In Italia non si respira più: le città più inquinate sono Parma, Cremona e Vicenza

Le temperature solo salite e i termosifoni si sono abbassati, ma la qualità dell’aria in Italia non accenna a migliorare. Segno chiaro che il traffico e l’assenza di precipitazioni in alcune regioni del Nord fanno crescere le concentrazioni di ossidi di azoto, ozono troposferico, ma soprattutto polveri sottili Pm10 e sottilissime Pm 2,5. La denuncia è stata portata questa volta da Legambiente e dalle Ferrovie dello Stato nel giorno della partenza del Treno Verde 2012.  Continua a leggere

Il dramma di un 33enne veneto, resta quattro ore intrappolato nell’auto

Un incubo di quattro ore, intrappolato nell’auto nella gelida notte tra venerdì 10 e sabato 11. È questa la terribile avventura che ha avuto protagonista un 33enne veneto. L’uomo ha perso il controllo della sua Fiat Punto nei pressi di Alonte (Vicenza) e si è schiantato contro un platano. È poi rimasto privo di sensi a causa dell’urto imprigionato nella sua automobile in bilico tra la strada e il torrente ghiacciato sottostante.  Continua a leggere

Sgominata una banda, realizzava cronotachigrafi dei Tir taroccati

Alteravano i cronotachigrafi dei camion per permettere ai mezzi pesanti di circolare su strade e autostrade senza rispettare i tempi di guida e di riposo. L’organizzazione è stata scoperta dalla polizia stradale di Vicenza, che ha arrestato quattro persone. Secondo quanto accertato dalla Polstrada l’organizzazione operava nell’hinterland milanese, con collegamenti in sette regioni italiane. Continua a leggere

Manutenzione della rete stradale, arrivano 330 milioni dal Cipe

Il Cipe (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) ha assegnato 330 milioni di euro all’Anas e 240 milioni a Rfi (Rete ferroviarie italiane) per la manutenzione stradale e ferroviaria. Si tratta delle cosiddette risorse del Fondo infrastrutture. Grande attenzione è stata posta per favorire il collegamento con i porti. Fra gli altri interventi approvati, per la Regione Liguria diventa di fondamentale importanza l’assegnazione di 35 milioni di euro per il progetto definitivo del collegamento stradale di accesso al porto di Genova-Voltri. Continua a leggere

Inquinamento, dati allarmanti: 29 capoluoghi sono già fuorilegge

Sono 29 i capoluoghi già fuorilegge per le polveri sottili per aver superato il limite europeo di 35 giorni. Il triste primato spetta a Torino, con 74 giorni di superamento della soglia, seguita da Milano e Verona con 67 superamenti, e Brescia che al 26 aprile registrava già 63 giorni di sforamento. Sono questi i primi risultati della campagna promossa dal Treno Verde di Legambiente e Ferrovie dello Stato, realizzata quest’anno con la partecipazione del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, la collaborazione di Anci e il contributo di Telecom. Continua a leggere

I 150 anni dell’Unità d’Italia nella rievocazione della Milano-Sanremo

La prima auto con motore a scoppio immatricolata in Italia pare sia stata una Peugeot Tipo 3 comprata dalla famiglia Rossi di Vicenza (quelli della Lanerossi) nel gennaio del 1893. Quando venne fatta l’Italia unita, insomma, nel 1861 le auto erano soltanto un sogno. Eppure anche il mondo delle quattro ruote ha deciso di festeggiare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Domenica, 150 veicoli storici hanno infatti partecipato alla rievocazione della coppa Milano-Sanremo. Continua a leggere

La lotta all’inquinamento causato dal traffico? È una presa in giro

Puntuale come una cambiale, con l’abbassarsi del termometro tipico di questo periodo invernale, tornano a salire i valori dell’inquinamento e gli amministratori, pressati dalle “madri  salutiste” (preoccupate per la salute dei figli tanto da accompagnarli tutte le mattine a scuola, magari con i Suv che regolarmente parcheggiano a motore acceso in seconda fila) non sanno far altro che ricorrere  alle solite misure tanto demagogiche quanto inutili ai fini della riduzione dei livelli d’inquinamento. L’ecopass è stato un mezzo flop? Poco importa. Le domeniche a piedi non funzionano? Non fa nulla. Continua a leggere

La Serenissima piace alle banche, Intesa vuole crescere oltre il 31%

Il pedaggio delle autostrade, soprattutto di quelle più trafficate, fa gola a molti e in particolare a uno dei maggiori istituti di credito europei, Intesa Sanpaolo, attraverso Banca Infrastrutture Innovazione e Sviluppo (Biis). “La Biis guidata da Mario Ciaccia”, scrive l’agenzia di stampa Radiocor del Sole 24 Ore, “era al lavoro sul dossier Serenissima da giugno scorso. Poi, complici le vacanze estive, la due diligence (l’analisi del valore di un’azienda) è slittata a settembre e il deal ha richiesto qualche settimana in più del previsto. Qual è il senso dell’operazione? L’obiettivo è migliorare la redditività di una delle autostrade (la Brescia-Padova) più trafficate d’Europa, ma che ha fin qui pagato anche investimenti lontani dal core business”. Continua a leggere

Trasporti alternativi all’auto,
a Vicenza un concorso fotografico

Un concorso fotografico per promuovere mezzi di trasporto alternativi all’auto privata. Si chiama “Scatti d’aria pulita, immagini di mobilità sostenibile” l’iniziativa indetta dal Comune di Vicenza (assessorati alla Progettazione e innovazione del territorio, alla Mobilità e all’Ambiente) in collaborazione con il fotoclub “Il punto focale”. La competizione fotografica è aperta a tutti, la partecipazione è gratuita e il termine ultimo per la presentazione delle opere è fissato per sabato 28 agosto. Continua a leggere

Incidente sull’A4 tra Vicenza e Verona, un Tir prende fuoco

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=GQN2vkVUbPI[/youtube]

Sono 12 i chilometri di coda che si sono formati a causa dell’incidente verificatosi giovedì 10 giugno sulla A4, in direzione Milano, tra Montebello (Vicenza) e Soave (Verona). Coinvolti due Tir, un dei quali ha preso fuoco e due automobili. Il mezzo pesante che si è incendiato trasportava un carico di bottiglie. L’intenso calore generato ha bruciato l’asfalto e determinando la chiusura della carreggiata ovest, con uscita obbligatoria a Montebello. Per circa un’ora è rimasta chiusa anche la carreggiata est in direzione Venezia. Il filmato è stato tratto da Youtube.