Il mercato dell’auto cresce anche ad agosto, ma i concessionari frenano: troppe chilometri zero

Non si placa il fenomeno delle chilometri zero. Secondo i dati ufficiali resi noti dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, anche ad agosto il mercato dell’auto è cresciuto. Le immatricolazioni sono state 83.363, il 15,8 per cento in più rispetto allo stesso mese del 2016. Ma, secondo l’Osservatorio Federauto, agosto ha messo in luce una “modestissima crescita dei privati” (+0,4 per cento), “l’esplosione delle immatricolazioni a società – tra le quali ci sono le kilometrizero – con +52,1 per cento e la forte crescita del noleggio con +40,8 per cento”. 

“Secondo le elaborazioni di Dataforce”, spiega Filippo Pavan Bernacchi, presidente di Federauto, l’associazione che rappresenta i concessionari di tutti i brand commercializzati in Italia, “oltre la metà delle auto di agosto sono state immatricolate negli ultimi tre giorni. Mentre le kilometrizero e le ‘demo’ targate dalle case auto e dai concessionari nei primi 8 mesi sono pari all’intero 2016: quasi 220.000 unità. In un mese di agosto positivo per il mercato dell’auto nel suo complesso, si conferma quindi il massiccio ricorso alle kilometrizero. Il mercato c’è, si respira aria di ottimismo, però i dati presentano una situazione non fedele alla realtà. Con buona pace di certi ‘analisti’, o presunti tali, che non hanno colto che quest’anno il ricorso alle kilometrizero è aumentato quasi del +50 per cento”.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *