Merci sull’Alta velocità. Delrio: “Dal 2018 in viaggio di notte. E il traffico su rotaia cresce”

Le merci viaggeranno sui treni ad Alta velocità dal 2018. Lo ha ribadito Graziano Delrio nel corso del #matteorisponde sull’ambiente su Facebook. Il ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti aveva già parlato dell’utilizzo dell’Alta velocità per le merci un anno fa al Forum PA 2016: l’investimento “è stato molto importante per il traffico passeggeri”, aveva detto, “m ha più senso se ci vanno anche le merci, visto che per dieci, dodici ore non viene usata” l’Alta velocità. Un concetto ribadito oggi. “Dal 2018”, ha spiegato, “ci sarà il trasporto merci, di notte, sull’Alta velocità”.  Continua a leggere

Cavalcavia crollato in Piemonte, Delrio: “Al 90 per cento c’era un difetto di costruzione”

“Al 90 per cento”, il cavalcavia che ha schiacciato l’auto dei carabinieri in Piemonte è crollato “per un difetto di costruzione e non di manutenzione”. Lo ha detto il ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti, Graziano Delrio, a Rai Radio Uno. I diversi crolli di ponti e cavalcavia “sono tutti determinati da cause diverse”, ha spiegato. “Non è solo la cattiva manutenzione la causa”.  Continua a leggere

Sarà il Governo a decidere se i Tir fermeranno la protesta oppure fermeranno il Paese

In alcune città colonne di Tir hanno sfilato tanto lentamente quanto ordinatamente scortati dalle forze dell’ordine; in altre rappresentanti delle associazioni di categoria hanno organizzato sit-in ma anche dibattiti; a Venezia gli autotrasportatori hanno addirittura caricato  un autotreno su una chiatta che ha solcato la laguna fino ad approdare in piazza San Marco. Sono alcune “istantanee” della giornata di mobilitazione generale dell’autotrasporto indetta da Unatras sabato 18 marzo contro uno sconcertante immobilismo del Governo che rischia di rendere immobile (perché morto stecchito) un lavoro per natura sempre in movimento.  Continua a leggere

Nuovi autobus nel Lazio. Delrio: “I pendolari meritano mezzi accoglienti e sicuri”

“Abbiamo stanziato 4,5 miliardi per i prossimi 15 anni per il rinnovo del parco autobus in Italia. Cambieremo quattromila autobus nei primi due anni e poi 2.500 ogni anno per dare finalmente dignità al trasporto pubblico locale”. Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, alla consegna del nuovi bus per il trasporto pubblico locale della Regione Lazio.  Continua a leggere

Detrazione per gli abbonamenti del trasporto pubblico? Delrio: “Sarebbe un bel segnale”

“Sarebbe un bellissimo segnale lavorare da subito alla detrazione sugli abbonamenti” del trasporto pubblico. Lo ha detto il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, al convegno nazionale dell’Asstra sul trasporto pubblico locale.  Continua a leggere

Inizia la nuova era degli Intercity, firmato il contratto di servizio: evitato il taglio dei treni

“Questa era la Cenerentola del servizio pubblico. Ora il Governo investe in questo servizio e avere messo più soldi significa offrire più qualità e servizi ai cittadini”. Lo ha detto il ministro dei trasporti Graziano Delrio presentando il nuovo contratto di servizio Intercity tra Trenitalia e lo Stato, firmato dopo due anni di proroghe. “Inizia una nuova era, una nuova stagione per gli Intercity”, ha detto l’amministratore delegato di Trenitalia, Barbara Morgante.   Continua a leggere

L’Italia cambia gli autobus. Delrio: “La priorità sono i pendolari. Arrivano 4,5 miliardi di euro”

“Le priorità sono i pendolari e il potenziamento dei trasporti pubblici locali, con un piano da 4,5 miliardi”. Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio in un’intervista al Messaggero. “Il parco mezzi pubblici italiani su gomma è il più vecchio e inquinante d’Europa. Bisogna cambiare. Ne va della qualità del servizio ai cittadini e dell’aria nelle nostre città”, ha spiegato Delrio.

Continua a leggere

L’autotrasporto riparte con Delrio: “Lui conosce già i problemi, non occorrerà rispiegare tutto”

Da Delrio a Delrio. La conferma del ministro alle Infrastrutture e Trasporti piace al mondo dell’autotrasporto. Che non ha tempo da perdere e deve ripartire subito con nuovo slancio. “Avevo auspicato nelle mie comunicazioni alle nostre realtà territoriali che al dicastero dei Trasporti fosse assicurata la continuità politica”, dichiara il presidente di Conftrasporto e vicepresidente di Confcommercio Paolo Uggè. “Il motivo evidente è legato al rapporto che si è instaurato con il ministero che, in caso di cambiamenti, avremmo dovuto ricostruire nel tempo. Tempo che il nostro settore non ha, considerate le urgenze e le tante questioni aperte sul fronte dei trasporti e delle infrastrutture”. A breve ci saranno le nomine dei sottosegretari, in merito ai quali, spiega Uggè, “l’auspicio è identico, per avere la possibilità di confrontarci con chi già conosce i problemi del settore”.

Continua a leggere

Graziano Delrio resta ministro dei Trasporti: sul tavolo ha le nomine dei porti e la fusione Fs-Anas

Graziano Delrio resta ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti anche del Governo Gentiloni. Alla guida del Dicastero di Porta Pia dal 2 aprile 2015, Delrio in precedenza è stato sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con Renzi e ministro per gli Affari regionali con Letta. Medico specializzato in endocrinologia, Delrio in questi primi 20 mesi da ministro dei Trasporti ha spesso parlato di “cura del ferro” per l’Italia e di intermodalità.

Continua a leggere

Ventimila autobus nuovi in 5 anni? Nella legge di Bilancio ci sono 3,5 miliardi per acquistarli

Arrivano i soldi per rinnovare il parco autobus delle città italiane. “Nella nuova legge di Bilancio, se non si fanno scherzi all’ultimo momento, ci sono 3,5 miliardi di euro per rinnovare il parco autobus. Credo non sia mai successo di avere nella storia della Repubblica un così grande investimento sul trasporto pubblico regionale”, ha detto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio a Bari. “Vuol dire che potremo cambiare 20 mila autobus nei prossimi 4-5 anni e rinnovare, visti gli investimenti già in corso, circa il 60 per cento del parco circolante”.  Continua a leggere