Le gomme della tua auto gonfiate come quelle della F1? Oggi si può, con questa miscela di gas

Meglio cambiare aria: un modo di dire comunemente usato per invitare qualcuno ad allontanarsi da una situazione che potrebbe diventare pericolosa, ma anche, soprattutto in passato, utilizzato dai medici per convincere i propri pazienti, con problemi respiratori, a raggiungere località con un clima, e dunque un’aria, più salubre. Se a pronunciare la frase sono invece i responsabili di Secur Pneus (ma anche gommisti o benzinai) i destinatari dell’invito non possono che essere automobilisti, motociclisti o camionisti, e il consiglio è invece a cambiare un’aria ben precisa: quella usata per gonfiare i propri pneumatici. Gonfiandoli con miscele di gas ad alte prestazioni. Miscele Secur Pneus, appunto, utilizzate nel mondo dell’aeronautica e delle competizioni automobilistiche prima d’essere messe a disposizione di “normalissimi” proprietari di auto, di motociclette, di mezzi pesanti che non solo chiedono a una gomma di “durare il più possibile”, ottimizzando così i costi, ma di farlo aumentando contemporaneamente la sicurezza. Con un positivissimo “effetto collaterale” in più: un minor consumo di carburante. Obiettivi oggi alla portata dei normali utenti della strada grazie alla tecnologia proposta da Siad, società fondata a Bergamo nel lontanissimo 1927 e diventata nei decenni uno dei più importanti gruppi chimici italiani, punto di riferimento a livello mondiale per la produzione e vendita di gas industriali, alimentari, speciali e medicinali, oltre che nei settori engineering, healthcare, Lpg e Natural gas. Una “nuova aria” per gli pneumatici che “garantendo il mantenimento della corretta pressione di gonfiaggio per un periodo di tempo tre volte superiore rispetto alla comune aria compressa fa sì che lo pneumatico gonfiato con Secur Pneus sia meno soggetto a soffrire le conseguenze negative derivanti dal sottogonfiaggio”, come spiegano i suoi ideatori, con il risultato di un un sensibile aumento della durata chilometrica (grazie al fatto che l'”aria” di Secur Pneus è inerte e dunque totalmente priva di ossigeno e delle impurità presenti nell’aria compressa che sono causa di screpolature e della perdita di elasticità della carcassa del pneumatico), oltre che di una diminuzione dei consumi di carburante. Ma non basta: eliminando dall’interno dello pneumatico la formazione di miscele infiammabili che, a causa del surriscaldamento, possono dare origine allo scoppio della gomma, e garantendo una pressione di esercizio costante (che assicura la massima tenuta di strada, mentre l’assenza di umidità elimina gli sbalzi di pressione indesiderati, al variare della temperatura del pneumatico) Secur Pneus, garantisce la massima sicurezza possibile, anche nelle manovre di emergenza. Un'”aria nuova al volante” che presenta particolari vantaggi nel trasporto pesante, su camion e furgoni, autobus e veicoli industriali: a partire da una minor durata delle operazioni di gonfiaggio degli pneumatici (circa un terzo rispetto all’aria compressa) per proseguire con una maggiore costanza nella pressione d’esercizio (tre volte superiore alla normale aria compressa) che si traduce in un minor fermo macchina per il ripristino della pressione negli pneumatici e conseguente riduzione dei controlli periodici, fino a una migliore conservazione delle carcasse in previsione delle ricostruzioni. Senza trascurare un ultimo, ma non certo per importanza, aspetto: la totale eliminazione di miscele infiammabili all’interno degli pneumatici, con conseguente drastica riduzione delle possibilità di scoppio degli stessi per surriscaldamento interno, di solito dovuto a pressione insufficiente di gonfiaggio in condizioni di carico al limite di portata. Il tutto con la possibilità di avere un esperto a propria disposizione (cliccate qui per collegarvi) per scoprire che cambiare aria fa davvero bene. Anche agli pneumatici.

2 risposte a “Le gomme della tua auto gonfiate come quelle della F1? Oggi si può, con questa miscela di gas

  1. Ho provato a cercare, a Bergamo città, un gommista o un benzinaio che l’avesse, per “provarla” ma senza riuscire a trovarne uno…. Qualcuno di voi è a conoscenza di chi offre questo servizio (anche in paesi confinanti o comunque non troppo lontani dal capoluogo….)?. Grazie.

  2. La mia auto monta cerchi di 21 pollici: è vero che gonfiare le gomme con azoto (di questo si tratta?) può costarmi anche 30 euro totali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *