12 ago

Infrastrutture, trasporti e mobilità non possono aspettare ancora altri mille giorni

La presentazione, da parte del Presidente del Consiglio Matteo Renzi e dei ministri Maurizio Lupi Lupi, Pier Carlo Padoan e Federica Guidi del decreto “Sblocca Italia” ha tracciato (per ora sulla carta) un nuovo ambizioso percorso che ha come punto d’arrivo lo sblocco dell’economia del Paese. Uno degli assi portanti del pacchetto di interventi è rappresentato dalle infrastrutture e dai trasporti da far ripartire attraverso uno “schema di gioco” interessante: coordinamento diretto della Presidenza del Consiglio, misure integrate promosse dai dicasteri competenti nel rispetto il vincolo della fattibilità economica e finanziaria. Leggi il resto di questo articolo »

1 ago

Pedemontana lombarda, dal Cipe arriva il via libera alla defiscalizzazione

Il Cipe ha dato il via libera alla defiscalizzazione della Pedemontana lombarda. A dare l’annuncio via twitter è stato il presidente della Regione, Roberto Maroni, che da tempo si batteva per questa misura. Una richiesta ribadita al presidente del consiglio Matteo Renzi anche lo scorso 23 luglio, all’inaugurazione della Brebemi, la nuova autostrada Brescia-Bergamo-Milano. Leggi il resto di questo articolo »

25 lug

Salerno-Reggio Calabria, esodo con meno code? Aperti due tratti dell’autostrada

Buone notizie per chi percorre la A3 Salerno-Reggio Calabria. Venerdì 25  luglio l’Anas ha infatti aperto al traffico due nuovi tratti dell’autostrada, per una lunghezza complessiva di circa 11 chilometri, tra le province di Catanzaro, Vibo Valentia e Reggio Calabria. Il primo tratto è quello compreso tra lo svincolo di Lamezia e il ponte sul Torrente Randace, in provincia di Catanzaro. Il secondo è compreso tra lo svincolo di Mileto e la località Candidoni, tra le provincie di Vibo e Reggio. Leggi il resto di questo articolo »

23 lug

Brebemi, aperta la nuova autostrada che permette di scavalcare il traffico sulla A4

BREBEMIC’è chi, come il presidente del Consiglio dei ministri Matteo Renzi, l’ha definita un’autostrada nata “già maggiorenne” e chi, come il presidente della società che l’ha ideata, progettata e realizzata, Francesco Bettoni, l’ha addirittura definita, salvo essere subito smentito dallo stesso presidente del Consiglio, la prima opera pubblica “tangent free”, ovvero realizzata senza tangenti, della storia del nostro Paese. Leggi il resto di questo articolo »

22 lug

Tangenziale Est Esterna di Milano, pronto l’Arco che la collegherà alla Brebemi

Arco TeemA poche ore dall’inaugurazione, che avverrà il 23 luglio contestualmente alla «vernice» di BreBeMi (A35), lunedì Arco Teem (sei chilometri a tre corsie più emergenza per senso di marcia) è stato il teatro di un sopralluogo riservato ai media. Arco è stato realizzato in due anni con l’obiettivo di consentire agli utenti della “direttissima” Brescia-Bergamo-Milano (62 chilometri da Ospitaletto a Melzo) di accedere, sin dall’inaugurazione dell’A35, alla rete viaria milanese attraverso i due svincoli (Pozzuolo Martesana e Liscate) che connettono la Tangenziale Est Esterna alle strade provinciali Cassanese e Rivoltana. Leggi il resto di questo articolo »

18 lug

Chiusi i cavalcavia “dimenticati” dalle Autostrade, nessuno avverte i camionisti

Approfitto dell’opportunità messa a disposizione del mondo dell’autotrasporto da stradafacendo.tgcom24 con la rubrica “Noi trasportatori diciamo che…” per segnalare una problematica che riguarda la viabilità in generale (non solo per i mezzi pesanti) nel territorio parmense dove, per motivi di sicurezza, sono stati chiusi ben quattro cavalcavia posizionati sulla A1 in quanto la concessionaria autostradale non ha adeguato, nonostante ripetuti inviti da parte dell’amministrazione comunale, le barriere di protezione degli stessi. Leggi il resto di questo articolo »

11 lug

Politici e amministratori incapaci di gestire il traffico ci costano miliardi di euro

È di cinque miliardi di euro l’anno il costo della congestione nelle sole 6 sei città più popolate d’Italia. È uno dei dati sconfortanti che si ricavano da “Muoversi meglio in città per muovere l’Italia”, lo studio della Fondazione Filippo Caracciolo, il Centro studi Aci, presentato a Roma. “Le principali città italiane sono belle ma invivibili”, ha dichiarato Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Automobile club d’Italia , “e pagano un altissimo spread-mobilità nei confronti degli altri centri europei a causa di traffico, incidenti e inquinamento. La ricetta dell’Aci è un progetto speciale nazionale per la mobilità urbana: 50 miliardi di euro in 10 anni, nuove regole, controlli efficaci e incentivi per le amministrazioni virtuose. Leggi il resto di questo articolo »

9 lug

Camionisti tosati come pecore dal caro pedaggi Brebemi? “No, guadagneranno”

Vive meglio una pecora tosata ma che ha a disposizione centinaia di chilometri di prati sui quali brucare o una pecora che non viene tosata ma che è costretta a seguire dei sentieri stretti, popolati da moltissime altre pecore, dove è costretta a stare ferma, “incolonnata” verrebbe da dire, per ore?  E’ questa la domanda che  Doriano Bendotti, segretario provinciale di Bergamo di Fai Conftrasporto si è posto leggendo il titolo di un articolo pubblicato dal quotidiano L’Eco di Bergamo e intitolato “I camionisti tosati come pecore”. Leggi il resto di questo articolo »

25 giu

Il Brennero è il valico alpino più trafficato: 27mila veicoli al giorno; 8.800 sono Tir

È il Brennero, con una media di 27mila veicoli in transito al giorno, il valico alpino più trafficato. Sul San Gottardo ne passano in media 17mila al giorno, mentre sul Frejus meno di cinquemila. La differenza è ancora più marcata per il trasporto pesante, con 8.800 mezzi che ogni giorno utilizzano il Brennero, cifra che si avvicina alla somma di tutti gli altri valichi. I dati, riferiti al 2013, sono stati presentati dall’Istituto per lo sviluppo regionale e il management del territorio dell’Eurac di Bolzano all’iMonitraf Transport Forum a Innsbruck, in Austria.  Leggi il resto di questo articolo »

25 giu

Nuove tasse per i tir che viaggiano sulle strade francesi. Ecco quanto costerà in più

Grandi manovre in vista per i tir che viaggiano sulle strade francesi dove l’ecotassa verrà cancellata per essere sostituita da un nuovo  pedaggio di transito per i veicoli pesanti, progetto di legge che sarà votato dal Parlamento francese a luglio e la cui entrata in vigore è prevista dal 1° gennaio 2015, dopo un periodo di sperimentazione di tre mesi. Secondo quanto anticipato dal ministro delle Finanze francese, la nuova tassa interesserà i veicoli con massa complessiva superiore a 3,5 tonnellate e sarà applicata su 4.000 chilometri di strade nazionali (contro i precedenti 15.000)  fra le più percorse del Paese, come le grandi reti di comunicazione nord-sud ed est-ovest e comunque  sulle strade con un traffico superiore a 2500 camion al giorno. Leggi il resto di questo articolo »