Expo, De Corato boccia il piano trasporti: “Aprire anche la metropolitana di notte”

“È del tutto insufficiente la decisione, annunciata dall’assessore alla mobilità Pierfrancesco Maran (clicca qui per ulteriori dettagli), di mettere in funzione i mezzi pubblici per tutta la notte durante i sei mesi dell’Expo. Ma le metropolitane, come al solito, poco dopo la mezzanotte si fermeranno. Quindi per spostarsi la gente dovrà fare i salti mortali”: lo afferma, in una nota, Riccardo De Corato, vicepresidente del consiglio comunale di Milano e capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale in Regione. Continua a leggere

Troppo smog a Milano, i cittadini chiedono i danni al sindaco

Ora i milanesi chiedono i danni. Stanchi di respirare aria irrespirabile, 175 cittadini del capoluogo lombardo hanno infatti deciso di intraprendere una class-action anti inquinamento contro le istituzioni locali. La richiesta è di mille euro l’anno per i sei anni, quelli dal 2005 al 2010, in cui i giorni fuori legge per troppo smog a Milano sono oscillati da un massimo di 152 a un minimo di 87 l’anno. Nel mirino sono quindi finiti il sindaco di Milano, Letizia Moratti, il suo predecessore, Gabriele Albertini, e il presidente della regione, Roberto Formigoni. Continua a leggere

Uccise un pedone sulle strisce, confermata la condanna a 18 anni

La corte d’Appello di Milano ha confermato la condanna a 18 anni per omicidio volontario a un nomade italiano che il 16 settembre 2007 in via Padova investì e uccise un pensionato sulle strisce pedonali. Giovanni Conti Papuzza stava attraversando in via Padova quando è stato travolta da una Mercedes classe A. Dopo due settimana la polizia locale di Milano aveva fermato Angelica Mirella De Bon, 24enne monzese proprietaria dell’auto. La donna è stata poi scarcerata perché considerata innocente. Qualche ora dopo il suo rilascio in carcere è però finito il suo fidanzato, Alessandro Braidic, un nomade romeno di 25 anni, residente al campo di via Idro a Milano. L’uomo non solo non aveva mai preso la patente, ma aveva alle spalle diversi precedenti penali. Continua a leggere

A Milano rivoluzione a strisce blu,
una stangata per i pendolari

Nuove strisce blu a Milano, anche in periferia: da Calvairate a Porta Vittoria e Città Studi, da Molino Dorino a Bonola, al Qt8. Il Comune ha infatti deciso di estende la sosta a pagamento nei quartieri esterni, oltre la cerchia della filoviaria 90/91, e mettere la taglia sui parcheggi per “evitare l’assedio dei pendolari in auto, contrastare la sosta selvaggia, ridurre traffico e smog, e incentivare l’uso dei mezzi pubblici”. Continua a leggere

Ecopass ai diesel con il fap,
Milano deciderà dopo l’estate

Il Comune di Milano ha rinviato a dopo l’estate ogni decisione su chi dovrà pagare l’Ecopass e in particolare sui motori diesel Euro4 con o senza filtri antiparticolato. Il Tar della Lombardia aveva infatti bocciato la decisione del Comune di Milano di non far pagare l’Ecopass ai veicoli diesel che hanno montato il fap dopo l’acquisto del mezzo. Il ricorso era quello presentato lo scorso marzo dai Genitori Antismog, Wwf e Italia Nostra e volto a far annullare la delibera di Palazzo Marino con la quale si esentavano gli Euro4 diesel senza fap dal pagamento del pedaggio. Continua a leggere

A Milano le informazioni
sul traffico hanno la “Luce Verde”

È stato firmato a Palazzo Marino l’accordo tra il Comune di Milano e l’Aci per l’avvio di “Luce Verde – Infomobilità Milano”, il nuovo servizio di informazione sulle condizioni del traffico e della viabilità nel capoluogo lombardo, in collaborazione con la Polizia locale. Il progetto è stato presentato alla stampa dal segretario generale dell’Aci, Ascanio Rozera, e dal vice sindaco di Milano, Riccardo De Corato. Il servizio è attualmente in fase di avanzata sperimentazione. Continua a leggere

Parcheggio selvaggio o in doppia fila? Una foto e arriva la multa

Gli automobilisti amanti della sosta selvaggia, del parcheggio in doppia fila, finiscono sempre più nel mirino delle municipalità italiane. A Milano, per esempio, saranno a breve messe in circolazione venti auto della Polizia municipale dotate di un impianto computerizzato con fotocamera che fotograferà le auto in sosta “fuori legge”. Un paio di scatti fotografici, alla targa e all’abitacolo, immortaleranno inequivocabilmente la scena. Immediata la formalizzazione della sanzione da parte del “ghisa” informatizzato, il cui compito dovrebbe essere, soprattutto, quello di confermare l’assenza di persone alla guida del veicolo paparazzato. Continua a leggere

A Milano Ecopass anche per i diesel Euro 4, protestano gli artigiani

L’Ecopass lo devono pagare anche le auto diesel Euro 4 e i mezzi commerciali Euro 5 senza filtro antiparticolato, in teoria esenti per tutto il 2010. La decisione del vicesindaco di Milano, Riccardo De Corato, è arrivata per cercare di contrastare il livello di inquinamento. Ma fino a quando dovranno pagare? Sul sito del Comune di Milano si legge “fino a nuova comunicazione”, di sicuro c’è che almeno oggi e domani i possessori di questi veicoli dovranno pagare per entrare nella Cerchia dei Bastioni. “Siamo in una situazione borderline”, ha detto De Corato, “e consiglio ai possessori di euro 4 senza filtro di aspettare a pagare, visto che c’è tempo anche nelle 24 ore successive al transito per saldare l’Ecopass”. Insomma, l’incertezza regna sovrana e le polemiche sono infuocate. Continua a leggere

Smog alle stelle, politici indagati
per non aver bloccato il traffico

35 giorni: è questo il limite massimo di giorni all’anno in cui è permesso superare il limite di 50 microgrammi per metro cubo di polveri sottili, le famigerate Pm10. Non siamo messi bene, visto che solamente a gennaio ci sono città come Milano, Padova e Vicenza che lambiscono le 20 giornate di superamento. Intanto, impazza la polemica in tutto il Nord Italia sull’ennesima emergenza smog. Un’emergenza che ha già causato notevoli problemi, anche di natura giudiziaria. Il presidente della Regione Toscana, Claudio Martini, e l’ex sindaco di Firenze, Leonardo Dominici, andranno infatti a processo per non aver bloccato il traffico dal 2005 al 2007, sottovalutando, almeno secondo il pm di Firenze Giulio Monferini, l’allarme inquinamento. In Lombardia sono finiti sul registro degli indagati il presidente della Regione, Roberto Formigoni, l’ex presidente della Provincia di Milano, Filippo Penati e l’attuale presidente, Guido Podestà, oltre al sindaco di Milano, Letizia Moratti. Continua a leggere

Milano promuove i trasporti pubblici, ma chiede mezzi più puliti

I milanesi promuovono i trasporti pubblici. L’88,1 per cento dei cittadini del capoluogo lombardo si dichiara infatti soddisfatto della situazione dei trasporti pubblici in città. I risultati nascono da un’indagine realizzata dall’Agenzia per la mobilità e l’ambiente del Comune di Milano. L’anno scorso il dato di gradimento era all’82,7 per cento. Per l’Atm, la società che gestisce il trasporto pubblico milanese, un buon passo in avanti. Continua a leggere