Chiusure al Brennero, la strada della diplomazia non basta per fermare l’arroganza austriaca 

Il mondo dell’autotrasporto ha da tempo lanciato l’allarme sui collegamenti con il resto d’Europa che rischiano di ostacolare tutto il sistema produttivo nazionale “fermato” da una barriera alpina diventata quasi invalicabile per colpa dei continui divieti applicati dal governo austriaco d’intesa con quello del Tirolo. Manovre, attuate da chi forse pensa ancora di essere ai tempi dell’impero austro-ungarico e non sembra voler mettere in alcun modo da parte l’arroganza nei confronti del nostro Paese, contro le quali il ministro per le Infrastrutture e i trasporti Danilo Toninelli ha riconfermato la volontà di mettere in campo una pressante azione da condurre a livello comunitario nei confronti del governo austriaco. Continua a leggere

Inaccettabile che il Tirolo fermi i Tir italiani al Brennero. Toninelli scrive a Bruxelles

“Un divieto settoriale come quello prospettato dal Governo austriaco al valico del Brennero è inaccettabile. È una decisione che penalizzerebbe esclusivamente il traffico di transito e tutelerebbe quello interno, a danno dell’autotrasporto da e per l’Italia e, di rimando, delle imprese degli altri Stati membri”. Continua a leggere

Violeta Bulc: “Il numero chiuso ai Tir al Brennero può scattare solo in casi eccezionali”

Il numero chiuso ai Tir al Brennero è una manovra che deve essere limitata a circostanze eccezionali per il suo impatto negativo sulle regioni vicine. Ad affermarlo è stata la commissaria europea ai Trasporti, Violeta Bulc, che rispondendo alle lamentele della rappresentanza del governo italiano a Bruxelles ha evidenziato anche come “un’applicazione frequente di queste misure unilaterali non aiuti nella ricerca di una soluzione consensuale che può essere supportata da tutte le regioni interessate, soluzione che cerchiamo di raggiungere nel contesto del meeting dei ministri dei Trasporti del corridoio del Brennero. Continua a leggere

Caso Brennero, Confcommercio da Violeta Bulc: “Le misure danneggerebbero l’intera filiera”

La preoccupazione dell’autotrasporto per l’ipotesi di contingentamento del traffico pesante sul Brennero, voluto dal Tirolo, arriva nelle mani di Violeta Bulc. Stefano Spennati, senior advisor di Confcommercio per le politiche dei trasporti e della logistica, ha infatti incontrato la commissaria europea ai Trasporti, a margine del Gala di CER. Spennati ha consegnato a Violeta Bulc il comunicato stampa del vicepresidente confederale Paolo Uggè, “con la reale preoccupazione di azioni, da parte del Governo del Tirolo, che possano danneggiare non solo l’economia del trasporto e della logistica ma l’intero comparto della filiera”, si legge in una nota. Continua a leggere

Camionisti a casa ogni tre settimane. Bulc: “Devono avere alloggi adeguati fuori cabina”

“I camionisti devono avere un alloggio adeguato fuori cabina e dovrebbero poter tornare a casa ogni tre settimane”. Lo ha detto la commissaria europea per i Trasporti, Violeta Bulc, nel corso di un’audizione davanti alle commissione Lavori pubblici e Trasporti del Senato e della Camera, riferendosi alla direttiva sui lavoratori nel settore dei Trasporti.  Continua a leggere

Fondi europei per i trasporti, 91,4 milioni per 12 progetti in Italia. Nessuno al Sud

C’è anche un “pacchetto” complessivo da 91,4 milioni di euro destinato all’Italia tra i progetti finanziati dalla Commissione europea venerdì. Bruxelles ha infatti annunciato i vincitori del secondo bando della “Connecting Europe Facility”, lo strumento finanziario europeo per le infrastrutture: in totale sono stati assegnati 6,5 miliardi, per 195 progetti. Continua a leggere

In vacanza in aereo, l’Ue fa volare i diritti dei passeggeri: stilate le linee guida

Quali sono i diritti dei passeggeri degli aerei? Le vacanze estive sono pronte al decollo e venerdì la Commissione europea ha adottato delle linee guida per chiarire le regole già esistenti (in realtà spesso poco o male applicate), ideate per tutelare chi viaggia e si trova a dover fare i conti con ritardi significativi, cancellazioni o la perdita della coincidenza. Continua a leggere

Salario minimo ai camionisti stranieri? “Non impedirà la concorrenza sleale”

Un giudizio positivo, ma espresso con la consapevolezza che si poteva e si dovrà fare di più. Il giudizio è quello con il quale il presidente nazionale di Fai Conftrasporto e vicepresidente nazionale di Confcommercio Paolo Uggé ha commentato i provvedimenti adottati dall’Europa  per evitare il dumping sociale nel settore dell’autotrasporto nel vecchio Continente. Una valutazione che sa di una “promozione” rimandata a quando “si sarà andati al di là dell’obbligo del salario minimo attualmente previsto” come ha sottolineato Paolo Uggé, invitato dalla Commissione europea a partecipare ai lavori della Conferenza sul trasporto stradale. Continua a leggere

La rotta per i porti del Nord Adriatico? Investire di più e non dormire sugli allori

“I porti dell’Alto Adriatico non devono ‘dormire sugli allori’ ma investire di più”. Lo ha detto a Trieste la Commissaria Ue ai Trasporti, Violeta Bulc, al termine di un vertice sulle infrastrutture dell’area tenuto assieme alla presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, e ai rappresentanti degli scali e delle infrastrutture ferroviarie. Gli scali del Nord Adriatico, ha sottolineato Violeta Bulc, “sono una finestra per beni e merci dirette dall’Asia verso i grandi centri industriali dell’Europa centrale, come la Germania meridionale, la Polonia. Mi auguro che riescano a collaborare per realizzare economie di scala, e perché ogni investimento garantisce la migliore circolazione e la qualità delle merci”. Continua a leggere

L’Europa si vuole muovere in bicicletta: “Favoriamo la cultura delle due ruote”

Fa bene alla salute, contribuisce alla crescita economica, non inquina. L’Unione europea loda la bicicletta e decide di promuovere il suo utilizzo come mezzo di trasporto. Ne sono convinti i ministri dei Trasporti dell’Unione europea che ne hanno discusso in una riunione. Le due ruote, ha spiegato Francois Baush, ministro dello Sviluppo sostenibile e infrastrutture del Lussemburgo (presidenza di turno dell’Ue), “sono il mezzo più efficace per coprire distanze al di sotto dei sette chilometri”. Continua a leggere