L’emergenza smog non si risolve bloccando le auto. Ecco la “ricetta” dell’Aci

“I dati sulla qualità dell’aria nelle città italiane dimostrano ancora una volta che i problemi non si risolvono bloccando le auto, perché ai veicoli è imputabile solo una piccola parte delle emissioni inquinanti. Soprattutto in questo regime di emergenza bisogna puntare il dito su altre fonti inquinanti. In una strategia di lungo periodo è comunque evidente che anche l’automobile può dare il suo contributo se inquadrata in una logica sistemica, oggettiva e senza pregiudizi”. Lo ha dichiarato  il presidente dell’Automobile Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani, commentando l’andamento dello smog urbano dopo gli ultimi provvedimenti sulla mobilità privata.  Continua a leggere

Dove avvengono gli incidenti? Un nuovo sito mostra i dati strada per strada

È nato poco prima di Natale lis.aci.it, il nuovo portale realizzato dall’Aci dedicato alla consultazione dei dati annuali relativi agli incidenti stradali e alla loro localizzazione sulla rete viaria principale. Nel nuovo portale, liberamente accessibile a tutti, sono contenute due tipologie di dati: le statistiche degli incidenti stradali consultabili a livello di unità amministrativa (Italia, Regioni, Province); i focus delle statistiche sulla rete viaria principale, cioè su autostrade (comprese tangenziali, raccordi, diramazioni e trafori), strade di interesse nazionale e tutte le strade regionali e provinciali precedentemente gestite dall’Anas. Continua a leggere

Leone marino attraversa l’autostrada, traffico nel caos in California

Paese che vai, problemi che trovi. Ci siamo occupati di recente dei problemi causati dalla presenza di animali selvatici sulle strade e dei pericoli che corrono gli automobilisti. Ma quello che è avvenuto nei giorni scorsi in California supera anche la più fervida fantasia. Una speciale operazione di soccorso è stata allestita per togliere un leone marino da un’autostrada in California, dopo che l’animale (una femmina “molto determinata”, hanno detto gli esperti) ha cercato più volte di attraversare le corsie, gettando il traffico nel caos. Continua a leggere

Gli autobus di Cremona sono guidati dai tedeschi: al volante c’è il Gruppo Arriva

Saranno i tedeschi a gestire il trasporto pubblico di Cremona. Arriva Italia, dal 2010 di proprietà delle Ferrovie tedesche (Db), ha infatti rilevato il 51 per cento non ancora posseduto di Km, società messa in vendita da Aem Cremona tramite una gara. Arriva Italia possedeva già il 49 per cento della società del trasporto pubblico locale, che ha un fatturato annuo di 11 milioni di euro, dispone di una flotta di 100 autobus e impiega 111 dipendenti. Continua a leggere

Omicidio stradale e riforma dei porti: è la solita politica di tante parole e pochi fatti

Il 2015 se ne va e con esso alcuni progetti che l’Italia attendeva. Come l’introduzione del reato di omicidio stradale e la riforma dei porti. Per quanto riguarda il primo, i soliti facili annunci l’avevano dato per approvato fin da agosto. Cosa l’ha fermato? Non esiste una contrarietà concettuale ma esistono forti perplessità sul sistema sanzionatorio che i senatori hanno invece introdotto, oltre a dubbi sulla costituzionalità e soprattutto l’assenza di un obiettivo rieducativo. Il percorso è a ostacoli e per superarli è sperabile che il Governo non ricorra ancora a una votazione di fiducia alla Camera, considerando il fatto che già averla posta al Senato non è stato edificante e soprattutto che per un reato la cui punibilità è condivisa non avrebbe senso. Continua a leggere

Morti in aumento sulle strade italiane: la sicurezza frena soprattutto in città

Crescono i morti sulle strade. Nei primi sei mesi del 2015, le vittime sono aumentate dell’1 per cento. Secondo le stime preliminari Istat-Aci continua invece il trend positivo di riduzione del numero degli incidenti (-2,9 per cento) e dei feriti (-3,8 per cento) sulle strade italiane. Sulla base dei primi dati disponibili, spiega l’Aci, “si stima che in Italia si siano verificati complessivamente 84.994 sinistri stradali con lesioni alle persone (87.530 nel primo semestre 2014), che hanno causato 1.596 morti (1.580 nel primo semestre 2014) e 119.599 feriti (124.383 nel primo semestre 2014)”. Continua a leggere

Car sharing gratis, un’ora di noleggio a chi si iscrive a E-vai entro fine anno

Chi vuole provare, gratis, il car sharing in Lombardia deve fare presto. A chi si iscrive entro il 31 dicembre 2015, E-vai offre infatti il primo noleggio gratuito della durata di un’ora. E-vai è presente in oltre 30 località della Lombardia con più di 90 postazioni ed è l’unico servizio di car sharing integrato con il servizio ferroviario grazie a postazioni situate vicino a tutte le stazioni ferroviarie dei capoluoghi di Provincia.  Continua a leggere

Bollo auto rimborsato alle associazioni che trasportano anziani e disabili

La Giunta regionale del Veneto rimborsa il bollo auto 2015 alle associazioni di volontariato che trasportano anziani e disabili. Su proposta dell’assessore al sociale Manuela Lanzarin, l’esecutivo regionale ha dato il via libera alle procedure e al modulo di rimborso per quelle associazioni, iscritte al registro regionale del volontariato, che hanno pagato la tassa automobilistica prima dell’entrata in vigore dell’esenzione introdotta con la legge di stabilità 2015. Continua a leggere

Sette italiani su dieci vanno al lavoro in auto. Flop del trasporto pubblico

Pochi vanno a piedi e sono ancora meno quelli che usano i mezzi pubblici, le moto e le biciclette. Gli italiani vanno al lavoro soprattutto in auto. Quasi sette occupati su dieci, precisamente il 68,9 per cento, si mettono al volante per raggiungere il posto di lavoro. Il dato, riferito al 2015, emerge dalle tabelle inserite nell’Annuario dell’Istat. Continua a leggere

Google si allea con Ford, l’auto senza conducente arriverà prima del previsto?

Google e Ford si alleano per costruire le auto senza conducente e metterle sulla strada il prima possibile. Lo riporta l’agenzia Bloomberg. L’accordo sarebbe non esclusivo e consentirebbe alle due società di continuare a trattare anche con altri partner. La conferma ufficiale non arriva, ma nemmeno la smentita. ”Lavoriamo con molte società tecnologiche e manteniamo le trattative riservate per motivi di concorrenza. Non commentiamo le speculazioni”, spiega Ford. Continua a leggere