Pedaggio senza barriere, l’Anas: “Nessun blitz da parte nostra”

Nessuna “fuga in avanti” e nessun “blitz” da parte dell’Anas. La decisione di aprire una gara per l’introduzione di un sistema di pedaggiamento senza barriere è “un atto dovuto per dare seguito a quanto previsto dalla legge”. È il presidente dell’Anas, Pietro Ciucci, a ribattere, punto su punto, alle critiche sollevate dalla pubblicazione del bando sulla Gazzetta Ufficiale. “Leggendo i commenti e gli articoli apparsi sulla stampa, sono rimasto sorpreso”, sottolinea Ciucci all’Adnkronos, “della personalizzazione che è stata fatta di questa vicenda, lo dimostrano espressioni come ‘fuga in avanti’, ‘blitz’ dell’Anas e ‘piano macchinoso’ di Ciucci”. Continua a leggere

Se il Telepass segnala con un bip
i cartelli a messaggio variabile

Perché l’apparecchio Telepass fa bip sotto i cartelli informativi delle autostrade, anche se non vi sono i tutor? Alla domanda risponde l’Aspi (il principale gestore autostradale italiano) sul Sole 24 Ore Affari Privati. La prima risposta è banale. Il bip indica infatti semplicemente che l’apparecchio è scarico. Ma perché questo bip avviene sotto i cartelli e non sempre? I telepass più evoluti (degli ultimi dieci anni circa) sono in grado di dialogare con i portali sotto cui passa per indicare la sua posizione. “All’epoca questa nuova funzionalità non venne troppo pubblicizzata, per paura che gli utenti si sentissero sotto controllo”, scrive il Sole 24 Ore. Continua a leggere