Consumi e inquinamento, Scania conquista per la terza volta consecutiva il premio Green Truck

Per vincere una partita decisiva per il futuro del pianeta come quella che si sta “giocando” in tutto il mondo puntando a risparmiare più carburanti possibile e a inquinare il meno possibile attraverso l’uso di motori e carburanti “alternativi”, occorre avere ottime carte. Quelle in mano a Scania sono ottime: per l’esattezza un full, che nel gioco del poker corrisponde a un un tris e una coppia insieme. Un full che il marchio svedese ha “calato” sul tavolo del “Green Truck 2019” (premio basato su un test comparativo, promosso dalle riviste di settore VerkehrsRundschau e Trucker, focalizzato sui consumi) conquistando il primo posto sia nella graduatoria del veicolo più efficiente dal punto di vista dei consumi sia in quella del più rispettoso dell’ambiente nella sua categoria e abbinando a questa coppia di successi il tris ottenuto aggiudicandosi il premio in questa competizione per la terza volta consecutiva. A contribuire a sbancare” il piatto ci ha pensato un ‘”asso nella manica”: lo Scania R 450, che ha sbaragliato la concorrenza di 13 veicoli in gara facendo registrare il minore consumo medio di carburante (23,25 litri di diesel per 100 chilometri) e le minori emissioni di gas serra – CO2e (738 grammi per chilometro) con la velocità media più elevata (80,42 km/h sullo stesso percorso di prova di 353 km). “È un onore per Scania ricevere questo premio, soprattutto perché si tratta della terza vittoria consecutiva. Il Green Truck 2019 award rafforza ulteriormente quello che i nostri clienti di tutto il mondo hanno già potuto testare, ovvero gli eccellenti consumi registrati dallo Scania R 450”, ha evidenziato Alexander Vlaskamp, Head of Scania Trucks che ha potuto festeggiare anche un altro dato: quello relativo alla quota di mercato di Scania in Europa che ha visto un importante successo, con un punteggio record del 19,1% ottenuto nel primo trimestre del 2019. E, come non bastasse, sul podio del premio è salito, sul terzo gradino, anche un altro veicolo Scania, il G 410, con un consumo medio di 24,02 litri di diesel per 100 chilometri e emissioni di gas serra (CO2e) pari a 762 grammi per chilometro.Ai veicoli in gara è stato richiesto di agganciare un semirimorchio di prova per una massa totale a terra di poco meno di 32 tonnellate, a seconda dell’allestimento del veicolo. Inoltre, la potenza del motore doveva essere al di sotto dei 500 CV. “Il premio in tema sostenibilità va per la terza volta di fila a Södertälje (il comune svedese dove è cresciuto il campionissimo di tennista Björn Borg e dove ha il quartier generale Scania): Una serie positiva che i concorrenti proveranno senza dubbio ad interrompere nel 2020!”, ha evidenziato la rivista VerkehrsRundschau.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *