Car sharing, che flop. Quattroruote fa i conti e scopre un “rosso” di 27 milioni di euro nel 2016

 Car sharing? Un flop, almeno in Italia, dove nel 2016 il “rosso” nei bilanci dei cinque principali gestori italiani ammonta a 27 milioni di euro a fronte di un giro d’affari di poco superiore a 48 milioni. Praticamente ogni vettura condivisa è costata 4.700 euro. La prova di quanto il Belpaese non sia “maturo” per far accelerare un progetto destinato a modificare, in meglio, il sistema della mobilità, riducendo traffico e smog? In parte probabilmente si. Ma a determinare il flop del progetto sarebbero stati soprattutto i costi di gestione delle flotte auto: per la manutenzione e la riparazione delle vetture, ma anche per i canoni versati ai Comuni per compensare gli ingressi nelle Ztl e la sosta nelle strisce blu da offrire gratis agli automobilisti. Continua a leggere

La capitale del car sharing è Milano. E il 12 per cento degli iscritti ha venduto l’auto

Con il car sharing si rinuncia all’auto di proprietà. Il 12 per cento degli iscritti ai servizi di car sharing di Milano ha infatti già deciso di abbandonare la prima o la seconda auto privata, l’8 per cento sta pensando di farlo e il 7,5 per cento ha sottoscritto un abbonamento al trasporto pubblico contestualmente o successivamente all’abbonamento al car sharing. I dati, spiega il Comune di Milano, sono emersi dalle customer satisfaction condotte dagli operatori di car sharing operativi in città e raccontati da Milano Sharing City, nel corso della tavola rotonda dedicata al futuro dell’auto in condivisione. Continua a leggere

Scooter sharing a Milano, al via il nuovo servizio di Enjoy: ecco come funziona

Dopo le auto e le bici, gli italiani scoprono anche lo scooter sharing. Mercoledì a Milano è partita la nuova iniziativa realizzata da Eni – con il marchio Enjoy – in partnership con Piaggio, Trenitalia e Vodafone. Sono circa una trentina gli scooter a tre ruote Piaggio Mp3, nella versione 300Lt Business Abs, che si possono noleggiare. Una flotta destinata a crescere in poco tempo, visto che a fine mese gli scooter a disposizione diventeranno 150. Continua a leggere