A Fiumicino vola anche la qualità dei servizi: i passeggeri promuovono lo scalo

Fiumicino è “tra i primi hub europei sul fronte dei servizi erogati con performances particolarmente positive rispetto alla pulizia dei terminal, alla cortesia del personale aeroportuale e al tempo di attesa nel controllo passaporti”. Lo spiega Aeroporti di Roma, che rende noti i risultati dell’ultima rilevazione trimestrale (gennaio-marzo 2016) dell’Airports Council International, l’associazione internazionale che monitora la soddisfazione dei passeggeri in 250 scali in tutto il mondo. L’aeroporto Leonardo da Vinci, spiega la nota, fa registrare il più alto indice di soddisfazione complessiva dei passeggeri mai raggiunto dallo scalo capitolino. Continua a leggere

Aeroporti fermi al dopoguerra? L’Enac: “Falso, abbiamo fatto numerosi lavori”

Sulle piste degli aeroporti italiani sono stati eseguiti “numerosi lavori” nel corso degli ultimi anni “per svariati milioni di euro”, “certamente in linea con la media europea”. Lo ha dichiarato il presidente dell’Enac, Vito Riggio, che ha risposto con un comunicato alle parole del sindaco di Firenze, Dario Nardella, secondo il quale “l’Italia ha un ritardo preoccupante” nel sistema aeroportuale. Continua a leggere

Voli aerei, estate senza guai? “Con meno passeggeri non ci saranno problemi”

“Non ci dovrebbero essere problemi per il trasporto aereo nei picchi di spostamenti estivi perché ci sarà un calo dei passeggeri quindi meno tensione sul sistema, anche se preferiremmo averne di più”. Lo ha detto il commissario straordinario dell’Enac, Vito Riggio. Oltre al calo di passeggeri il sistema è sotto controllo perché, ha spiegato Riggio, “abbiamo già sperimentato i picchi e siamo rodati”. Se l’anno scorso infatti ci sono state problematiche relative alla crisi di Windjet per quest’anno, sottolinea Riggio, “abbiamo fatto con Enav procedure per gestire eventuali emergenze ma ci auguriamo che continui ad andare tutto bene”. Continua a leggere

WindJet tornerà a volare, l’Enac frena: “Non c’è stata nessuna richiesta”

Windjet ripartirà il prossimo 5 dicembre, con un nuovo nome, Aero Linee Siciliane, nuovi colori e il marchio di sempre, la caratteristica “W” sulla coda dell’aereo. Forse. Perché l’Enac non ha ancora ricevuto formale richiesta né per il riavvio né per una nuova licenza. L’Ente per l’aviazione civile ha infatti messo le cose in chiaro dopo l’annuncio fatto nei giorni scorsi dalla compagnia low cost siciliana: non è stata ancora ricevuta “alcuna richiesta” per la ripresa delle attività o per la costituzione della Newco. E non esiste nemmeno alcuna licenza provvisoria: quella della compagnia è sospesa dal 16 agosto.  Continua a leggere

In Italia si vola low cost: in cinque anni +80% sulle tratte nazionali

L’Italia è il Paese dei voli low cost. È quanto emerge dallo studio “Evoluzione del traffico low cost a livello europeo e nazionale”, realizzato da Kpmg su commissione dell’Enac. Le compagnie aeree low cost, in Italia, tra il 2004 e il 2009 hanno fatto registrare un tasso di crescita passeggeri dell’80 per cento sulle rotte nazionali e del 53 per cento sulle rotte internazionali. Dati nettamente superiori a quelli degli altri principali Paesi europei, Germania, Spagna e Gran Bretagna, ma soprattutto Francia, dove la compagnia di bandiera resta regina praticamente incontrastata. Continua a leggere

Aerei, a Fiumicino non ci sarà il terminal per i voli low cost

Non ci sarà un terminal low cost a Fiumicino. “Con Aeroporti di Roma”, ha detto mercoledì il presidente dell’Enac, Vito Riggio, “siamo d’accordo per la parte tariffaria, sul piano qualità e ambiente, ma sulla possibilità di accogliere a Fiumicino il traffico low cost c’è una posizione netta del Ministero”. “Non vogliamo un terminal low cost a Fiumicino. Fiumicino deve svilupparsi come hub intercontinentale. Il traffico low cost ha già Viterbo”, ha ribadito il consigliere di amministrazione Enac e responsabile dei trasporti del Pd Franco Pronzato. Continua a leggere

Elezioni, fino a 40 euro di rimborso per chi andrà a votare in aereo

Chi andrà a votare in aereo avrà diritto a un rimborso del 40 per cento del biglietto. Lo ha deciso il Ministero dell’Interno che ha presentato un decreto che permetterà a chi utilizzerà questo mezzo di trasporto di avere tariffe più leggere. Il rimborso è previsto fino a un massimo di 40 euro. Soddisfatto l’Enac, l’Ente nazionale per l’aviazione civile. Continua a leggere

Sugli aerei Alitalia la safety card per i passeggeri non vedenti

Proprio in questi giorni Alitalia ha trovato l’accordo per la fuoriuscita di circa 700 dipendenti su base volontaria con gli ammortizzatori di cassa integrazione e mobilità. Una svolta dopo quattro mesi di trattative. Intanto, per la prima volta al mondo, arriva sugli aerei della compagnia di bandiera italiana la safety card per passeggeri non vedenti e ipovedenti. La carta è stata realizzata in caratteri braille e sagome in rilievo e contiene tutte le informazioni di sicurezza per i passeggeri. Sarà disponibile sui circa 90 aeromobili della flotta Airbus di medio raggio della compagnia. Continua a leggere

Le rubano la carta d’identità,
Ryanair la lascia a terra

Ancora una volta Ryanair torna nell’occhio del ciclone. Dopo la provocazione di volere eliminare il secondo pilota e le toilette a pagamento, arriva puntuale un’altra polemica che coinvolge la compagnia aerea low cost irlandese. L’ennesimo scontro riguarda i documenti che Ryanair accetta per l’imbarco. Una diatriba che sembrava risolta dopo che la compagnia aveva accettato di imbarcare non solo i passeggeri in possesso di carta d’identità o passaporto, ma anche quelli con un regolare documento d’identità valido nella zona Ue/Eea. Polemica che si è riaccesa pesantemente in questi giorni, con il presidente dell’Enac, Vito Riggio, che si dice “indignato” per il comportamento di Ryanair che a Barcellona non ha permesso l’imbarco a una passeggera italiana alla quale era stata rubata la carta d’identità. Continua a leggere

L’aeroporto di Comiso diventa civile. Verrà aperto entro l’estate

Verrà aperto entro l’estate l’aeroporto di Comiso, in provincia di Ragusa. Nel corso di un incontro con il sindaco del comune siciliano, Giuseppe Alfano, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, ha confermato la disponibilità a compiere tutti gli atti necessari all’apertura dell’aeroporto entro l’estate, anche in vista del completamento dell’iter che cambierà la destinazione del sedime da militare a civile, per cui il ministro ha già firmato l’apposito decreto interministeriale. Continua a leggere