Il Pil riprende a crescere? Merito del trasporto aereo: “Aumentano le presenze negli aeroporti”

“Il trasporto aereo con un +3 per cento traina la crescita del fatturato dei servizi nel secondo trimestre 2016 secondo l’Istat”. Lo affermano fonti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti evidenziano come sia “il settore con maggior incremento, a conferma di un aumento di presenze negli aeroporti”. Continua a leggere

Gli aerei tornano in cielo, volano merci e passeggeri: uno su due sceglie il low cost

L’Italia riprende a volare. Dopo due anni di flessione, nel 2014 il traffico aereo da e verso gli scali nazionali ha segnato “una significativa ripresa” rispetto all’anno precedente. Lo afferma l’Istat, specificando che i passeggeri sono aumentati del 4,7 per cento, le merci e la posta del 6,2 per cento, i movimenti di aeromobili dell’1,2 per cento. I risultati sono particolarmente positivi per le compagnie low cost che stanno togliendo passeggeri ai vettori nazionali. Continua a leggere

Voli e passeggeri in calo in Italia, ma cresce il settore cargo: +1,5 per cento

Meno voli, meno passeggeri ma una crescita del settore cargo che, rispetto al 2012, registra un incremento dell’1,5 per cento con un totale di tonnellate movimentate nell’anno di 907.485. Secondo il consuntivo sul trasporto aereo italiano diffuso da Assaeroporti, nel 2013, sono transitatati nei 38 scali monitorati oltre 144 milioni di passeggeri, circa 2.740.000 in meno rispetto al 2012 (-1,9 per cento). Continua a leggere

Voli aerei in ritardo o cancellati: i passeggeri avranno più diritti

Informazioni puntuali, assistenza in caso di ritardo o cancellazione del volo con l’imbarco su altri aerei, procedure di reclamo più semplici: sono alcune delle misure contenute all’interno di un pacchetto proposto dalla Commissione Ue per rafforzare i diritti dei passeggeri dei voli aerei. “È importante che i diritti dei passeggeri non esistano solo sulla carta. Per quelli rimasti a terra la priorità assoluta è partire e quindi la proposta si concentra su informazione, assistenza e un’alternativa valida”, ha detto il commissario ai Trasporti Siim Kallas. Continua a leggere

Rinuncio all’auto, anzi no. Anche con la crisi gli italiani non la tradiscono

Gli italiani preferiscono l’auto. Tuttavia quasi tre dei nostri concittadini su 10 ancora non conoscono la classe euro della propria automobile. Un dato che dimostra che nel campo della mobilità c’è ancora molto da lavorare. A tracciare il quadro del rapporto degli italiani con i mezzi di trasporto su un’agenzia Adnkronos è Carlo Carminucci, direttore generale dell’Istituto superiore di formazione e ricerca per i trasporti, Isfort. La crisi, spiega Carminucci, ”ha avuto impatti soprattutto nell’ultimo anno e mezzo”. La domanda di mobilità, infatti, ”nel 2011 si è ridotta del 12 per cento. Una tendenza che si conferma anche nei primi mesi del 2012”. A causa della congiuntura economica negativa, dunque, ”gli italiani spendono di meno per i trasporti e iniziano a scegliere i mezzi pubblici”. Il dato, però, sottolinea Carminucci, ”non è legato a un cambiamento della mentalità e degli stili di vita”. Continua a leggere

Tra Malpensa e Hong Kong cresce il traffico aereo. Anche delle merci

È ora di rilanciare anche il settore cargo. L’assessore lombardo alle Infrastrutture e ai Trasporti, Raffaele Cattaneo, non ha dubbi. Dopo il crescente successo del collegamento aereo tra Malpensa e Hong Kong effettuato da marzo 2010 dalla compagnia cinese Cathay Pacific (da luglio scorso i collegamenti giornalieri), è importante investire sul trasporto delle merci. In realtà i risultati sono già positivi e le prospettive di crescita sono reali.  Continua a leggere

Trasporto aereo, precipitano gli utili: il prezzo del greggio è troppo alto

L’aumento del prezzo del greggio farà diminuire l’utile delle compagnie aeree. Secondo le previsioni della Iata (International Air Trasport Association) nel 2012 l’industria del trasporto aereo registrerà utili per 3 miliardi di dollari con un margine dello 0,5 per cento, in calo rispetto agli utili del 2011 pari a 7,9 miliardi. Il nuovo dato è di 500 milioni di dollari inferiore alle previsioni Iata dello scorso dicembre, principalmente a causa dell’impatto del caro-petrolio.  Continua a leggere

Incidenti in aereo sempre più rari, il 2011 è stato l’anno migliore della storia dei voli

Certo, il paragone non è fatto con i tempi di Icaro o con quelli degli esperimenti di Leonardo o dei fratelli Wright, quando gli incidenti aerei si contavano su un dito di una mano, ma su tempi decisamente più recenti. Comunque il 2011 si è rivelato l’anno più sicuro della storia del trasporto aereo, con una riduzione del numero delle vittime del 40 per cento – come scrive Tmnews.it – rispetto ai 12 mesi precedenti (486 morti contro 786 del 2010): lo ha annunciato l’Associazione Internazionale per il Trasporto aereo (Iata).  Continua a leggere

Giovedì 1° marzo lo sciopero dei trasporti: resteranno fermi bus, tram, metro e treni

Si fermeranno bus, tram, metro, treni e autisti di Tir. Partiranno in ritardo navi e traghetti. Sono questi alcuni dei disagi previsti per giovedì 1° marzo, quando è in programma lo sciopero generale di quattro ore dei trasporti. L’unico settore escluso dallo stop è il trasporto aereo. Salve dalla protesta solo la città di Firenze e la regione Sardegna. Lo sciopero è stato proclamato unitariamente dai sindacati di categoria Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti per denunciare “la grave condizione” dei trasporti nel Paese “aggravata dalle decisioni del governo”, tra l’altro anche con la cancellazione della previsione del contratto nazionale di settore per le imprese ferroviarie, e per chiedere all’esecutivo di aprire un confronto di merito. Continua a leggere

Confermato lo sciopero del 1° marzo, fermi per quattro ore tutti i settori dei trasporti

Il 1° marzo sarà più difficile viaggiare in Italia e spostarsi nelle città: i sindacati dei trasporti di Cgil Cisl e Uil hanno infatti confermato lo sciopero generale di quattro ore per tutti i settori del trasporto: aereo, ferroviario, marittimo, bus e metro, viabilità, merci e porti. Il trasporto aereo si fermerà dalle 10 alle 14, quello ferroviario dalle 14 alle 18. Per il trasporto pubblico locale si deciderà città per città. Per Milano lo sciopero di bus e metro è stato fissato dalle 8.45 alle 12.45 mentre a Roma i mezzi resteranno fermi dalle 8.30 alle 12.30.  Continua a leggere