In Italia si vola low cost: in cinque anni +80% sulle tratte nazionali

L’Italia è il Paese dei voli low cost. È quanto emerge dallo studio “Evoluzione del traffico low cost a livello europeo e nazionale”, realizzato da Kpmg su commissione dell’Enac. Le compagnie aeree low cost, in Italia, tra il 2004 e il 2009 hanno fatto registrare un tasso di crescita passeggeri dell’80 per cento sulle rotte nazionali e del 53 per cento sulle rotte internazionali. Dati nettamente superiori a quelli degli altri principali Paesi europei, Germania, Spagna e Gran Bretagna, ma soprattutto Francia, dove la compagnia di bandiera resta regina praticamente incontrastata. Continua a leggere

Nerli: “Logistica inefficiente, i porti italiani non escono dalla crisi”

Quello italiano è il secondo sistema portuale dell’Europa per merci, il primo per quando riguarda invece i passeggeri. Eppure “sta uscendo dalla crisi più lentamente degli altri”. È questo il grido d’allarme del presidente di Assoporti, l’associazione dei porti italiani, Francesco Nerli. Il motivo di questa lentezza, secondo Nerli, sta nella mancanza di “una efficiente rete logistica infrastrutturale”, specie per quanto riguarda “le connessioni di ultimo miglio” e “la mancanza di una proiezione – attraverso strade, ferrovie, valichi – dei porti settentrionali verso il cuore dell’Europa continentale”. Continua a leggere

Sviluppo del trasporto pubblico, Bergamo alla conquista del mondo

Per convincere i cittadini a utilizzare i mezzi pubblici ci vogliono idee e proposte. Quelle giuste arrivano da Bergamo, che – grazie ad Atb, il gruppo che gestisce il trasporto pubblico e la mobilità – ha ottenuto un importante risultato a livello mondiale. Atb è infatti l’unico gruppo italiano che figura nell’elenco dei finalisti della prima edizione del “PTx2 Awards”, il concorso internazionale che vuole premiare le realtà che contribuiscono in maniera significativa al raddoppio della quota di mercato del trasporto pubblico. Continua a leggere

Aerei, il prezzo del petrolio dimezzerà gli utili delle compagnie

Non sono solamente gli automobilisti e i camionisti a piangere per i continui aumenti dei prezzi dei carburanti. Secondo la Iata, infatti, a causa dell’incremento del prezzo del petrolio, i guadagni delle compagnie aeree quest’anno saranno notevolmente inferiori rispetto al 2010, praticamente dimezzati L’associazione internazionale che rappresenta 232 aviolinee ha rivisto al ribasso le previsioni di utili netti del settore a 8,6 miliardi di dollari dai 9,1 miliardi stimati a dicembre scorso. Una riduzione del 46 per cento rispetto ai 16 miliardi guadagnati nel 2010. Dovrebbe invece aumentare la domanda di trasporto passeggeri, dal 5,2 al 5,6 per cento, grazie alla previsione di incremento del Pil globale. Continua a leggere

Novità nel trasporto aereo, prende il volo il Sukhoi Superjet 100

A circa sei anni dalla firma del memorandum di intesa tra la russa Sukhoi Aviation e Alenia Aeronautica del Gruppo Finmeccanica, i primi esemplari del Sukhoi Superjet 100 – un aereo per il trasporto passeggeri di nuova generazione – saranno consegnati alle compagnie per l’inserimento nella linea di volo. È la stessa Alenia a renderlo noto evidenziando che il jet – 100 posti e nuove tecnologie per la riduzione dei consumi e del rumore – rappresenta uno dei più importanti programmi di collaborazione industriale di elevato livello tecnologico tra l’Italia e la Russia. Continua a leggere

2010, decolla il trasporto aereo: passeggeri +8,2% e merci +20,6%

Il mondo ha ripreso a volare. Secondo le statistiche della Iata (l’associazione internazionale del trasporto aereo), nel 2010 la domanda di trasporto passeggeri è cresciuta dell’8,2 per cento, mentre per le merci l’incremento è stato addirittura del 20,6 per cento. La crescita della domanda ha superato l’aumento della capacità del 4,4 per cento per i passeggeri e dell’8,9 per cento per il settore cargo e il coefficiente medio di carico passeggeri per l’anno è stato del 78,4 per cento, con un miglioramento di 2,7 punti percentuali rispetto al 2009. Per le merci il coefficiente di carico ha visto un incremento di 5,2 punti percentuali con il 53,8 per cento. Continua a leggere

La stima dell’Airbus: “Entro il 2029 ci saranno 26mila nuovi aerei”

Entro il 2029 ci saranno quasi 26mila nuovi aerei che contribuiranno a soddisfare la domanda di trasporto aereo. La stima è stata fatta dal consorzio Airbus, noto costruttore di velivoli, nel corso dei lavori del Global Market Forecast. Ben 25mila saranno allestiti e impiegati per il trasporto passeggeri, per un controvalore di circa 2.900 miliardi di dollari. Inoltre, 10mila di questi rimpiazzeranno i velivoli meno efficienti e meno ecologici. I restanti 15mila costituiranno il vero incremento della disponibilità di sedili e volumi per le merci. Complessivamente, tra il 2010 e il 2029 saranno investiti circa 3.200 miliardi di dollari. Continua a leggere

Uggé: “L’autotrasporto? Copre
le inefficienze delle Ferrovie”

L’amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti, torna all’attacco per denunciare le eccessive risorse messe a disposizione dal governo per il mondo dell’autotrasporto, e il presidente nazionale di Fai Conftrasporto, associazione di categoria che raggruppa migliaia di imprese del settore, gli risponde. Invitando l’uomo chiamato a guidare le ferrovie dello Stato a guardare ai tanti disservizi che corrono su rotaia, ai tagli drastici che le Ferrovie hanno attuato nel trasporto merci via ferrovia (che dovrebbe rappresentare la grande alternativa ecologica al trasporto su gomma, consentendo di caricare interi rimorchi sui treni). Ma anche a riflettere su come i Tir debbano viaggiare a decine, centinaia di migliaia in Italia (affrontanto una concorrenza spietatissima) proprio per dover far fronte alle inefficienze delle Ferrovie dello Stato. Continua a leggere

Inquinamento da trasporto, Moretti: “Troppe auto e camion”

“In Europa l’inquinamento da trasporto è al 24 per cento, mentre in Italia è al 35 per cento. Questo divario è dovuto al maggior utilizzo di auto e camion rispetto alla media europea”. Lo sostiene l’amministratore delegato delle Ferrovie dello stato, Mauro Moretti. Nel corso di una tavola rotonda nell’ambito di Mobility Tech, Moretti ha ricordato che l’Italia supera dell’11 per cento la media europea di emissioni di Co2 legate al trasporto. Secondo l’ad delle Ferrovie dello Stato il nostro Paese sconta una “politica che incentiva di più le auto e il trasporto privato di merci e passeggeri, dobbiamo quindi invertire le regole perché questa situazione non può più reggere”. Continua a leggere

Gli autotrasportatori e Tirrenia insieme sulle Autostrade del mare?

Abbiamo tutti letto che il Governo è dovuto intervenire con un nuovo decreto per far fronte alla marcia indietro della cordata che si era aggiudicata la gara per gestire la compagnia marittima Tirrenia. Indubbiamente la situazione non è semplice e sia gli operatori privati che si sono candidati, sia il Governo hanno di fronte una situazione complessa che deve essere risolta innanzitutto per garantire dei servizi di collegamento ai cittadini, per non “buttare a mare” il know how frutto di esperienze e investimenti, ma anche per dare certezze ai lavoratori coinvolti. Continua a leggere