Officine meccaniche, la vasca per utensili e motori ora pulisce anche inquinamento e pericoli

Officine meccaniche e natura, due mondi spesso agli antipodi, con gli ambienti di lavoro per meccanici e carrozzieri che possono rappresentare un serissimo pericolo per l’ambiente, inquinandolo con i solventi utilizzati per il lavaggio e la rigenerazione di componenti, utensili e parti meccaniche di auto e moto. Liquidi detergenti ad elevata tossicità che non mettono a rischio solo la salute del pianeta, ma anche di chi li utilizza considerato l’ altissimo rischio di contatto con le soluzioni pulenti e di inalazione dei fumi nocivi. Rischi, per l’ambiente e le persone, che possono essere cancellati scegliendo una nuova strada per pulire i componenti dell’officina “lavando via” contemporaneamente le sostanze più inquinanti. Una nuova strada aperta dai ricercatori di Förch con la progettazione e la realizzazione di una nuova generazione di vasche lavapezzi capaci di rendere più sicura ed efficace la pulizia oltre che più economica Continua a leggere

L’auto di Topolino che “andava ad aria” resta un sogno. Il camion a idrogeno invece è realtà

I lettori con i capelli grigi, o più probabilmente bianchi, forse ricorderanno un vecchio numero di “Topolino” in cui Archimede Pitagorico, il geniale inventore, si fermava in una stazione di servizio semplicemente per fare rifornimento d’acqua. E non  per rabboccare il radiatore  ma per se,  per bere, perché la sua vettura non aveva bisogno di nulla per funzionare. Perché praticamente “andava ad aria”. Impossibile pensare che un mezzo simile a quello disegnato in quel racconto a fumetti intitolato “The Old Timer” (nell’edizione italiana “Archimede Pitagorico e il progresso” titolo originale) e pubblicato nel 1961 possa davvero circolare, almeno nei prossimi decenni, ma di certo gli “eredi” di Archimede sono da anni al lavoro per trovare soluzioni alternative ai derivati dal petrolio. Per esempio nei laboratori di ricerca Volvo Trucks dove l’ultima  straordinaria “invenzione” è un camion che emette solo vapore acqueo e produce elettricità a bordo: Continua a leggere

Ma voi le gomme dal benzinaio le fate gonfiare ancora con la vecchia (e meno sicura) aria?

In una stazione di servizio è possibile fare il pieno di benzina, gasolio, gas e magari, in quelle “di ultima generazione”, trovare persino un’area già predisposta per fare rifornimento, in futuro, di idrogeno. Ma nelle migliori stazioni di servizio può accadere, già oggi, di poter fare ancora di più: per esempio un “pieno di sicurezza”, gonfiando i pneumatici della propria auto o moto non con “semplice aria” ma con una miscela di gas tecnici a base di azoto in grado di contribuire in maniera fondamentale alla sicurezza su strade e autostrade. Il tutto “partendo” da un principio molto semplice: la totale assenza di ossigeno e di umidità che, surriscaldandosi, possono provocare situazioni di pericolo. Un “pieno di sicurezza” che è possibile fare nelle aree di servizio che hanno scelto di offrire ai propri clienti Secur Pneus®, risultato di una lunga sperimentazione avviata in settori tecnologicamente avanzati come l’aeronautica Continua a leggere

Auto a noleggio e aziendali “discriminate”, Aniasa presenta un esposto all’Autorità garante

Un esposto all’Autorità garante della concorrenza e del mercato per denunciare gli effetti “discriminatori” generati dal decreto del Presidente del consiglio del ministri del 6 aprile scorso che esclude dalla platea dei beneficiari degli incentivi recentemente varati dal Governo per l’acquisto dei veicoli meno inquinanti le aziende e, in particolare, il noleggio veicoli. A presentarlo sono stati i rappresentanti di Aniasa, l’associazione che rappresenta in Confindustria il settore dei servizi di mobilità, puntando l’indice contro tre “aspetti distorsivi della concorrenza. Continua a leggere