Quale motore scegliere? E il diesel va davvero condannato? Per scoprirlo c’è Forum Automotive

“Lotta alle emissioni: diesel da assolvere” e “Cittadini nel caos: quale motore scegliamo?” Sono questi i temi al centro del nuovo appuntamento con Forum Automotive, evento ideato dal giornalista Pierluigi Bonora per aiutare a capire il mondo dei trasporti e tutto quanto a esso collegato a partire dall’inquinamento ambientale, in programma domenica 17 marzo all’Enterprise Hotel in Corso Sempione, 91 a Milano. Un dibattito per capire se tutte le “accuse” mosse ai motori diesel (in molti casi con tanto di condanna già emessa e senza appello) sono davvero “giuste”, attraverso uno studio illustrato da Claudio Spinaci, presidente dell’Unione petrolifera, in programma alle 17.30, e per aiutare il “popolo degli acquirenti di auto” in una scelta che probabilmente non è mai stata complicata come oggi, grazie a un’indagine realizzata dalla Doxa, e presentata, in chiusura di lavori, da Barbara Galli, business unit director della più importante azienda indipendente italiana di ricerche di mercato.  Continua a leggere

Carburanti, il contrabbando è alle stelle. Aumentano anche i furti nei distributori

In quattro anni il contrabbando dei prodotti petroliferi è aumentato del 231 per cento. I numeri, diffusi nel corso dell’assemblea annuale dell’Unione petrolifera, dicono che nel 2015 i prodotti energetici “consumati in frode” sono stati circa 191mila tonnellate, mentre nel 2011 erano 58mila. Continua a leggere

Crollo dei prezzi dei carburanti, per gli italiani risparmio di 7,1 miliardi di euro

I carburanti meno cari hanno fatto risparmiare agli italiani 7,1 miliardi di euro in un anno. Lo ha calcolato l’Unione petrolifera, spiegando che 6,2 miliardi di risparmi sono relativi al minor costo industriale dei carburanti – provocato dal crollo delle quotazioni del petrolio – e 900 milioni al minor gettito fiscale derivante dal calo dei prezzi. La variazione di prezzo nel 2015 rispetto al 2014 per la benzina è stata di 17,5 centesimi, mentre quella del gasolio di 20,3 centesimi. Continua a leggere

Carburanti troppo cari? I petrolieri replicano: “I prezzi stanno scendendo”

Benzina troppo cara? Secondo Federconsumatori, che parla di 12 centesimi di troppo sui prezzi dei listini (clicca qui), assolutamente sì. Ma per l’Unione petrolifera, l’associazione che riunisce le principali aziende petrolifere che operano in Italia, lo scenario è completamente diverso. “In questo avvio di settimana”, si legge in una nota dell’Up, “i prezzi dei carburanti italiani, contrariamente a quanto si legge su alcune agenzie, hanno fatto registrare segnali di diminuzione in linea con la recente evoluzione dei mercati internazionali del greggio e dei prodotti raffinati”. Continua a leggere

Carburanti, l’Unione petrolifera invita il governo a tagliare le accise

“Ci auguriamo che questo governo sia più coraggioso dei precedenti sulle accise perché le manovre sono inique e fortemente recessive”. Lo ha detto venerdì a Radio 1 Rai il presidente dell’Unione petrolifera, Alessandro Gilotti.  Continua a leggere

Dal benzinaio le donne amano essere servite. Per il pieno 120 euro al mese

La maggioranza degli italiani preferisce essere servita. Almeno dal benzinaio. Secondo i dati contenuti in un sondaggio condotto dall’Ispo per l’Unione petrolifera, il 56 per cento degli italiani non ama ricorrere al self service: sono soprattutto donne, anziani e persone che generalmente usano poco l’auto. Uomini e giovani, “categorie” che solitamente amano di più la quattro ruote, preferiscono rifornirsi di carburante da soli. Magari risparmiando un po’.  Continua a leggere

Benzina troppo costosa, i petrolieri: “Cercate i distributori più convenienti”

“La media dei prezzi della benzina in Italia è superiore alla media europea di tre centesimi al litro, ma in alcuni distributori abbiamo anche prezzi più competitivi rispetto all’Europa”. Lo ha detto Pasquale De Vita, presidente dell’Unione Petrolifera, uscendo dall’incontro al ministero dello Sviluppo economico sui prezzi del carburante, sottolineando le riduzioni di prezzo degli ultimi giorni e invitando “l’utenza a fare qualche sacrificio andando a cercare i distributori più convenienti e i self service”. Continua a leggere

I petrolieri: sui rincari dei carburanti pesano gli aumenti delle accise

Il vertiginoso aumento del prezzo della benzina, +20,8 per cento in un anno (clicca qui per leggere l’articolo di Stradafacendo), sta mandando su tutte le furie gli automobilisti. Ma i petrolieri non ci stanno a prendersi tutte le colpe e puntano il dito contro le accise. Confrontando aprile su aprile, spiegano dall’Unione petrolifera, bisogna tenere conto dell’aumentato carico fiscale intervenuto nel frattempo. Secondo i calcoli dei petrolieri, nel corso dell’ultimo anno, la sola componente accise (senza Iva, nel frattempo passata al 21 per cento e che si scarica anche sul prezzo industriale) per la benzina è aumentata del 23 per cento e per il gasolio del 37 per cento. Continua a leggere

Ancora rincari per i carburanti,
i petrolieri: “In linea con l’Europa”

Nuovi rincari per i prezzi dei carburanti. Anche oggi, dopo i rialzi dei giorni scorsi, Quotidiano Energia ha rilevato degli aumenti. Questa volta i listini sono stati ritoccati da TotalErg, con un aumento di +0,5 centesimi sulla benzina, +0,3 centesimi sul diesel e +1 centesimo sul Gpl. Si tratta di variazioni, secondo l’Unione petrolifera, in perfetta sintonia con il resto d’Europa. Continua a leggere

Ancora rialzi per i carburanti,
la benzina a 1,455 euro al litro

È senza sosta il rialzo del prezzo dei carburanti. Anche oggi, infatti, alcune compagnie hanno ritoccato verso l’alto i listini arrivando a un massimo, per la benzina, di 1,455 euro al litro che per i nostalgici della vecchia moneta significa 2.817 lire al litro. Già ieri la verde aveva superato la soglia di 1,45 euro al litro, raggiungendo valori che non si vedevano da settembre 2008. Continua a leggere