Attenzione alle pozzanghere, chi bagna i pedoni rischia una multa fino a 300 euro

D’ora in avanti bisognerà stare molto attenti alle pozzanghere. Gli schizzi d’acqua, infatti, serviranno per decidere se un’auto va troppo veloce. E se i pedoni vengono bagnati arriverà una bella multa. Succede ad Arona, sul Lago Maggiore, dove il Comune ha recentemente inserito nel regolamento di Polizia urbana una nuova norma. I vigili, in pratica, potranno multare chi “in presenza di pozzanghere, fanghiglia o neve fradicia sulle strade non abbia tenuto nella guida un comportamento tale da evitare in qualunque modo di bagnare o infangare sia persone in fase di attraversamento stradale, sia in transito o in sosta sui marciapiedi”.

Chi schizza i pedoni rischia una multa da un minimo di 50 euro a un massimo di 300. La norma in questione è l’articolo 8 del Titolo II del Regolamento (Sicurezza urbana e pubblica incolumità) e come spiega lastampa.it è stata inserita “dall’Amministrazione per insistere su una scelta: l’abbattimento delle velocità in centro Arona. L’obiettivo è portare le velocità massime di percorrenza cittadina a 30/40 km orari”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *