Autostrade del mare, gli incentivi per usarle rischiano di non essere confermati?

Gli incentivi per far viaggiare  i Tir sui traghetti lungo le autostrade del mare funzionano, grazie al “Marebonus” molte merci si sono spostate dall’asfalto all’acqua, ma questo potrebbe non bastare per far sì che questi aiuti economici continuino a essere garantiti,  quantomeno  con le modalità a oggi previste. Alla vigilia del rinnovo dello strumento adottato con la legge di Stabilità per il triennio 2016-2018 con l’obiettivo  proprio di sviluppare la modalità combinata strada-mare attraverso la creazione di nuovi servizi marittimi e il miglioramento di quelli già esistenti, grosse nuvole sembrano addensarsi quella che è stata definita una “misure di stimolo” per trovare vie alternative al congestionatissimo trasporto su strada. Continua a leggere

Autostrada Roma-Teramo “limitata” per i Tir? Toninelli: “Non vogliamo un’altra Genova”

Sulla A24, l’autostrada che collega Roma a Teramo passando per l’Aquila serve una disciplina rigorosa per i mezzi pesanti. Ad affermarlo, in un’intervista al quotidiano il Messaggero, è il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, che ha auspicato che le limitazioni ai mezzi pesanti inizino “il prima possibile”, perché, ha aggiunto sempre il ministro, “non c’è tempo da perdere, perché non possiamo permetterci un’altra Genova. Il Paese ha bisogno di un grande piano di manutenzione e questa è la più grande opera che serve all’Italia” . Continua a leggere

Risorse e regole: solo così l’autotrasporto potrà continuare a trainare l’economia italiana

Risorse e regole: sono questi i due elementi indispensabili perché l’Italia possa  realizzare un sistema di mobilità delle merci meno inquinante, più sicuro, più efficiente e competitivo rispetto a quello attuale, obiettivo raggiungibile solo se sarà a tutti ben chiaro che questa è una partita  da giocare insieme, mondo dell’autotrasporto e mondo politico, ognuno col proprio ruolo, ma seguendo la stessa strada condivisa. Parola di Sergio Piardi, presidente della Fai, federazione autotrasportatori italiani, di Brescia, che presentando l’assemblea generale in programma domenica mattina nella Sala conferenze Corrado Faissola di UBI Banca in  piazza Monsignor Almici 11, ha voluto anticipare alcuni dei temi caldi sul tavolo. Continua a leggere

Ponte Morandi abbattuto in tre mesi con esplosivi e robot da Autostrade per l’Italia?

Il Ponte Morandi a Genova potrebbe essere demolito in tre mesi, rinunciando a smontarlo pezzo per pezzo ma utilizzando esplosivi e robot, e  a farlo potrebbe essere  la concessionaria società Autostrade per l’Italia che potrebbe essere così “ripescata”  se non nella ricostruzione del cavalcavia quantomeno per le attività  “preparatorie” al ripristino dell’infrastruttura, con la demolizione e la rimozione delle macerie? Ad avanzare l’ipotesi è un articolo del Corriere della Sera che precisa come la possibile svolta nella vicenda relativa alla tragedia di Genova potrebbe avvenire grazie a un emendamento presentato da Lega e M5S  per accelerare i tempi dell’apertura dei cantieri. Continua a leggere

Gasolio di contrabbando, sequestrati 60mila litri. Caccia ai trasportatori che l’hanno acquistato

Sessantamila litri di gasolio acquistato a prezzi agevolati per usi agricoli ma rivenduto per alimentare autoveicoli sono stati sequestrati dagli agenti dela Guardia di Finanza di Foggia che hanno arrestato due persone, denunciandone altre nove, con l’accusa di  contrabbando di prodotti energetici. Il gasolio veniva venduto al prezzo di un euro al litro tramite il passaparola nei comuni di  Cerignola, Lucera, Ordona e Sant’Agata di Puglia dove gli acquirenti potevano anche contare sulla “consegna a domicilio”  tramite due autocisterne e cinque furgoni, che sono stati sequestrati.  Continua a leggere

Sotto le macerie del ponte a Genova è rimasta sepolta anche la credibilità di certi politici

Fare demagogia, facendo promesse che hanno come scopo solo quello di accaparrarsi consensi politici, è di per se brutto. Farlo di fronte alla tragedia del ponte Morandi è mostruoso. È per questo, per il rispetto che si deve alle vittime e ai cittadini di Genova colpiti dalle conseguenze del crollo, che occorre rifuggere da qualsiasi forma di demagogia pensando a una sola cosa: velocizzare le procedure per ricostruire il collegamento autostradale che è venuto a mancare.  Ed è per questo che è necessario oggi che la “politica politicante” si faccia da parte, lasciando spazio ai sentimenti e al raziocinio. Oggi esiste un commissario al quale occorre affidarsi e che deve essere sostenuto. Le sue prime esternazioni sono da sottoscrivere in pieno. Continua a leggere

L’impresa di trasporti deve insegnare l’italiano ai camionisti stranieri o rischia una condanna

Le imprese di autotrasporto italiane danno lavoro a cittadini stranieri che non parlano troppo bene la nostra lingua e non provvede a fare formazione aiutandoli a impararla? In caso d’incidenti i titolari della società potrebbero finire sul bando degli imputati come accaduto alla responsabile di un’impresa di autotrasporti di Gorizia dopo che autista di origini serbe suo dipendente ha investito un collega bosniaco mentre stava svolgendo una retromarcia per parcheggiare l’autoarticolato, causandogli la frattura del perone della gamba destra. Continua a leggere

Tir sovraccarichi sul ponte crollato a Genova? La procura ne fa sequestrare due

Due tir che stavano percorrendo il Ponte Morandi al momento del crollo del cavalcavia sul torrente Polcevera viaggiavano sovraccarichi? È quanto vuole scoprire una volta per tutte  il pubblico ministero Walter Cotugno che ha incaricato gli agenti della Guardia di Finanza di sequestrare i resti di due autoarticolati precipitati. Continua a leggere

Auto elettriche, tutto quello che avreste voluto sapere su come e quando ricaricarle…

Il futuro dell’auto è elettrico? A giudicare dalle “manovre” fatte da molti costruttori verrebbe da rispondere assolutamente di sì. Ma perché la “rivoluzione” (perché di questo si tratta) possa davvero avvenire occorre che sia pronto anche il mercato di chi  questi mezzi dovrà”alimentarli”:  l’italia è davvero pronta a “rifornire” i nuovi mezzi elettici? Una domanda che stradafacendo.tgcom 24 ha rivolto ai responsabili di una delle (pochissime) realtà impegnate nella “costruzione” di una rete di impianti di rifornimento, pubblici e privati, di energia elettrica per auto (e non solo): la Scame di Parre, in provincia di Bergamo. Continua a leggere

Basta una chiavetta Usb per falsificare i dati di percorrenza dei tir e moltiplicare i pericoli

La tecnologia può essere uno straordinario alleato di chi ricerca sempre più sicurezza sulle strade, ma allo stesso tempo anche di chi quella stessa sicurezza è dispostissimo a metterla in pericolo, magari anche solo per guadagnare pochi euro in più, per esempio guidando un tir oltre il consentito falsando i dati di percorrenza. La conferma arriva da Moréac, in Bretagna, dove una pattuglia di agenti ha scoperto un sistema sofisticato per manomettere le rilevazioni del cronotachigrafo digitale su un camion polacco: una chiavetta Usb inserita in una porta accuratamente celata dietro il cruscotto che permetteva di annullare le rilevazioni del cronotachigrafo intervenendo direttamente sul software di gestione. Continua a leggere