9 apr

Gibiino: “Con la Tav le nostre merci viaggeranno in modo veloce e sicuro”

“La Tav Torino-Lione rappresenta una grande occasione di sviluppo per il nostro Paese. Il collegamento tra la Francia e l’Italia permetterà alle nostre merci di raggiungere le piazze europee attraverso una via veloce e sicura. Un’opera assolutamente necessaria per supportare la domanda di trasporto che la stessa Europa prevede: il traffico potenziale nel 2035, anno in cui è prevista l’inaugurazione dell’infrastruttura, sarà pari a 25,5 milioni di tonnellate. Vi saranno, a regime, 17 milioni di passeggeri via auto e 4,5 milioni di passeggeri via ferrovia”. Lo ha detto il senatore Vincenzo Gibiino, capogruppo di Forza Italia in Commissione Lavori Pubblici e Trasporti, in occasione della discussione in Senato in merito alla ratifica dell’accordo Italia-Francia. Leggi il resto di questo articolo »

5 apr

Metro d’Europa, entro il 2030 una rete da 17mila chilometri per unire tutte le città

Nel 2030 in Europa ci sarà una “grande rete metropolitana continentale che collegherà le grandi città ma anche le medie, nessuna esclusa”. Lo ha detto il commissario di governo Mario Virano, presidente dell’osservatorio Torino-Lione. “Entro il 2030″, ha spiegato Virano, “sarà pronta una rete ferroviaria di 17mila chilometri complessivi, tra quelle già ultimate adesso e le altre in fase di realizzazione. Questa grande rete non è solo la risposta a una domanda di traffico, ma è anche un sistema efficace per garantire lo sviluppo di tutte le aree urbane, nessuna esclusa, tutelando i tratti identitari delle varie città, grandi e medie”. Leggi il resto di questo articolo »

31 mar

Strade italiane messe sempre peggio. E le imprese che asfaltano falliscono

Gli 850mila chilometri di strade asfaltate italiane sono destinate a essere sempre più malandate. Non ci sono più soldi da investire per la manutenzione e il panorama futuro potrebbe essere ancora peggiore perché le pubbliche amministrazioni riducono i fondi dei piani-asfalto, contrariamente a quanto avviene  in altri stati d’Europa, su tutti la Svizzera e la Germania. Tra l’altro, non solo la manutenzione degli asfalti svizzeri è superiore a quella italiana, ma anche la mescola del bitume è migliore.  Leggi il resto di questo articolo »

27 mar

Alta velocità tra Venezia e Trieste, il viaggio continua ma su un altro percorso

“L’alta velocità tra Venezia e Trieste va avanti. Abbiamo deciso di abbandonare il vecchio progetto del 2010 e di sbloccare la progettazione di un nuovo tracciato, che ha già il consenso del territorio per il tratto veneto”. Lo ha spiegato il ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi. “Presto arriveranno le osservazioni dal Friuli Venezia Giulia, Rfi le prenderà in considerazione e le verificherà, in modo da poter avviare in tempi rapidi lo studio di fattibilità e il conseguente progetto preliminare da sottoporre al ministero dell’Ambiente per la Valutazione di impatto ambientale”, ha detto Lupi. Leggi il resto di questo articolo »

4 mar

Metropolitana di Milano, la M4 resta ferma. Maroni: “Non sarà pronta per l’Expo”

La M4, la linea blu della metropolitana di Milano non sarà pronta per l’Expo del 2015: lo ha annunciato il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, a margine di un incontro con alcuni ministri proprio sull’Expo. “Il Comune di Milano non mi ha dato garanzie, quindi la M4 non si farà”, ha detto Maroni.  Leggi il resto di questo articolo »

24 feb

Sardegna, 54 interventi per sistemare le strade danneggiate dall’alluvione

Sono più di cinquanta gli interventi programmati per sistemare le strade della Sardegna danneggiate dall’alluvione dello scorso novembre. Il presidente dell’Anas, Pietro Ciucci, ha illustrato a Nuoro il piano degli oltre 50 interventi di ripristino della rete viaria, necessari a rendere transitabili le arterie in piena sicurezza. In particolare sulla rete stradale di competenza dell’Anas saranno eseguiti 17 interventi di ripristino e messa in sicurezza, per un costo di circa 10 milioni di euro. Sulla viabilità provinciale gli interventi da eseguire sono 37, per un costo di circa 40 milioni di euro. Leggi il resto di questo articolo »

15 feb

Nuovo tunnel del Colle di Tenda, al via i lavori: investimento da 209 milioni

Mancano pochi giorni all’avvio dei lavori per la realizzazione del nuovo tunnel del Colle di Tenda. Come spiega l’Anas in una nota, il progetto prevede la realizzazione di un nuovo tunnel per il traffico diretto verso la Francia e l’allargamento e l’ammodernamento dell’attuale tunnel, destinato al traffico diretto verso l’Italia, per una lunghezza di circa 3.300 metri e una carreggiata effettiva pari a 6,50 metri (con una corsia di marcia di 3.50 metri, una corsia di emergenza di 2.70 metri e banchina da 0.30 metri). Leggi il resto di questo articolo »

14 feb

BreBeMi, i lavori termineranno a fine aprile. Il 1° luglio l’apertura al traffico

È in dirittura di arrivo una delle opere viabilistiche più attese della Lombardia, l’autostrada Brescia-Bergamo-Milano. “Il prossimo 1° luglio BreBeMi aprirà al traffico. A oggi lo stato di avanzamento lavori è del 90 per cento per l’asse autostradale e del 73 per cento sul totale delle opere di viabilità minore”, ha detto  l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità di Regione Lombardia Maurizio Del Tenno, dopo aver presieduto il Collegio di vigilanza. Leggi il resto di questo articolo »

12 feb

Dimezzati i morti sulle strade. Ancora troppe vittime in Valle d’Aosta ed Emilia

In poco più di dieci anni i morti per incidenti stradali sono quasi dimezzati. Come certifica il rapporto Istat “Noi Italia”, tra il 2001 e il 2012 le vittime sono diminuite del 48,5 per cento. Nello stesso periodo sono calati anche gli incidenti (29,0 per cento) e i feriti (29,1 per cento). Nel 2012 sono morte sulle strade 60,1 persone ogni milione di abitanti. Il dato è superiore alla media europea (54,9). Leggi il resto di questo articolo »

29 gen

Porti italiani, rendiamoli efficienti e faremo salpare la nostra economia

La proposta di riorganizzazione del sistema portuale italiano fatta dal ministro dei Trasporti  Maurizio Lupi è sicuramente un passo che merita attenzione. Soprattutto in un Paese nel quale, nonostante i porti rivestano un’importanza determinante per la competitività, la legge di riforma si fa aspettare da oltre 20 anni. Un’assurdità degna di una politica sprofondata ai livelli più bassi. Ben venga, dunque, l’iniziativa del ministro Lupi, apprezzata in modo particolare dagli imprenditori della filiera del trasporto che si ritrovano in Confcommercio, da sempre convinti della necessità che i porti facciano sistema attraverso distretti logistici, con un’unica Autorità che li coordini. Leggi il resto di questo articolo »