24 mag

Che fine fanno i due miliardi di euro l’anno della Rcauto per le vittime della strada?

La Fondazione Luigi Guccione ente morale Vittime della Strada ha presentato un’istanza di accesso agli atti di Regioni, ministero della Salute e dell’Economia per sapere che fine abbiano fatto i proventi del 10,50 per cento dell’RCAuto (due miliari di euro all’anno) destinati all’assistenza alle vittime. La richiesta diventerà, nell’intento della Fondazione, una proposta di legge regionale per l’assistenza alle vittime della strada e sui luoghi di lavoro. Leggi il resto di questo articolo »

24 nov

Troppi pericoli sulle strade: i cittadini di Milano, Roma e Napoli vogliono più Ztl

Servono nuovi spazi pedonali, più severità verso l’indisciplina, maggiore attenzione verso i mezzi alternativi alle quattro ruote, un’efficace rete di trasporto pubblico. Insomma, solo una diversa concezione dell’abitare la città potrà migliorare le abitudini collettive e rendere le strade un luogo più sicuro. Sono queste alcune delle indicazioni emerse da un sondaggio commissionato dalla Fondazione Luigi Guccione Onlus a Ipr Marketing, che ha intervistato i cittadini di Milano, Roma e Napoli. Cittadini che vogliono una città diversa, con spazi a misura di pedone. Leggi il resto di questo articolo »

23 nov

Fondazione Guccione: “Si spende poco per la sicurezza stradale”

Maggiori controlli e investimenti, un’agenzia nazionale per la sicurezza stradale e la realizzazione di una scuola di alta formazione destinata ad amministratori e tecnici. Sono queste le proposte della Fondazione Luigi Guccione per le vittime della strada ha avanzato lunedì nel corso di un incontro alla Camera. Inoltre, secondo il presidente della fondazione, Giuseppe Guccione, l’Italia dovrebbe “varare un nuovo articolo ad hoc del Codice della strada, che metta in evidenza la volontarietà, in alcune circostanze, dei conducenti a provocare incidenti stradali, e realizzare un centro nazionale di assistenza alle vittime”. Leggi il resto di questo articolo »

10 mag

Codice della strada, un’odissea
che dura da più di tre anni

Facendo un paragone con la strada si può dire che il disegno di legge ha trovato traffico. Molto traffico, praticamente è rimasto imbottigliato. Tre anni: è questo il tempo che è trascorso dalla presentazione dell’allora disegno di legge Bianchi (il ministro dei Trasporti del governo Prodi) riguardante trasporto di merci, circolazione stradale, sicurezza e patente. Argomenti che sono ancora lì, a ballare tra Camera e Senato. Una storia che prova a riassumere la Fondazione Luigi Guccione, ente morale vittime della strada. Leggi il resto di questo articolo »