Strade killer, un incidente su tre è imputabile all’asfalto e alla segnaletica

Il 30 per cento degli incidenti stradali nel nostro Paese, ossia quasi uno su tre, “è imputabile allo stato in cui versano le strade e la segnaletica, risultato anche della non omogenea applicazione della normativa da parte degli enti gestori”. Lo sostengono le statistiche dell’Area tecnica dell’Aci. “Nonostante il Codice della Strada sia chiaro per quanto riguarda dossi, rotatorie e tutti i dispositivi che regolano la mobilità stradale, troppo spesso sul territorio si verificano incongruenze e difformità di interpretazione, perfino con ipotesi di danno erariale per l’adozione di materiale non omologato”, si legge in una nota dell’Aci. Continua a leggere

Muore per una curva non segnalata, la famiglia fa causa alla Provincia

Una curva pericolosa non segnalata adeguatamene, l’auto con a bordo una donna che finisce contro un muretto posizionato proprio su quella curva molto accentuata. E dopo avere impattato contro il muretto, la Lancia Y viene colpita in pieno da un’altra autovettura che proveniva dal senso opposto. È morta così lo scorso 29 aprile Simona Bizzarro, sulla provinciale n.40 “San Martino in Pensilis/Portocannone” in provincia di Campobasso. E ora la famiglia di Simona chiede giustizia.  Continua a leggere

La gestione virtuale delle strade è perfetta, Google premia l’Anas

L’Anas ha ricevuto da Google e da e-GEOS, partner della divisione Enterprise di Google, il “Geo Innovation Project Award”. Il premio rappresenta un riconoscimento per il progetto che più si è distinto “per la qualità della progettazione e per l’efficienza nel raggiungimento di un obiettivo così sfidante e tecnologicamente avanzato e quale esempio di innovazione nell’uso delle tecnologie Google Geo”. Continua a leggere

Scende la spesa per l’acquisto
delle auto nuove: -10,3 per cento

Che il mercato dell’auto sia in calo è ormai noto. Il 2010 è stato particolarmente difficile, con dati costantemente in diminuzione. L’ultima statistica arriva dall’Unrae, l’associazione che riunisce i rappresentanti delle case estere in Italia, che parla di una diminuzione della spesa per l’acquisto dell’auto nuova del 10,3 per cento. Nel 2010, infatti, gli italiani hanno tirato fuori dal portafoglio 37,6 miliardi di euro contro i 41,9 miliardi del 2009. L’associazione stima anche un calo della spesa per l’acquisto di auto usate superiore al 2 per cento. Meno auto comprate e prezzi che non sono cresciuti sono i fattori che hanno portato a questi dati. Continua a leggere

L’Aci: “Investire sulle strade
per evitare un incidente su tre”

Ancora troppi incidenti, in Italia come negli altri Paesi d’Europa, sono causati da strade inadeguate. L’allarme è stato lanciato dal presidente dell’Aci, Enrico Gelpi, intervenuto al XXVI Convegno nazionale dell’associazione mondiale della strada Aipcr. “Le criticità infrastrutturali compromettono fortemente gli standard di qualità del nostro sistema di mobilità”, ha detto Gelpi, “e almeno il 30 per cento degli incidenti fatali in Europa potrebbe essere evitato se ciascun Paese investisse nell’innalzamento degli standard di sicurezza della rete stradale”. Continua a leggere

Segnaletica pericolosa: in Italia
un cartello su due è fuorilegge

Il 93 per cento della segnaletica orizzontale in Italia non rispetta gli standard europei. Una situazione decisamente preoccupante, non certo mitigata dai segnali verticali: il 48 per cento dei cartelli, infatti, non è conforme al Codice della strada. I dati sono emersi nel corso della presentazione del piano per la sicurezza stradale realizzato dal III Municipio della Capitale negli ultimi tre anni. “La segnaletica versa in un pessimo stato: scarsa visibilità, per lo stato di conservazione e la vegetazione ridondante, inefficacia e ammaloramento”, ha dichiarato Dario Marcucci, presidente del Municipio romano. Continua a leggere

Roma, segnaletica sotto accusa:
i “nonni cartelli” sono illeggibili

Qualcuno li ha ribattezzati “nonni cartelli”: vecchi, illeggibili, arrugginiti e soprattutto fuori legge. La situazione della segnaletica a Roma è pessima. L’allarme viene da Assosegnaletica che, due anni dopo una prima inchiesta realizzata in collaborazione con il quotidiano “Il Tempo”, ha presentato un nuovo rapporto. In due anni nulla è cambiato: due segnali verticali su tre sono fuorilegge e il 94 per cento della segnaletica orizzontale non è a norma. Continua a leggere

L’Aci sui cantieri, la sicurezza
per la circolazione è migliorata

Molti automobilisti e camionisti quando li incontrano per strada si innervosiscono. Per i disagi che provocano e, almeno fino a qualche tempo fa, per la pericolosità. Ma ora le cose sono cambiate. I cantieri stradali non presentano più le criticità del passato per la circolazione e le ripercussioni sul traffico sono piuttosto limitate. È quanto emerge dalla prima indagine sui cantieri stradali urbani realizzata dall’Aci e da altri 16 Automobile Club europei nell’ambito del programma EuroTest della Federazione Internazionale dell’Automobile. Continua a leggere

Dai 110 ai 60 all’ora in pochi metri,
tolti i limiti assurdi sull’Autolaghi

La questione era approdata nei giorni scorsi anche su Stradafacendo (clicca qui per leggere l’articolo). Limiti di velocità assurdi e addirittura pericolosi sull’autostrada dei Laghi, la A9 Milano-Chiasso, da mesi teatro del cantiere per la realizzazione della terza corsia di marcia tra Lainate e Como. In circa duecento metri era chiesto di scendere dai 110 all’ora ai 60 con tanto di autovelox. La questione è stata oggetto anche di una campagna di sensibilizzazione da parte del quotidiano il “Corriere di Como” e dell’emittente locale Etv. Continua a leggere

Statale del Vesuvio, aperto
un tratto di quattro chilometri

L’Anas – si legge sul portale Stradeanas.it – ha aperto al traffico un tratto di circa quattro chilometri della strada statale 268 “del Vesuvio”, completamente ammodernato, all’altezza dello svincolo di Poggiomarino-San Giuseppe Vesuviano Sud. “L’intervento sul tratto di quattro chilometri”, ha dichiarato il presidente dell’Anas, Pietro Ciucci, “è parte integrante dei lavori in corso di esecuzione sull’intero tracciato della statale di circa 20 chilometri. Il progetto prevede, oltre al raddoppio della carreggiata anche l’appalto, entro il 2010, dello svincolo di Angri di innesto con l’autostrada A3 Napoli-Pompei-Salerno e la progettazione preliminare e definitiva del raddoppio del tratto compreso fra lo svincolo di Poggiomarino e quello di Angri”. Continua a leggere