Yacht Med Festival di Gaeta, il mare è pronto a far viaggiare l’economia italiana

Immagine 1 di 4

Photo ©Francesco Rastrelli - ©Roberta Roccati - ©Roberto Della Noce protected by Copyright.


Otto giorni (dal 24 aprile al primo maggio) per viaggiare in un mare di eventi, per scoprire il fascino del mare e della navigazione, ma anche per scoprire come rilanciare l’economia del mare che in un Paese ad altissima vocazione turistica come l’Italia rappresenta una delle voci di bilancio più importanti, ma anche una delle risorse più importati (se utilizzate adeguatamente) per superare la crisi. Tutto questo e molto altro è lo Yacht Med Festival di Gaeta, ormai famoso anche con la sola sigla Ymf, che nell’edizione 2014 punta a superare i già straordinari risultati ottenuti nel 2013, con oltre 200mila visitatori, i 28mila operatori coinvolti e i 16 milioni di euro di indotto.  Cifre, riportate dal portale  mareonline,  che non lasciano dubbi sul fatto che  l’evento ideato e organizzato dalla Camera di Commercio di Latina,  timonata dal presidente Vincenzo Zottola, con il Comune di Gaeta, l’Autorità portuale di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta, Unioncamere, Unioncamere Lazio, le Camere di Commercio di Roma, Napoli, Caserta, Salerno e Viterbo, Assonautica italiana e Assonat, sia diventato uno dei più importanti d’Italia.

Yacht Med Festival

Superando perfino, sotto molti aspetti,  altri eventi con decenni di storia alle spalle.  Fra i principali appuntamenti in calendario figurano i secondi

Stati generali delle Camere di commercio sull’economia del mare (30 aprile), il terzo forum nazionale sull’economia del mare (28 aprile), la seconda conferenza di sistema delle assonautiche d’Italia (27 e 28 aprile), l’assemblea nazionale della Lega navale italiana (dal 25 al 27 aprile), il sesto convegno nazionale degli istituti nautici (dal 28 al 30 aprile), il convegno in collaborazione con la Camera di commercio italo-tunisina “Il Mediterraneo: un mare di opportunità tra l’Italia e la nuova Tunisia” alla presenza dell’ambasciatore d’Italia a Tunisi (27 aprile) e una serie di incontri organizzati da Fondazione Symbola, Touring Club Italiano, Borghi più belli d’Italia. Confermato anche l’appuntamento del 26 aprile con il Salone della portualità turistica italiana di Assonat, che si arricchirà della convention internazionale con le federazioni dei porti di Francia, Spagna, Corsica e Inghilterra.

6 risposte a “Yacht Med Festival di Gaeta, il mare è pronto a far viaggiare l’economia italiana

  1. Come la mettiamo con la legge Monti sulle imbarcazioni? Mi risulta che, molte persone, amanti del mare e proprietari di imbarcazioni, hanno portato le stesse all’estero e trovando i costi per il rimessaggio, molto più convenienti, le abbiano lasciate nei porti di mezza Europa, Italia esclusa. Oggi, avere un semplice gommone, lungo 7 metri, si rischia di trovarsi faccia a faccia con il fisco e ovviamente si rischiano sanzioni inesistenti. La mia domanda è legittima, come possiamo dare a questo Paese, un rilancio dell’economia se al momento che, una persona che acquista una barca, automaticamente diventa un evasore? Viviamo con una cultura obsoleta e ingiusta, tutto quello che, risulta un bene di lusso, deve essere associato a una evasione fiscale. Non importa a nessuno se una persona, amante del mare, con sacrifici si acquista una semplice bagnarola, per Monti, deve essere considerato un evasore. Altro che, ripartenza dell’economia, qui, si affonda come il Titanic.

  2. Gaeta sta insegnando a tutti come si organizzano gli eventi, come si fanno crescere, come si attirano i visitatori. Un consiglio ai responsabili del Salone di Genova, precipitato nelle ultime edizioni ai minimi storici: fate un giro a Gaeta, a imparare si è sempre a tempo…

  3. Per il “professor” (mai titolo è stato usato più a sproposito) Monti ogni proprietario di un’imbarcazione deve essere considerato un evasore? Chiedere a qualche centinaio di migliaia di proprietari di barche come considerano il signor Monti. Il commento più elegante farebbe arrossire anche la mtenutaria di un bordello.

  4. Sono stato a Gaeta per l’Ymf già due volte (partendo da Milano, non proprio dietro l’angolo!) e quest’anno ci tornerò. Troppo forte!!!!

  5. Lo Yacht Med Festival nel 2013 ha proposto  il Salone della portualità turistica Italiana, uno spazio dedicato alla scoperta dei porti turistici. Ci sarà anche quest’anno?

  6. Mi spiegate perché Gaeta diventa sempre più importante, emerge sempre più nel panorama degli eventi legati al mare, e Genova invece affonda sempre più?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *