PICCOLA GRANDE ITALIA / ABRUZZO 1

DA PESCARA A SULMONA

ALLA SCOPERTA DI PESCARA, CHIETI, SULMONA


USCITA AUTOSTRADALE: chi proviene da nord deve percorrere l’autostrada A14 Adriatica e uscire al casello di Pescara ovest; chi arriva da Roma deve prendere l’autostrada A25 e uscire a Pescara ovest. Per chi sceglie di viaggiare in treno esistono collegamenti diretti da Milano, Bologna, Roma, Napoli, Bari.

Il viaggio alla scoperta dei piccoli grandi tesori d’Italia fa tappa in Abruzzo e propone tre possibili mete: Pescara, dove visitare la casa museo del vate, Gabriele D’Annunzio, ma anche i trabocchi, le casupole in legno costruite su delle palafitte per pescare; Chieti, con le sue testimonianze romane e medievali; Sulmona, con il complesso della SS. Annunziata e l’acquedotto medievale, ma anche con i suoi confetti alle mandorle unici al mondo.


Pescara
vi guida
dalle antiche
palafitte
dei pescatori
alla casa
di D’Annunzio


Il porto turistico di Pescara è una delle attrazioni della città natale di Gabriele D’Annunzio (la casa del vate è stata trasformata in un museo con ricordi della vita del poeta e alcune prime edizioni delle sue opere) soprattutto per la presenza dei trabocchi, le piccole case in legno costruite su delle palafitte sul lato nord del porto canale e tradizionalmente usate per pescare. Ma il porto, raggiunto ogni estate da migliaia di vacanzieri pronti a imbarcarsi per la Turchia, l’Albania, la Grecia e le isole greche, è anche il punto di partenza per scoprire altri piccoli grandi tesori: come la cattedrale di San Cetteo o la basilica della Madonna dei sette dolori, la più antica di Pescara. Da visitare anche il Museo delle genti d’Abruzzo, dove si possono ammirare numerosi reperti preistorici della cultura abruzzese, e il Museo ittico, con tantissime varietà di pesci, conchiglie e lo scheletro di un capodoglio arenatosi negli anni 60 a Rocca San Giovanni.

È il jazz
la colonna
sonora
dell’estate


Dove: Pescara.
Quando: luglio.
Cosa offre: il festival del Jazz di Pescara è stato il primo festival estivo italiano dedicato al jazz. È una delle manifestazioni jazz più importanti in Europa e ha una media di circa duemila spettatori a serata. Al festival partecipano star internazionali e giovani talenti, con uno spazio dedicato al jazz Manouche (detto anche Gipsy jazz), un genere musicale che ha reso possibile l’unione tra l’antica tradizione musicale zingara del ceppo dei Manouches e il jazz americano.

Il Montepulciano?
Se lo volete
più fruttato
sceglietelo
cerasuolo….


Il Montepulciano d’Abruzzo cerasuolo doc (dal color ciliegia e dal sapore particolarmente fruttato), il Montepulciano d’Abruzzo doc e il Trebbiano d’Abruzzo doc si possono acquistare (e assaggiare) da:

Enoteca Il ritrovo di Pan
via Cavour, 23
65123 Pescara
tel 085 75192 / 335 7564291
info@enotecapan.it

Peperoncino
e cioccolato:
così i Borboni
condivano
i maccheroni


Taverna 58 di Giovanni Marrone
Corso Manthonè 46
Pescara
tel. 085 690724
taverna58@virgilio.it.

Il menu propone i maccheroni alla borbonica con peperoncino e cioccolato, il farro con germogli di ortiche e misticanze di campo, le ciammariche (lumache), il patè di papera muta, la pecora della Majella al tegame, il cinghiale fuggiasco del Parco, lo struzzo alla stroganoff e riso selvaggio, il baccalà in cartoccio con marmellata di cipolle, il brodetto con la trota del Tirino in piena, il budino con la liquirizia di Atri.

L’hotel
v’invita
a rilassarvi
con sauna
e bagno turco


Victoria Hotel
via Piave 142
65122 Pescara
tel 085 374132
hotel@victoriapescara.com

Dispone di 22 stanze e una suite progettate e realizzate all’insegna del comfort e della cura dei minimi particolari in una modernissima struttura nel pieno centro turistico e commerciale di Pescara e a pochi passi dal mare. L’hotel ha bagno turco e sauna che regalano un rilassamento fisico e mentale.



Provincia di Pescara
piazza Italia 30,
65121 Pescara
085 20552270 – 74 – 18
turismo@provincia.pescara.it






Chieti,
il fascino
dell’epoca
romana
si unisce
a quello
medievale


Chieti conserva tutta la bellezza dell’epoca romana e medievale; le sue strade sono ricche di testimonianze artistiche come la cattedrale di San Giustino, con il grande altare in marmo, alcune tele di scuola napoletana del 1700 e una statua del patrono in argento. Di notevole interesse è il museo archeologico nazionale, noto a livello internazionale soprattutto per il Guerriero di Capestrano (una statua funeraria di un principe guerriero ricavata da un unico blocco di pietra). Altro splendido esempio dell’età imperiale sono le terme, con la grande cisterna che serviva per raccogliere l’acqua piovana. Per chi ha un po’ di tempo a disposizione, la provincia di Chieti offre numerosi castelli: dal castello aragonese di Ortona a Castelfraiano; dal castello di Casoli (o castello Masciantonio) al castello di Monteodorisio; dal castello di Roccascalegna al castello Franceschelli e ad altri antichi manieri, uno più affascinante dell’altro.

L’arte
ha come
palcoscenico
le strade
e le piazze


Dove: Chieti.
Quando: metà agosto.
Cosa offre: Chietinstrada Buskers Festival riunisce i migliori artisti di strada internazionali che si esibiscono per le vie e le piazze della città

Il Pecorino?
Qui si può
acquistare
anche
in bottiglia…


Vini come il Pecorino (un antico vitigno autoctono abruzzese, giallo paglierino con riflessi verdognoli, fresco, fruttato, delicato), formaggi come il canestrato di Castel del Monte (a pasta dura ottenuto da latte intero di pecora, con aggiunta di caglio e dal sapore lievemente piccante), lo zafferano d’Aquila si possono acquistare da:

Piccola salumeria
via Gennaro Ravizza, 28/30/32
66100 Chieti
tel. 0871 401951
piccola.salumeria@gmail.com.

I maccheroni
sono proposti
alla chitarra,
alla molinara
o al farro


Ristorante La Masseria
strada per San Giovanni, 53
66100 Chieti
tel. 0871 360340.

Il menù propone maccheroni alla chitarra, alla molinara o al farro con il ragù abruzzese o con prodotti del mare, carne (soprattutto agnello e maiale), baccalà al forno e alla griglia.

Qui potete
respirare
aria di mare
e di montagna
insieme


Harri’s Hotel
via padre Alessandro Valignani, 219
66100 Chieti
tel. 0871 321555
chieti@harrishotels.it.

L’albergo dispone di 15 camere con ampi terrazzini dai quali si gode una stupenda vista panoramica sul mare e sulle montagne, di un’area benessere con una piccola palestra fornita di vari attrezzi e tapis roulant, sauna, bagno turco e una comoda vasca idromassaggio per due persone . L’ hotel ha anche una sala riunioni con tecnologie all’avanguardia.



Iat Chieti
via B. Spaventa, 29
tel. 0871.63640
presidio.chieti@abruzzoturismo.it.






Sulmona,
la città
di Ovidio
mette
in mostra
gli abiti
tradizionali


Nella città del poeta Ovidio (ma anche dei celebri confetti bianchi con mandorla Avola, da sempre protagonisti di matrimoni, battesimi, comunioni, cresime e anniversari) la prima meta per un visitatore non può che essere il complesso monumentale che comprende la chiesa, il campanile e il palazzo della SS. Annunziata, edificio che nel corso dei secoli ha ospitato un ospedale e una farmacia, ma è stato anche sede del magistrato e degli uffici comunali, fino a ospitare, oggi, un museo dove ammirare i resti di edifici romani, con pavimenti a mosaico e affreschi a parete del I secolo dopo Cristo. Da non perdere anche l’imponente acquedotto medioevale (costruito nel 1256 sotto il regno di Manfredi, figlio di Federico II di Svevia, e costituito da 21 arcate per una lunghezza complessiva di 100 metri); la Cattedrale di San Panfilo (con la cripta dove si trovano l’altare del Santo patrono e l’urna in bronzo che conserva alcune parti del suo corpo); la chiesa di Santa Maria della Tomba (di origine duecentesca, con all’interno la Madonna con bambino in terracotta); la chiesa di San Francesco della Scarpa (la cui originaria zona absidale, crollata, è conosciuta come la Rotonda, che si apre su un cortile interno circolare) con la cappella dei Lombardi decorata dalla pala della Visitazione di Paolo Olmo. Il Museo del costume abruzzese molisano e della transumanza conserva invece numerose testimonianze della cultura popolare abruzzese, con particolare riguardo all’abbigliamento tradizionale.

Alla Giostra
dei cavalieri
è invitata
tutta Europa


Dove: Sulmona.
Quando: primo fine settimana di agosto.
Cosa offre: la Giostra cavalleresca d’Europa, unica nel suo genere, richiama da tutta Europa cavalieri e figuranti in costume storico, allievi di scuole di danza antica, musici, falconieri, sbandieratori, teatranti. Dopo un corteo storico in costume di tutte le delegazioni europee si svolge il torneo cavalleresco di corsa all’anello, nel quale le città si affrontano. Il vincitore si aggiudica il Palio, ossia un dipinto originale fatto su tela di lino e dipinto con colori a olio. Nei giorni precedenti il torneo, le delegazioni ospiti si cimentano in giochi e spettacoli medioevali e rinascimentali all’aperto.

Per un soldo
di cacio
potete avere
pecorino,
castelmagno
caciocavallo …


Il pecorino di Farindola, il Castelmagno, il Marcetto di Castel del Monte, i pecorini di Castel del Monte e di Scanno, i caciocavalli di Agnone ma anche le salsicce di carne e di fegato, la soppressata aquilana, il coglione di mulo di Campotosto, la ventricina di Pollutri, orzo e farro si possono acquistare da:

Soldo di Cacio
piazza Plebiscito 7,
67039 Sulmona
tel 0864 54026
info@soldodicacio.it.

Dopo gli spaghetti
cacio e pepe,
un piatto
d’agnello
alla griglia


Il Vecchio Muro
via Maglio D’Eramo, 20 bis
67039 Sulmona
tel 0864.50595
info@vecchiomuro.it.

Il menu propone tagliatelle Vecchio Muro (fatte in casa e condite con funghi, carni miste e odori), spaghetti cacio e pepe (saltati con parmigiano e pepe), chitarra all’abruzzese (pasta all’uovo fatta in casa condita con ragù d’agnello e manzo e con una pioggia di cacioricotta), agnello alla griglia e costata di manzo irlandese angus.

Il parco giochi
per i bambini
assicura
il relax in piscina
a mamma e papà


Hotel Meeting
statale 17 chilometro 95+500
67039, Sulmona
tel 0864.251696
meeting@hotelsantacroce.com.

Dispone di una piscina esterna con idromassaggio, un lussureggiante giardino con parco giochi per il divertimento dei più piccoli, solarium, palestra, sala massaggi, un’ampia terrazza ideale per cocktail e pause caffè.



Ufficio Turistico Comunale Sulmona
Palazzo SS. Annunziata
Corso Ovidio,
Tel. 0864 210216
Fax 0864 207348
servizituristici
@comune.sulmona.aq.it
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “PICCOLA GRANDE ITALIA / ABRUZZO 1

  1. L’Abruzzo è bellissimo, ogni città e paesino ha il suo perchè. Io comunque segnalo in particolar modo il borgo di POGGIO MORELLO, frazione del comune di Sant’Omero (TE), in quanto è davvero notevole e facilmente accessibile, nonchè si trova giusto a pochissimi chilometri dal mare e dunque può offrire al contempo la bellezza e tranquillità della campagna e la versatilità di una costa a misura di famiglia. Consiglio infine di NON acquistare casa direttamente sulla costa poichè i prezzi sono alti, ma puntare sul comprarne una più all’interno, immediatamente dietro a un comune costiero, per poter avere un prezzo sicuramente migliore senza però rimanere lontani dal mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *