Violeta Bulc: “Il numero chiuso ai Tir al Brennero può scattare solo in casi eccezionali”

Il numero chiuso ai Tir al Brennero è una manovra che deve essere limitata a circostanze eccezionali per il suo impatto negativo sulle regioni vicine. Ad affermarlo è stata la commissaria europea ai Trasporti, Violeta Bulc, che rispondendo alle lamentele della rappresentanza del governo italiano a Bruxelles ha evidenziato anche come “un’applicazione frequente di queste misure unilaterali non aiuti nella ricerca di una soluzione consensuale che può essere supportata da tutte le regioni interessate, soluzione che cerchiamo di raggiungere nel contesto del meeting dei ministri dei Trasporti del corridoio del Brennero. Continua a leggere

Caso Brennero, Confcommercio da Violeta Bulc: “Le misure danneggerebbero l’intera filiera”

La preoccupazione dell’autotrasporto per l’ipotesi di contingentamento del traffico pesante sul Brennero, voluto dal Tirolo, arriva nelle mani di Violeta Bulc. Stefano Spennati, senior advisor di Confcommercio per le politiche dei trasporti e della logistica, ha infatti incontrato la commissaria europea ai Trasporti, a margine del Gala di CER. Spennati ha consegnato a Violeta Bulc il comunicato stampa del vicepresidente confederale Paolo Uggè, “con la reale preoccupazione di azioni, da parte del Governo del Tirolo, che possano danneggiare non solo l’economia del trasporto e della logistica ma l’intero comparto della filiera”, si legge in una nota. Continua a leggere

Camionisti a casa ogni tre settimane. Bulc: “Devono avere alloggi adeguati fuori cabina”

“I camionisti devono avere un alloggio adeguato fuori cabina e dovrebbero poter tornare a casa ogni tre settimane”. Lo ha detto la commissaria europea per i Trasporti, Violeta Bulc, nel corso di un’audizione davanti alle commissione Lavori pubblici e Trasporti del Senato e della Camera, riferendosi alla direttiva sui lavoratori nel settore dei Trasporti.  Continua a leggere

Fondi europei per i trasporti, 91,4 milioni per 12 progetti in Italia. Nessuno al Sud

C’è anche un “pacchetto” complessivo da 91,4 milioni di euro destinato all’Italia tra i progetti finanziati dalla Commissione europea venerdì. Bruxelles ha infatti annunciato i vincitori del secondo bando della “Connecting Europe Facility”, lo strumento finanziario europeo per le infrastrutture: in totale sono stati assegnati 6,5 miliardi, per 195 progetti. Continua a leggere

In vacanza in aereo, l’Ue fa volare i diritti dei passeggeri: stilate le linee guida

Quali sono i diritti dei passeggeri degli aerei? Le vacanze estive sono pronte al decollo e venerdì la Commissione europea ha adottato delle linee guida per chiarire le regole già esistenti (in realtà spesso poco o male applicate), ideate per tutelare chi viaggia e si trova a dover fare i conti con ritardi significativi, cancellazioni o la perdita della coincidenza. Continua a leggere

Salario minimo ai camionisti stranieri? “Non impedirà la concorrenza sleale”

Un giudizio positivo, ma espresso con la consapevolezza che si poteva e si dovrà fare di più. Il giudizio è quello con il quale il presidente nazionale di Fai Conftrasporto e vicepresidente nazionale di Confcommercio Paolo Uggé ha commentato i provvedimenti adottati dall’Europa  per evitare il dumping sociale nel settore dell’autotrasporto nel vecchio Continente. Una valutazione che sa di una “promozione” rimandata a quando “si sarà andati al di là dell’obbligo del salario minimo attualmente previsto” come ha sottolineato Paolo Uggé, invitato dalla Commissione europea a partecipare ai lavori della Conferenza sul trasporto stradale. Continua a leggere

La rotta per i porti del Nord Adriatico? Investire di più e non dormire sugli allori

“I porti dell’Alto Adriatico non devono ‘dormire sugli allori’ ma investire di più”. Lo ha detto a Trieste la Commissaria Ue ai Trasporti, Violeta Bulc, al termine di un vertice sulle infrastrutture dell’area tenuto assieme alla presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, e ai rappresentanti degli scali e delle infrastrutture ferroviarie. Gli scali del Nord Adriatico, ha sottolineato Violeta Bulc, “sono una finestra per beni e merci dirette dall’Asia verso i grandi centri industriali dell’Europa centrale, come la Germania meridionale, la Polonia. Mi auguro che riescano a collaborare per realizzare economie di scala, e perché ogni investimento garantisce la migliore circolazione e la qualità delle merci”. Continua a leggere

L’Europa si vuole muovere in bicicletta: “Favoriamo la cultura delle due ruote”

Fa bene alla salute, contribuisce alla crescita economica, non inquina. L’Unione europea loda la bicicletta e decide di promuovere il suo utilizzo come mezzo di trasporto. Ne sono convinti i ministri dei Trasporti dell’Unione europea che ne hanno discusso in una riunione. Le due ruote, ha spiegato Francois Baush, ministro dello Sviluppo sostenibile e infrastrutture del Lussemburgo (presidenza di turno dell’Ue), “sono il mezzo più efficace per coprire distanze al di sotto dei sette chilometri”. Continua a leggere

Delrio chiede fondi all’Europa: “Rafforzare gli investimenti nelle infrastrutture”

La Commissione europea deve “rafforzare gli investimenti” nelle infrastrutture per i trasporti sia attraverso la Connecting Europe Facility (Cef) sia attraverso il fondo del Piano Juncker (Efsi). È la richiesta del ministro dei trasporti Graziano Delrio alla commissaria Ue per i trasporti  Violeta Bulc durante un incontro a Bruxelles. L’Italia punta a farvi ricorso soprattutto per “lo sviluppo dei nodi di collegamento tra porti e ferrovie e aeroporti e ferrovie”, ma anche per i “progetti di sviluppo ferroviario delle reti Ten-T” e per il “Valico dei Giovi o Terzo valico”, che è finora “rimasto fuori” dalla lista dei progetti prioritari dell’Ue. Continua a leggere

Pedaggi pagati soltanto dagli stranieri, la Germania finisce nel mirino dell’Ue

La Germania finisce nel mirino dell’Unione europea per la questione dei pedaggi autostradali che di fatto verrebbero pagati soltanto dagli stranieri. La Commissione ha infatti deciso di aprire una procedura d’infrazione. La norma tedesca, sostiene Bruxelles, violerebbe l’articolo 18 del Trattato Ue che vieta discriminazioni tra cittadini dell’Unione. Continua a leggere