I crash test delle auto nuove: Euro Ncap assegna le cinque stelle a sette modelli sui nove testati

Le auto hanno imboccato decise la strada della sicurezza. Lo dicono i crash test di Euro Ncap, che hanno assegnato le cinque stelle, il massimo consentito, a sette modelli esaminati su nove. In alcuni casi, come per la Kia Rio, c’è una sostanziale differenza tra la versione standard e quella con safety pack. Le cinque stelle sono andate alla Ford Fiesta, alla Jeep Compass, alla Kia Rio con safety pack, alla Mazda Cx-5, alla Mercedes-Benz Classe C cabriolet, alla Opel Granland X e alla Renault Koleos. Quattro stelle alla Kia Picanto con safety pack e alla Opel Ampera-e. Solo tre stelle per le versioni standard delle Kia Picanto e Rio.

Il modello che in questa serie dei test, la sesta del 2017, ha ottenuto i punteggi complessivi più alti, primeggiando in particolare nella protezione degli adulti a bordo e nella protezione del pedone in caso di investimento, è la Mazda Cx-5. Ottimi i risultati ottenuti dalla Ford Fiesta. “Sebbene il modello testato non fosse equipaggiato con freno automatico di emergenza (Aeb), disponibile solo come optional, ha superato tutte le prove, in alcuni casi anche con eccellenza, guadagnando le 5 stelle complessive. Veramente un ottimo risultato nel segmento delle compatte”, spiega l’Aci, che è partner del progetto internazionale di valutazione degli standard di sicurezza delle auto nuove. Per la Jeep Compass ci sono “eccellenti risultati soprattutto nella protezione di adulti e bambini a bordo” ed è giudicata “buona anche la dotazione di sistemi di assistenza alla guida (Adas)”. Le cinque stelle sono andate anche al crossover Renault Koleos “con buoni risultati in tutte le prove” e il “massimo dei voti nella protezione degli adulti e bambini a bordo, nelle prove di urto laterale e urto contro il palo” e al crossover Opel Grandland X che ottiene il massimo dei punteggi di questa serie di test nella protezione dei bambini a bordo. “Gli ottimi risultati complessivi sarebbero stati eccellenti se il freno automatico di emergenza Aeb fosse risultato di serie e non disponibile come optional”, spiega l’Aci. La versione cabriolet della Mercedes-Benz C-Class, “nonostante la vulnerabilità tipica della sua tipologia, ottiene anch’essa le 5 stelle sia per la generosa dotazione di Adas, che per l’adeguata protezione degli adulti e bambini a bordo, con piccole ‘defaillance’ in caso di urti laterali”.
Quattro stelle per l’Opel Ampera-e, “nonostante la buona dotazione di Adas e i complessivi buoni risultati di tutte le prove effettuate. I benefici del freno automatico di emergenza (Aeb) non sono stati sufficienti a consentirle di raggiungere il minimo punteggio richiesto dalla prova, a causa della penalizzazione dei sedili anteriori e relativi poggiatesta che non hanno superato la prova del “colpo di frusta”. Due modelli Kia, Picanto e Rio, sono stati esaminati sia nella versione standard sia in quella dotata di safety pack. “Per entrambi i modelli sono risultati evidenti i benefici degli Adas per la sicurezza, con particolare riferimento all’Autonomous Emergency Breaking (Aeb)”. La Rio passa dalle 3 stelle della configurazione standard alle 5 con safety pack, mentre la Picanto non riesce a raggiungere le 5 stelle nemmeno con la configurazione con safety pack, “risultando penalizzata da piccole defaillance nella protezione dei pedoni e degli adulti e bambini a bordo”.
“Questa serie di test Euro Ncap evidenziano due particolari importanti per la sicurezza dei veicoli”, afferma il presidente dell’Aci Angelo Sticchi Damiani: “gli indiscussi benefici dei sistemi di sicurezza attiva e la sempre maggiore propensione delle Case costruttrici di dotare i propri modelli dei sistemi Adas”. Ulteriori informazioni su www.euroncap.com.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *