Bimbi dimenticati in auto, sensori e avvisi per salvargli la vita: presentato il sistema di Hyundai

Basta con i bambini dimenticati in auto. In Italia e nel mondo continuano ad esserci troppe tragedie. Le storie sono sempre agghiaccianti e i numeri testimoniano come il fenomeno sia purtroppo troppo vasto. Negli Usa, dal 1994 a oggi, più di 800 bambini sono morti in auto per gli effetti del caldo e nel 55 per cento dei casi il genitore non si era accorto che il piccolo fosse rimasto a bordo. Quest’anno, sempre negli Stati Uniti, le piccole vittime sono già 38. Tragedie che Hyundai vuole fermare il prima possibile.

La casa costruttrice coreana ha presentato Rear Occupant Alert, un sistema ideato proprio per avvisare della presenza a bordo dei bambini che sarà installato sulle auto in vendita dal prossimo anno negli Usa e dal 2019 anche in Europa. È la prima volta che un costruttore d’auto presenta un sistema del genere.
Ma come funziona? Innanzitutto, il sistema avvisa con un messaggio sul display dell’auto di controllare se c’è qualcuno ancora a bordo. Ma, ovviamente, non basta. Una volta parcheggiata e chiusa l’auto entra in azione un sensore a ultrasuoni che rileva se ci sono dei movimenti sui sedili posteriori. E si li trova, partono gli “avvisi”: il clacson comincia a suonare, le luci lampeggiano e un messaggio arriva direttamente sullo smartphone del conducente. A quel punto, si spera, qualcuno si sarà accorto della presenza a bordo del piccolo. 

Credits: Hyundai

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *