Paura delle auto a guida autonoma? Il test di Intel: la fiducia cresce dopo esserci saliti

È tutta una questione di fiducia. Chi, oggi, salirebbe tranquillamente su un’auto senza conducente? Pochi, probabilmente. Secondo Jack Weast, ingegnere senior a capo della divisione Guida autonoma di Intel, “siamo molto vicini al perfezionamento della tecnologia delle auto a guida autonoma, ma il futuro dei veicoli senza conducente non ci porterà da nessuna parte se la gente non avrà fiducia”. Una fiducia che stenta ad arrivare, visto che “un recente studio di AAA ha rilevato che il 75 per cento degli americani ha paura di essere trasportato in auto che si guidano da sole”. In realtà, secondo Intel, chi prova a salire su un’auto senza conducente, poi scende con una bella dose di fiducia in più. Continua a leggere

Auto senza conducente, gli italiani sono ancora scettici. E uno su quattro non ci salirebbe mai

C’è chi storce il naso e chi non ci salirebbe mai. Gli italiani hanno ancora molti dubbi sull’auto a guida autonoma. Secondo lo studio “Auto-Matica”, realizzato dalla Fondazione Aci Filippo Caracciolo e presentato in apertura della 71ª Conferenza del Traffico e della Circolazione, organizzata dall’Automobile Club d’Italia per tracciare lo scenario di riferimento dell’auto a guida autonoma e dei veicoli connessi, soltanto il 48 per cento degli italiani è disposto a provare l’auto senza conducente, mentre uno su quattro non ci salirebbe mai.  Continua a leggere

I bambini andranno a scuola da soli con l’auto senza conducente? C’è l’ok delle mamme

Sono tanti i vantaggi che garantirebbero le auto a guida autonoma. Anche quello di restarsene a casa, mentre il proprio bambino va a scuola, da solo, in macchina. Alcune mamme sarebbero già pronte a vestire il proprio pargolo e a dargli le chiavi dell’auto. Secondo una ricerca commissionata da Ford, il 16 per cento delle madri europee si fiderebbe già ora a lasciar viaggiare i propri figli da soli su un’auto senza conducente. Il sondaggio, realizzato da Penn Schoen Berland, ha interessato un campione di 5.000 persone residenti in Gran Bretagna, Germania, Francia, Spagna e Norvegia. Continua a leggere

Guida autonoma, i primi test arrivano in Europa: auto in circolazione a Lisbona, Madrid e Parigi

Arrivano anche in Europa i primi test su strada dei veicoli con guida autonoma. Con Autocits, il progetto guidato dalla società di consulenza Indra, a Lisbona, Madrid e Parigi si vedranno le auto senza conducente sulle strade. L’obiettivo è quello di facilitare “la diffusione di veicoli senza guidatore nei centri urbani attraverso lo sviluppo di servizi cooperativi di trasporto intelligente che consentiranno a veicoli, utenti e infrastrutture di condividere informazioni più facilmente” ma anche di “collaborare alla definizione di un quadro regolatorio e di norme per il traffico al fine di migliorare l’interoperabilità dei veicoli autonomi, assicurandone, al contempo, l’uso corretto sulle strade di tutti i Paesi europei e una coesistenza sicura degli stessi con gli altri veicoli tradizionali”.  Continua a leggere

Apple Car addio, Cupertino rinuncia all’auto: proverà a realizzare solo il software

L’Apple Car resterà un sogno incompiuto? Sembra proprio di sì. Dopo che il New York Times aveva parlato qualche settimana fa dell’addio al progetto (clicca qui), anche Bloomberg rilancia la notizia. Secondo il media statunitense, il team di circa mille persone che Apple aveva costruito per realizzare un’auto senza conducente si sta assottigliando sempre più, con centinaia di persone che abbandonano di propria iniziativa o vengono assegnate ad altri compiti.  Continua a leggere

La brusca frenata della Apple Car, Cupertino dice addio al progetto dell’auto senza guidatore

È tramontato il sogno di Apple di sfidare Google anche sul terreno delle auto senza guidatore. Secondo il New York Times, infatti, Cupertino ha licenziato decine di esperti e dipendenti che negli ultimi anni hanno lavorato al segretissimo “Project Titan”. Da Apple, almeno per ora, non arrivano conferme del ridimensionamento, ma secondo gli esperti potrebbe essere il preludio all’addio alla progettazione e alla costruzione della Apple Car.  Continua a leggere

Navi cargo senza comandante, anche Rolls Royce sta lavorando alla rivoluzione dei mari

Da ultimo ad abbandonare la nave a “optional” di cui si può fare a meno. Dura la vita dei capitani. L’industria dei trasporti nautici sta infatti lavorando a cargo in grado di navigare con un equipaggio minimo o addirittura in modo autonomo. Dopo le auto senza conducente, potrebbero quindi arrivare le navi senza capitano. Sarebbe la svolta più significativa da quando i motori diesel hanno rimpiazzato il vapore. Continua a leggere

L’auto di Uber? Potrebbe arrivare senza conducente: a fine mese i primi test con Volvo

Ora ci prova anche Uber. Il servizio di auto a noleggio con conducente con prenotazione tramite app imbocca la strada delle vetture a guida autonoma, sulla scia di quanto stanno provando a fare già in molti, come Google, Apple, Fca e Ford. La prima flotta di auto Uber senza pilota arriverà sulle strade di Pittsburgh, negli Usa, a fine mese. I clienti richiederanno la vettura come sempre attraverso la app e in base a una selezione casuale potrà arrivare un’auto senza pilota: al posto di guida, almeno per ora, ci sarà comunque un autista pronto a prendere il controllo dell’auto in caso di imprevisti. Continua a leggere

L’auto senza conducente ha imparato a suonare il clacson. Google: “Sarà gentile”

Ora sanno anche suonare il clacson. Le auto a guida autonoma di Google stanno diventando sempre più “umane”. È vero, non hanno ancora imparato a imprecare oppure a fare dei gestacci, ma le Google Car hanno capito quando e come emettere un avviso sonoro. Scherzi a parte, l’evoluzione è utile perché permette di segnalare la presenza dell’auto senza conducente, per esempio a un automobilista distratto. Continua a leggere

Auto senza conducente, Marchionne ci crede: “Sulla strada entro cinque anni”

Nel giro di cinque anni le auto senza conducente potrebbero essere sulle strade. La previsione è di Sergio Marchionne che ha parlato dell’accordo di Fca con Google per sviluppare questa tecnologia. Le 100 Chrysler Pacifica utilizzate per i test, ha spiegato Marchionne, avranno un look ”fisicamente diverso”, dopo che Google avrà installato i suoi sensori e la tecnologia per far sì che l’auto non abbia bisogno di guidatore. Continua a leggere