Quelle giuste arrivano da Bergamo, che – grazie ad Atb, il gruppo che gestisce il trasporto pubblico e la mobilità – ha ottenuto un importante risultato a livello mondiale. Atb è infatti l’unico gruppo italiano che figura nell’elenco dei finalisti della prima edizione del “PTx2 Awards”, il concorso internazionale che vuole premiare le realtà che contribuiscono in maniera significativa al raddoppio della quota di mercato del trasporto pubblico. Continua a leggere

Auto “verdi”, queste sconosciute: solo il 4% degli italiani le guida

Tutti si lamentano per il costo di benzina e gasolio, ma quando devono recarsi al concessionario per acquistare un’auto nuova non rinunciano ai motori tradizionali. Secondo una ricerca condotta da Assicurazione.it, il principale broker online italiano, le auto elettriche o alimentate con combustibili alternativi guidate in Italia da privati sono solo il 4 per cento, esattamente la stessa percentuale di due anni fa. “Nonostante il bombardamento mediatico”, commenta Assicurazione.it in una comunicato stampa. Anche se tantissime case automobilistiche stanno investendo per realizzare modelli ecosostenibili, quando si tratta di mettere mano al portafoglio gli italiani restano scettici. Continua a leggere

Car sharing in Svizzera, auto elettriche nelle stazioni ferroviarie

Mentre in alcune città italiane si sperimentano le biciclette elettriche in bike-sharing, nella vicina e piccola Svizzera i progetti si fanno già sulle quattro ruote. Mobility Carsharing, m-way e le Ffs (le Ferrovie federali svizzere) hanno infatti avviato una collaborazione per utilizzare dei veicoli elettrici in modalità car sharing nelle stazioni ferroviarie svizzere. Sostenere l’ambiente e promuovere una mobilità elettrica alla portata di tutti è l’obiettivo del progetto. In tal modo si dovrebbe ulteriormente rafforzare la combinazione intelligente tra mobilità individuale e trasporto pubblico. Continua a leggere

Oggi a Como si scoprono
i segreti della guida ecologica

La speranza è che non giungano suggerimenti come nella foto a fianco, ma per un pomeriggio la città di Como diventa palcoscenico della mobilità sostenibile in Lombardia. In tutta Italia a metà novembre si svolgono infatti le manifestazioni della Settimana Unesco dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile, quest’anno dedicata al tema della mobilità. In questa occasione Arpa e Regione Lombardia organizzano un incontro con i cittadini di Como e provincia per ragionare intorno allo stile di guida di ognuno di noi. Come si può rendere sostenibile la mobilità, soprattutto in ambito urbano? Continua a leggere

In bici a Roma, entro dieci anni
mille chilometri di piste ciclabili

Quasi mille chilometri di piste ciclabili. Roma scommette sul muoversi a pedali e lo fa anche grazie a Fabio De Lillo, assessore all’Ambiente del Comune di Roma e nuovo presidente del “Club delle città per il bike sharing”, organizzazione che ha l’obiettivo di promuovere proprio questa pratica di mobilità sostenibile. De Lillo ha sottolineato che questo obiettivo è pienamente condiviso anche dalla città di Roma. “Sicuramente la mobilità sostenibile”, ha detto De Lillo, “è uno dei fattori da raggiungere il prima possibile, e noi ci stiamo impegnando su più fronti”. Continua a leggere

Mobilità sostenibile in Sardegna,
bike sharing a Cagliari e Sassari

Non è tra le regioni più trafficate d’Italia, non è nella morsa dello smog. Ciò nonostante, la Sardegna, la regione italiana che con Valle d’Aosta, Trentino, Basilicata e Molise ha la più bassa concentrazione di popolazione (circa 70 abitanti per chilometri quadrati) e che ha meno di un milione di auto circolanti su 1,7 milioni di residenti ha deciso di scommettere sul muoversi ecologico. Largo alle biciclette, con due provincie, Cagliari e Sassari, che hanno deciso di investire sull’ambiente e sulla mobilità sostenibile, sposando il progetto di bike sharing. Continua a leggere

Lombardia, per i pendolari bici
e auto elettriche in condivisione

Le auto elettriche attirano tutti, ma hanno al momento almeno due problemi: costano molto e hanno un’autonomia limitata. Le batterie al litio, che hanno una concezione simile a quelle dei cellulari, sono leggere, ma arrivano a costare (nell’ultimo modello Citroen, la C-Zero, per esempio) circa 10mila euro su meno di 40mila euro di auto. L’autonomia è poi di circa 150 chilometri, non molto insomma. Come ovviare a questi problemi, almeno al discorso del prezzo dei veicoli? La Regione Lombardia prova a fare partire un progetto di car sharing elettrico. Ossia di condividere uno stesso veicolo. Il progetto (che comprende anche delle biciclette elettriche) partirà a dicembre per integrare il trasporto su ferro. Continua a leggere