Auto vendute su Internet, attenti alle truffe: c’è chi sparisce dopo aver preso l’acconto

Su Internet si possono trovare tante occasioni, con una ricca varietà di prodotti e, soprattutto, prezzi più bassi. Ma il mondo della rete è popolato anche da truffatori. Lunedì i carabinieri della Stazione Roma Macao hanno denunciato in stato di libertà un 61enne romano, già noto alle forze dell’Ordine, per truffa. L’uomo aveva infatti pubblicato l’annuncio per la vendita di un’auto non sua su un noto sito e poi si era fatto versare da un compratore 4.600 euro, quale acconto, sulla propria carta. Una volta ricevuti i soldi, il truffatore si è volatilizzato. Continua a leggere

Mercato dell’auto, a febbraio immatricolazioni in crescita del 6,2 per cento. Cala l’usato

Sono 183.777 le auto immatricolate a febbraio in Italia. La crescita, rispetto allo stesso mese del 2016, è del 6,2 per cento. Nel periodo gennaio-febbraio 2017, spiega il Ministero dei Trasporti, la Motorizzazione ha immatricolato 355.656 autovetture, con una variazione di +8,12 per cento rispetto al periodo gennaio-febbraio 2016, durante il quale ne furono immatricolate 328.949. Fca ottiene risultati migliori del mercato sia a febbraio (+6,9 per cento) sia nel bimestre (+9,5 per cento). Cresce anche la quota, ora al 29,2 per cento.  Continua a leggere

L’Europa continua a comprare auto, a gennaio vendite in crescita del 10 per cento. Bene Fca

Inizio d’anno positivo per il mercato europeo dell’auto. Secondo i dati dell’Acea, l’associazione dei costruttori europei, a gennaio le immatricolazioni nel 28 Paesi Ue più quelli Efta sono state 1.203.958, il 10,1 per cento in più rispetto a gennaio 2016. Tra i principali mercati si registra una crescita a doppia cifra in Spagna (+10,7 per cento), Francia (+10,6), Germania (+10,5) e Italia (+10,1). Più contenuto (+2,9 per cento) l’incremento di immatricolazioni nel Regno Unito.  Continua a leggere

Le auto riprendono a correre, nel 2016 immatricolazioni in crescita del 15,8 per cento

Il mercato italiano dell’auto ha chiuso il 2016 con il botto. Le immatricolazioni totali sono state 1.824.968, il 15,8 per cento in più rispetto al 2015. A dicembre, 31° mese consecutivo di crescita, le auto vendute sono state 124.438 (+13,06 per cento). Ottimi i risultati di Fca, che ha venduto 528.189 auto, il 18,39 per cento in più del 2015. “La crescita è stata sia nell’anno sia a dicembre superiore rispetto a quella del mercato”, spiega l’azienda in un comunicato. “La quota nel 2016 sale al 28,94 per cento, era dal 2012 che il gruppo non otteneva una quota così elevata in Italia”.  Continua a leggere

Mercato dell’auto, niente sprint nel 2016. Acea: “La crescita sarà moderata”

Scordatevi percentuali a doppia cifra e la celebrazione della rinascita del mercato delle quattro ruote. Quest’anno le vendite continueranno ad aumentare ma non ci sarà il botto. “Per il 2016”, ha spiegato il presidente dell’Acea e amministratore delegato di Daimler, Dieter Zetsche, “prevediamo un aumento delle vendite molto più moderato sia per le auto passeggeri sia per i veicoli commerciali”. Secondo il presidente dell’associazione dei costruttori, la crescita del mercato europeo, rispetto al 2015, sarà del 2 per cento, con circa 14 milioni di immatricolazioni. Continua a leggere

I concessionari escono dal tunnel: crisi finita, il mercato dell’auto crescerà ancora

“Abbiamo fiducia che la più lunga crisi del mercato degli autoveicoli che l’Italia abbia mai visto sia conclusa”. Parola di Filippo Pavan Bernacchi, presidente di Federauto, l’associazione che riunisce i concessionari italiani. “La crescita è stata trainata dal canale noleggio e da quello privati. Non dimentichiamo che il noleggio ha beneficiato di eventi straordinari quali l’Expo e il Giubileo mentre i privati, ossia le famiglie, sono stati invogliati da un mix di campagne promozionali molto vantaggiose. Nel contempo si è ridimensionato il fenomeno delle cosiddette vetture a chilometri zero”. Continua a leggere

Il dieselgate non frena il mercato italiano: vendite in crescita dell’8,5 per cento

Sono state 132.929 le auto immatricolate a ottobre in Italia. La crescita, rispetto allo stesso mese del 2014, è dell’8,56 per cento. Secondo i dati del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, nei primi dieci mesi del 2015 sono state vendute 1.330.005 auto, il 14,67 per cento in più dell’analogo periodo 2014. Buoni i risultati di Fiat Chrysler Automobiles. Continua a leggere

Vendite di auto in crescita anche a settembre. L’Unrae: segnali incoraggianti

Con 130.071 veicoli immatricolati e un +17,15 per cento rispetto al settembre 2014 il mercato dell’auto torna a sorridere, nonostante la bufera generata dal cosiddetto “Caso Volkswagen”. Nei primi nove mesi del 2015, i volumi immatricolati si attestano a 1.196.270 unità, ossia il 15,3 per cento in più rispetto a gennaio-settembre 2014. Continua a leggere

Auto, vendite in crescita anche ad agosto. Ma il mercato sta rallentando

Il mercato italiano dell’auto non si ferma. La crescita delle immatricolazioni è continuata anche ad agosto, ma con un rallentamento. Secondo i dati del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ad agosto le immatricolazioni sono state 59.203, in crescita del 10,65 per cento rispetto allo stesso mese del 2014. Negli otto mesi del 2015 le auto vendute sono state 1.065.556, il 15,03 per cento in più dell’analogo periodo dell’anno scorso. Continua a leggere

Auto, il mercato cresce ma è una ripresa lenta: i volumi sono quelli degli Anni 80

Immatricolazioni in crescita e percentuali che si alzano. Il mercato dell’auto continua ad accelerare anche se, come fanno notare le associazioni di settore, i livelli pre-crisi sono lontani. I volumi sono quelli di inizio Anni 80: una ripresa lenta ma, fortunatamente, costante. A luglio, infatti, il mercato italiano ha registrato una crescita del 14,54 per cento rispetto allo scorso anno. Le immatricolazioni sono state 131.489. Meglio del mercato ha fatto Fiat Chrysler Automobiles, con 37.248 vetture immatricolate, il 19,33 per cento in più del luglio 2014, con la quota che sale dal 27,19 al 28,33 per cento. Continua a leggere