Stop ai messaggi mentre si guida, negli Stati Uniti arrivano le “text zone”

Come abbiamo scritto su Stradafacendo, in Italia l’Asaps ha avviato una campagna contro chi messaggia mentre guida (clicca qui). Negli Stati Uniti, invece, si cerca di risolvere il problema alla radice. Ossia? Sono vietati tutti i dispositivi sulle auto come smartphone, tablet o pc portatili? Ma neanche per idea, questi oggetti fanno ormai parte integrante della nostra vita. La ricetta dello stato di New York è diametralmente opposta.  Continua a leggere

Guida con il velo che fa vedere i capelli, auto sequestrata a una donna iraniana

Non aveva bevuto, assunto droghe o infranto un articolo del Codice della strada. Eppure una donna iraniana si è vista sequestrare la sua auto dalla polizia. Il motivo? Non aveva coperto bene i capelli. Incredibile, ma vero. La decisione è stata presa dal capo della polizia stradale di Teheran e la procura della capitale iraniana ha così diramato un’ordinanza specifica contro la corruzione morale. In Iran l’uso del velo islamico è imposto per legge, insieme a un abbigliamento che non lasci scoperti solo viso e mani.  Continua a leggere

Tablet e smartphone causano incidenti? La tecnologia può diventare un’insidia

L’incidente stradale è la prima causa di morte per i giovani sotto i trent’anni, prima di malattie e droghe. Un fenomeno che non riguarda solo l’Italia ma anche il resto d’Europa. Un dato decisamente preoccupante, nonostante il calo dei sinistri: nel nostro Paese, per esempio, nel decennio 2001/2010 l’Italia ha registrato una riduzione della mortalità del 42,4 per cento, in linea con la media europea del 42,8 per cento. Tuttavia, velocità eccessiva, mancato rispetto delle regole, abuso di alcol, distrazione al volante, eccessiva confidenza nelle proprie capacità di guida, uso disinvolto delle tecnologie multimediali in automobile, con la conseguente incidentalità che ne deriva, rimangono una problema piuttosto grave, soprattutto in relazione alle fasce di popolazione più giovane, sotto i 30 anni.  Continua a leggere

Salvate i ciclisti, la campagna per la sicurezza pedala da Facebook al Senato

Sta prendendo piede in questi giorni di caro-benzina la campagna “Salva ciclisti” che su Facebook conta già 6mila adesioni e un disegno di legge depositato al Senato sulla mobilità urbana. Il 2012 segna il punto di svolta per i migliaia di cittadini che hanno scelto la bicicletta come mezzo di trasporto. In queste settimane i blogger italiani per la prima volta, rilanciando in Italia la campagna del quotidiano inglese The Times, si sono mossi in maniera omogenea e unitaria, incassando l’attenzione non solo dell’opinione pubblica, ma anche della politica. Il senso della campagna è quello di imporre un dibattito pubblico sulla sicurezza della mobilità urbana, ribaltando il problema e gli stereotipi in circolazione. Continua a leggere

Hai visto una donna bellissima in auto? Ritrovala grazie al suo numero di targa…

Imbottigliati nel traffico dell’ora di punta al volante della vostra macchina avete visto la ragazza (o il ragazzo) dei vostri sogni e dareste qualsiasi cosa per conoscerla o conoscerlo? Da oggi può essere semplicissimo grazie a targamy, il nuovo sito che permette di risalire a nome cognome e indirizzo della persona che avete intravisto, magari solo per pochi secondi, in coda a qualche auto di distanza e che poi avete visto sparire nel traffico. Come? Tramite il numero di targa della lei (o del lui) che vi ha colpito (numero di targa che ovviamente dovrete annotare). Continua a leggere

Trasportounito organizza lo sciopero, ma i camion del suo presidente non si fermano

Nella foto postata su Facebook dal Corriere dei Trasporti si vede un camion uscire, carico, da un’azienda. Niente di strano, se non si trattasse di un mezzo della ditta Autotrasporti Franco Pensiero, l’azienda del presidente di Trasportounito, la sigla che ha proclamato lo sciopero dei Tir di questa settimana. Una foto (clicca qui per vedere) che in breve tempo ha fatto il giro del web, tra condivisioni e commenti. Continua a leggere

Harley-Davidson protagoniste: Legnano diventa come Milwaukee

Procede senza sosta l’evento itinerante che porta il mondo Harley-Davidson nelle piazze italiane. La prossima tappa in agenda è quella di Legnano, in provincia di Milano, che vedrà l’arrivo dell’imponente camion americano firmato “The Legend On Tour”. L’appuntamento con la città lombarda è in Viale Toselli, area Castello, sabato 21 e domenica 22 maggio. Padrone di casa, il concessionario Harley-Davidson Legnano che offrirà due giorni di eventi gratuiti e aperti a tutto il pubblico. Continua a leggere

Patente vietata alle donne arabe, scatta la rivolta: “Tutte al volante”

Conoscete il detto “donna al volante pericolo costante”? Ebbene, forse non tutti sanno che alcuni Paesi islamici (Tunisia, Egitto e Arabia Saudita, per esempio) hanno preso talmente alla lettera il proverbio da impedire alle esponenti del gentil sesso di guidare. Ora, qualcuno potrà fare delle battute, ma si tratta della mera realtà che ha spinto una 32enne saudita, Manal, ad avviare con altre dieci donne una vera e propria sfida al divieto. Tramite Facebook e Twitter, Manal sta invogliando le donne dell’Arabia Saudita a mettersi al volante, infrangendo la legge. L’invito è per il 17 giugno. Continua a leggere

Riparte da Ravenna “The Legend On Tour”, il giro d’Italia in Harley

Riparte sabato 19 e domenica 20 marzo da Ravenna e Viterbo “The Legend On Tour”, l’evento itinerante giunto alla settima edizione che porta il mondo Harley-Davidson nelle piazze italiane. L’apertura di stagione coincide con il primo fine settimana dello Spring Break, un “porte aperte” di nuova generazione che prevede dieci giorni di eventi nelle concessionarie Harley. Anche perché come ogni anno la casa americana presenta una nuova gamma di modelli con due novità assolute, la Softail Blackline e la Sportster 1200 Custom. Continua a leggere

Sondrio, Del Nero dice basta alle tangenziali: “Investire nei treni”

“Forse invece di fare tangenziali costosissime sulla nuova Statale 38, parte di questi fondi andrebbero utilizzati per costruire una metropolitana di valle da Colico a Tirano sul modello di quella altoatesina e parte per ammodernare i trasporti ferroviari da e per Milano”. L’inaspettato suggerimento è arrivato dal presidente del Consiglio provinciale di Sondrio, Patrizio Del Nero. Un proposta di soluzione ai problemi di mobilità dell’area che arriva successivamente a una discussione avviata su Facebook. “Apriamo una discussione seria e serena”, ha scritto l’esponente del Pdl, dopo aver precisato che non sarebbe nelle sue intenzioni generare polemiche. Continua a leggere