Fermare lo smog solo mettendo i tir su treni e navi? È come svuotare il mare con un secchiello

Pensare di ripulire l’aria togliendo i camion da strade e autostrade per caricarli a bordo dei treni, ma anche dei traghetti, è come credere di poter svuotare il mare con un secchiello? È, in estrema sintesi, quanto pensa Paolo Uggè, vicepresidente nazionale di Conftrasporto e Confcommercio secondo il quale far viaggiare i tir via rotaia e via mare offre sicuramente un importante contributo alla lotta all’inquinamento, ma le vere armi per combattere e vincere davvero la battaglia sono altre: prima fra tutti il rinnovo parco mezzi.
Commentando l’annuncio da parte di Alis sulla riduzione dei mezzi pesanti lungo le strade grazie al trasporto su ferro e mare, Continua a leggere

Il messaggio elettorale dell’autotrasportatrice ai colleghi: “Sono una di voi, trainatemi in Europa”

Sono una di voi e ho bisogno di voi per far sì che l’autotrasporto, vero motore dell’Italia, sia rappresentato in Europa da tecnici e non solo da politici troppo spesso distanti anni luce dai problemi del settore. Carlotta Caponi, autotrasportatrice umbra, ha scelto un messaggio video (cliccate qui per vederlo) per chiedere alla categoria di mandare un “proprio” esponente nell’Europarlamento…

 

Tav, l’invito agli autotrasportatori a non votare i candidati che vogliono fermare le infrastrutture

Il mondo dell’autotrasporto ha ribadito con forza il proprio sì alla Tav sottolineando come il completamento della Torino-Lione rappresenti un elemento per la competitività del Paese sul futuro mercato europeo e mondiale. Un’infrastruttra prioritaria, come evidenzia il manifesto di Conftrasporto-Confcommercio presentato all’Ascom di Torino dal presidente nazionale Fai, Paolo Uggè, realizzato in vista delle elezioni e già inviato ai candidati, che pone come elementi chiave “realizzare le reti Ten-T, contrastare la concorrenza sleale, perseguire la sostenibilità ambientale, avere una visione continentale per gestire e non subire la ‘Nuova via della Seta’”.”Le parole d’ordine per il futuro del Paese sono accessibilità e connettività. Continua a leggere

L’Italia è il Paese che esporta di più, ma l’80 per cento delle sue merci viaggia su tir stranieri

“La Torino-Lione è una grande opportunità che consentirebbe di recuperare la competitività che abbiamo perso e di recuperare uno squilibrio, rispetto al settore trasporti dei Paesi neo comunitari, che vale 3,17 miliardi, pari 100 mila posti di lavoro”. Ad affermarlo è stato il presidente della Fai, Federazione autotrasportatori italiani, di Torino Enzo Pompilio in occasione della presentazione del Documento di politica dei trasporti della federazione degli autotrasportatori. “L’Italia il Paese che esporta di più, ma oggi l’80per cento del traffico per il trasporto delle materie prime lo fanno mezzi di Paesi dove il costo del lavoro è più basso e il nostro Paese è fra gli ultimi per quanto riguarda la bilancia dei pagamenti”, ha aggiunto Enzo Pompilio, Continua a leggere

Ubriaco al volante dello scuolabus che si ribalta. L’aveva già fatto egli era stata tolta la patente

Aveva diversi precedenti penali e nel 2017 gli era stata ritirata la patente per guida in stato di ebbrezza. Ma nonostante questo Deniss Pandirus, rumeno di 51 anni dipendente di una cooperativa, si è messo, sotto l’effetto dell’alcol, alla guida di uno scuolabus con a bordo 15 ragazzini delle scuole medie che dopo aver sbandato si è ribaltato provando il ferimento di otto studenti che il conducente non ha neppure per un istante pensato di soccorrere fuggendo forse per non essere sottoposto all’alcol test. Controllo al quale non è però potuto fuggire quando qualche ora dopo è stato trovato dai carabinieri di Padova nelle campagne della zona di Arquà Petrarca, in provincia di Padova, risultando positivo. Continua a leggere

Ncc, nuova marcia su Roma. “Norme violate e più costi, ma Toninelli non ci ascolta neppure”

“Saremo in tanti e faremo sentire la nostra voce a chi, come il ministro alle Infrastrutture e ai trasporti Danilo Toninelli, fino a oggi  ha rifiutato anche solo di ascoltare le nostre osservazioni su un impianto normativo che ci obbliga a violare i regolamenti europei e ci costringe a aumentare insensatamente i costi a carico dell’ambiente e dei consumatori. Il riferimento è alle norme introdotte dal Governo nel decreto che obbligano gli Ncc a compilare fogli di presenza sui propri clienti violandone la  privacy e a rientrare nel proprio garage dopo ogni servizio”. Ad affermarlo sono stati Giorgio Dell’Artino, presidente del Comitato  Air e Francesco Artusa, fondatore di Fai trasporto persone, annunciando l’adesione alla manifestazione promossa dalle aziende di trasporto non di linea con conducente in programma il 20 maggio a Roma davanti alla sede del ministero dei Trasporti. Continua a leggere

L’autotrasportatrice candidata in Europa per guidarla a risolvere i problemi della categoria

Svolgere un’attività che “incrocia” continuamente la propria strada con quella della politica, “scontrandosi” spesso con interlocutori che non conoscono quel lavoro, quel mondo, facendo così perdere nei migliori dei casi tempo e nei peggiori denaro e opportunità di crescita a moltissime imprese, può rappresentare un carico pesantissimo da dover trasportare, un freno a mano tirato divenuto insopportabile. È per questo che un’ampia fetta dell’autotrasporto italiano sta facendo il tifo perché alle prossime elezioni europee quel “tratto di strada” che troppe volte ha di fatto separato i lavoratori dal settore dalla politica venga “colmato”. Nel modo più semplice ed efficace: facendo sedere un rappresentante del settore, un imprenditore dell’autotrasporto direttamente su una poltrona dell’Europarlamento, in modo che possa guidare i nuovi “colleghi politici” a capire i reali problemi del settore, a trovare le soluzioni. Continua a leggere

Auto con conducente, “complimenti” al Governo che mette sul lastrico migliaia di famiglie

“Complimenti al governo per la brillante operazione sui noleggiatori di auto con conducente che metterà sul lastrico migliaia di operatori e le loro famiglie”. A fare i complimenti (sarcastici) al Governo è il vicepresidente di Confcommercio e Conftrasporto Paolo Uggè, preoccupato per la sorte delle imprese di Ncc messe da ieri ‘in mezzo a una strada’ che sembra senza via d’uscita. “Dalla mezzanotte di martedì è scattato il regime sanzionatorio, stabilito dall’articolo 10-bis del decreto del 2018, che pone alle imprese di Ncc paletti talmente rigidi da impedirne l’attività”, denuncia Paolo Uggè, “di qui l’interrogazione, nei giorni scorsi, di alcuni deputati del Pd, che hanno chiesto al governo di provvedere nell’immediato a un ulteriore differimento del termine del 14 maggio per l’entrata in vigore delle sanzioni. Continua a leggere

Tir elettrici? Per una vera “svolta” ci vorranno almeno 10 anni. E per l’idrogeno di più

Tir elettrici? Arriveranno, ma per il lungo raggio occorrerà attendere almeno ancora 10 anni, mentre per l’idrogeno ci vorrà anche di più perché il procedimento è molto costoso. Nel frattempo una valida “soluzione ponte” potrà essere rappresentata dai Tir alimentati a Lng. Parola di Franco Fenoglio presidente della Sezione veicoli industriali di Unrae. (Cliccate qui per vedere il video sulla pagina facebook di stradafacendo).

Le auto aziendali “scaricheranno” tutta l’Iva? Salvini: “Pronti a lavorarci in autunno”

L’Iva sulle auto aziendali presto potrà essere interamente detratta anche in Italia e non più solo per un valore del 40 per cento della vettura acquistata? A lanciare l’idea a Verona, dal palco dell’ Automotive Dealer Day di Quintegia,  società che svolge attività di ricerca, eventi e formazione per i diversi operatori del settore automobilistico, è stato il vicepremier Matteo Salvini che dopo aver annunciato il proprio impegno, quello della Lega e del Governo  “a operare già dalla manovra finanziaria del prossimo autunno per portare il settore italiano dell’auto ai livelli degli altri Paesi europei” ha aggiunto di pensare proprio “alla possibile detraibilità totale dell’Iva sulle auto aziendali, che solo in Italia è parziale. Continua a leggere