PICCOLA GRANDE ITALIA / MARCHE 2

DA RECANATI AD ANCONA

ALLA SCOPERTA DI RECANATI, LORETO, ANCONA


USCITA AUTOSTRADALE: percorrendo l’autostrada A14, uscite al casello di Loreto – Porto Recanati, quindi seguite le indicazioni per Recanati.

Il viaggio alla scoperta dell’Italia propone tre nuove possibili destinazioni: Recanati, la cittadina che ha dato i natali a Giacomo Leopardi e dove è possibile visitare la sua casa; Loreto, la città della Madonna Nera protettrice di tutti i pellegrini e dove è visitabile il santuario nel quale è custodita la santa casa di Nazaret; Ancona, città a picco sul mare con un centro ricco di storia.

Recanati,
qui tutto
racconta
la vita
di Giacomo
Leopardi


Recanati ha dato i natali a Giacomo Leopardi, il cui ricordo è mantenuto vivo in molti luoghi della città. Uno di questi è la casa del poeta, dove è possibile ammirare la sua sala preferita perché dalla finestra poteva udire la voce di Silvia (la fanciulla celebrata in una delle poesie più celebri, la cui casa si trova nella piazza del sabato del villaggio). All’interno di palazzo Giacomo Leopardi vivono i suoi discendenti, ma è ugualmente possibile visitare la preziosa e ricchissima biblioteca nella quale sono conservati più di 20mila volumi. Di notevole bellezza è il colle dell’Infinito, meta delle passeggiate di Giacomo Leopardi che vi accedeva direttamente dal giardino di casa. Il secondo centro artistico – culturale di Recanati è la piazza intitolata al vate (con al centro il monumento a lui dedicato) dove si trova il palazzo comunale con la sala di rappresentanza che ospita il busto del poeta, e le sale leopardiane nelle quali sono custodite le lettere del giovane letterato. È possibile visitare anche il museo civico Beniamino Gigli (dedicato al famoso tenore) nel quale sono conservati costumi di scena, fotografie e ritratti del cantante.

Vinum Verso
svela
il rapporto
fra il vino,
l’arte
e la cultura


Dove: Recanati.
Quando: metà giugno.
Cosa offre: Vinum Verso è una manifestazione dedicata al vino e al suo rapporto con la cultura nelle diverse forme ed espressioni. È anche un’occasione per promuovere il territorio, i suoi luoghi d’arte e i suoi prodotti enogastronomici attraverso piccoli stand che espongono i prodotti delle migliori cantine marchigiane. Da non perdere, oltre agli assaggi, anche alcune piccole mostre dedicate all’arte della produzione vitivinicola.

La raccolta
a mano
delle olive
garantisce
un olio
eccellente


Il miglior olio marchigiano, caratterizzato da un fruttato medio leggero, con profumo di erba e mandorla verde, dal gusto tradizionalmente dolce, prodotto con olive appena raccolte, a mano, e accuratamente selezionate, può essere acquistato da:

Oleificio Bartoloni
via Vallememoria 52
62019 Recanati
tel 071 7573161
oleificiobartolini@tiscalinet.it.

Orecchiette
alle castagne
e taleggio:
sentirete
che sapore…


Ristorante Diana
via Guareschi, 1
62019 Recanati
tel 071 7570001
info@ristorantediana.com.

Il menu propone gnocchetti al radicchio e scamorza, tortelli di carne con fonduta, tagliatelle all’anatra, orecchiette alle castagne e taleggio, insalata sfiziosa di tacchino con pinzimonio e salsa allo yogurt, polentina con broccoletti e salsiccia, involtino di verza con caprino al profumo di erba cipollina, grigliata di carne, filetto di vitellone con zucchine grigliate, tagliata di scamone con radicchio, maialino al forno con salsa al pepe.

La stanze
in ciliegio
e marmo rosso
s’intonano
col paesaggio


Hotel Palazzo Bello
contrada Sant’Agostino, 7
62019 Recanati (località Palazzo Bello)
info@palazzobello.it.
tel 071 7573333.

L’hotel dispone di 21 camere arredate in ciliegio con i bagni in marmo rosso per creare un ambiente accogliente e in armonia con i colori del caratteristico paesaggio che fa da cornice alla struttura. Le finestre di alcune camere si affacciano sulle campagne alle pendici del Monte Conero e sui paesi che le circondano, altre sul suggestivo Palazzo Bello e sul Parco delle rimembranze dove Giacomo Leopardi compose parte de Lo Zibaldone, mentre altre stanze ancora sono dotate di terrazzi panoramici rivolti su una pittoresca vallata che si perde fino al mare.



Spazio Cultura
via Ceccaroni, 1
62019 Recanati
tel 071 7572124
spaziocultura@virgilio.it.






Loreto,
la città della
Madonna Nera
protettrice
di tutti
i pellegrini


La città di Loreto, circondata da mura e bastioni, si presenta come un castello nel quale il fulcro della cittadella è il santuario, uno dei luoghi di pellegrinaggio tra i più importanti del mondo cattolico, visitato da 200 santi e beati e da numerosi papi. All’interno della basilica del santuario è custodita la santa casa di Nazaret, dove la Vergine Maria ricevette l’Annunciazione. La Madonna di Loreto (detta anche Madonna nera per la particolarità del volto scuro, comune alle icone più antiche) é venerata da molti. Il santuario ha un rivestimento marmoreo con 610 metri di sculture giudicato l’espressione più complessa della scultura cinquecentesca. Il Museo antico tesoro del santuario, all’interno del Palazzo apostolico, conserva diversi oggetti d’arte fra cui le pregevoli tele di Lorenzo Lotto (pittore veneziano morto a Loreto), una prestigiosa collezione di ceramiche rinascimentali e dieci arazzi raffaelleschi.

La corsa
in salita
dei cavalli
riporta alla
tradizione
settecentesca


Dove: Loreto.
Quando: settembre.
Cosa offre: la corsa del Drappo é per Loreto una manifestazione all’insegna delle rievocazioni storiche e religiose. La suggestiva corsa dei cavalli al galoppo in salita, risalente al 1700, si svolge in notturna ed è preceduta dalla sfilata della banda cittadina e dei rappresentanti dei rioni con i gonfaloni. Chi vince il Drappo, lo conserva fino all’edizione successiva per restituirlo al municipio pochi giorni prima della gara.

Liquor
d’ulivi,
il digestivo
che conquistò
anche Dante


Cassata delle Marche (cialde con cioccolato gianduia e granella di nocciole), ciambelline glassate all’anice, caramelle gel al miele dei monaci benedettini (all’aroma di uva e fragola, di limone, di anice), liquor d’ulivi (digestivo, amabile, di sapore dolce balsamico citato da Dante nel XXI canto del Paradiso), elisir del buon riposo (a base di infuso di camomilla e tiglio), energy dell’eremo di Fonte Avellana (a base di uovo, miele e pappa reale) si possono acquistare da:

Il Buono delle Marche di Pantaloni Stefano
corso Boccalini 8
60025 Loreto
tel 071 970766
info@ilbuonodellemarche.com
stefano.pantaloni@libero.it.

Gli spiedini
cotti
a fuoco lento
vanno gustati
… lentamente


Ristorante Andreina
via Buffaloreccia 14
60025 Loreto
tel 071 97124
info@ristoranteandreina.it.

Il menu propone tagliolini al tartufo tirati a mano, gnocchi di patate al tartufo, frittatina di tartufo avvolta nel lardo, polenta e selvaggina. All’ingresso del locale c’è il grande spiedo sul quale, al fuoco lento della brace, vengono cotti piccione, maialino, fegatini di maiale e agnellino di montagna, fagiano alla mela, cinghiale alle erbe aromatiche. E per finire, gelato al tartufo bianco. In alternativa, Andreina propone uno stuzzicante menù vegetariano, i cui piatti si alternano al ritmo delle stagioni.

A vostra
disposizione
c’è anche
una cappella
privata


Hotel San Gabriele
via Marconi 22,
60025 Loreto
tel 071 970160
hotel.sangabriele@libero.it.

Situato nel centro storico, l’hotel dispone di 70 camere confortevoli, di un’ampia sala soggiorno, di una cappella privata anche per celebrazioni e di un bel giardino. È di facile accesso, anche per disabili, con possibilità di parcheggio nel garage. Inoltre, sono a disposizione degli ospiti internet point, collegamento wi-fi, servizio fotocopie e fax.



Ufficio Turismo e Cultura
via Asdrubali, 21
60025 Loreto
tel 071 7505638
schiavoni.loreto
@regione.marche.it.
(chiedere di Luisella Schiavoni)






Ancona,
storia
e cultura
a picco
sul mare


Ancona è caratterizzata dalla posizione a picco sul mare e dal centro ricco di storia e di monumenti. Di notevole fascino è l’antica abbazia benedettina di Santa Maria di Portonovo, arroccata su una bianca scogliera. Piazza del Plebiscito (detta del Papa) è l’accogliente salotto della città sulla quale si affacciano la chiesa di San Domenico, la statua di Clemente XII, il palazzo Mengoni Ferretti, il museo della città, la torre civica, il Palazzo del governo e le fontane del secolo XV e XIX. Un panorama spettacolare si può vedere dal grande parco urbano del Cardeto, un’ex area militare di 350mila metriquadrati, mentre un’alra splendida oasi verde nella città è quella della Cittadella cinquecentesca di Antonio da Sangallo, attrezzata per il gioco dei bambini e con percorsi con piante odorose progettati per i non vedenti. Il vero simbolo di Ancona, il Duomo, guarda dall’alto il mare che lambisce la spiaggia del Passetto, la più centrale e famosa, con lo scoglio detto la seggiola del papa (uno dei simboli della città) e quello del Quadrato, dal quale tuffarsi nell’acqua profonda.

Gli artisti
di strada
allietano
la fiera
come nei
tempi antichi


Dove: Ancona.
Quando: inizio maggio.
Cosa offre: la Fiera di San Ciriaco, che vede la partecipazione di numerosi espositori divisi per settori merceologici, attira ogni anno, seguendo un’antica tradizione, molti artisti di strada provenienti da Paesi diversi. La Fiera si conclude con la tradizionale tombola.

Non tornate
a casa
senza il salame
lardellato
e il caprino
al lattice di fico


I prodotti delle migliori norcinerie marchigiane (che offrono salame di Fabriano, coppa di testa, salame lardellato) e i formaggi regionali, come il pecorino marchigiano, lo slattato (freschissimo, dal sapore dolce e un po’ acidulo), il caprino al lattice di fico (dal gusto leggermente piccante), il cascio pecorino lievito (fresco, pasta bianca e semidura) si possono acquistare da:

Alto Palato
via Matteotti 71,
60121 Ancona
tel 071 202834
fax 071 205173.

Nel brodetto
all’anconetana
“nuotano”
13 varietà
di pesci


Trattoria La Moretta
piazza Plebiscito 52,
60121 Ancona,
tel 071 202317
trattoriamoretta@email.it.

Il menu propone tagliatelle al sugo di ostriche, crespelle tutto mare, spaghetti al sugo di scampi, brodetto all’anconetana (preparato con 13 tipi di pesce diverso), spigola al cartoccio, stoccafisso all’anconitana (antica ricetta con prezzemolo, rosmarino, capperi e acciughe), il tutto accompagnato da vini come il Verdicchio dei Castelli di Jesi, il Bianchello del Metauro, il Rosso Conero e il Rosso Piceno.

Al Roof
Garden
la colazione
comprende
una magnifica
vista sul porto


Grand Hotel Palace
lungomare Vanvitelli 24
60121 – Ancona
tel 071 201813
palace.ancona@libero.it.

Ospitato in un’antica casa nobiliare, perfettamente restaurata, l’hotel offre le più moderne strutture e tecnologie nella classica ed elegante atmosfera seicentesca del salone del caminetto, mentre il Roof Garden rende la piccola colazione a buffet un piacevole appuntamento da non perdere per poter godere della magnifica veduta che abbraccia il porto e le sue navi turistiche. L’hotel è situato nel centro storico della città ed offre una totale tranquillità grazie alla sua posizione privilegiata. I piccoli animali sono ammessi.



Comune di Ancona
Segreteria Ufficio Stampa
largo XXIV Maggio,1 – I
60123 Ancona
tel 071 222.2322
anna.roccetti@comune.ancona.it.
(chiedere di Roccetti Anna Maria)
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *