Trasporti cardine della crescita, con più efficienza l’Italia sarà lepre e non lumaca

La logistica, ovvero i trasporti, sono “fondamentali per la crescita, lo sviluppo e la competitività nel Paese”: in base alla loro “efficienza” si capirà se “l’Italia potrà essere un Paese lepre e non lumaca”. Così il presidente della Confcommercio, Carlo Sangalli, a margine del convegno “Trasportare la ripresa”. Dallo “stato di salute” del sistema dei trasporti dipenderà, ha aggiunto, “la velocità nella ripresa”.  Continua a leggere

L’Italia è tra i Paesi europei con più procedure d’infrazione nei trasporti

L’Italia è il terzo Paese in Europa per procedure d’infrazione aperte dalla Commissione Ue nel campo dei trasporti. In particolare, l’Italia è nel gruppo dei peggiori performer in Europa per infrazioni nell’aviazione (4), marittimo (3) e altre di ordine generale (4). Peggio di noi – che abbiamo 14 procedure d’infrazione – hanno fatto solamente Portogallo (16) e Spagna (15). Continua a leggere

La Russia punta sul battello volante, i primi test a maggio sul fiume Lena

Il Ministero dei Trasporti della Jakutija (regione russa situata al di sopra del circolo polare) sta effettuando dei test su un nuovo battello volante, un ekranoplano. Il “Burevestnik”, questo il nome del veicolo, verrà provato nel prossimo maggio sul fiume Lena, lungo i 600 chilometri della linea Jakutsk-Olekminsk. Si tratta di una via di mezzo tra un traghetto e un aereo, e potrebbe venir usata per sostituire in Jakutija le linee veloci per passeggeri “Rakety” e “Meteory”. Come si legge sul portale La Voce della Russia, “il «Burevestnik» appartiene alla classe degli idrovolanti: aeromobili che, come gli ekranoplani, possono appoggiarsi alla superficie utilizzando l’«effetto suolo», ma, a differenza dei classici ekranoplani, sono in grado di sollevarsi anche di molto. Continua a leggere

Autorità dei Trasporti, questa sconosciuta: c’è da gennaio, ma mancano le nomine

Da gennaio di quest’anno è istituita per legge l’Autorità di regolazione dei Trasporti, ma ad oggi non è ancora funzionante. Manca l’accordo sulle nomine del direttivo. Eppure per favorire la concorrenza e la crescita del settore – si legge sul portale Agenparl.it – se ne sentirebbe il bisogno, soprattutto nel momento in cui la recessione morde l’economia nazionale. Continua a leggere

Trasporti, dall’Europa finanziamenti per 28 milioni: interessati 10 progetti

Arrivano i finanziamenti europei per le reti di trasporto. La Commissione europea ha infatti assegnato all’Italia 27,737 milioni di euro per la realizzazione di sei progetti nazionali e quattro transnazionali nell’ambito del bando 2011 per le reti di trasporto transeuropee Ten-T. Tra questi, la Torino-Padova, i nodi di Genova e Bologna, e la sezione di Treviglio dell’alta velocità. Nel dettaglio, cinque milioni di euro sono destinati alla costruzione di un tunnel ferroviario e di uno stradale per permettere il passaggio dell’alta velocità a Treviglio, e altri cinque al nodo di Genova per i lavori a Voltri e alla giunzione S.Limbania-Campasso.  Continua a leggere

“Ministro Passera, sulle liberalizzazioni nelle ferrovie si deve fare di più”

“Diciamoci la verità, signor Ministro, nell’ambito delle liberalizzazioni delle ferrovie qualcosa in più si poteva e si può fare. Il mercato italiano resta fortemente dominato dall’ex monopolista nazionale; questo dominio ha portato ad avere il 72 per cento degli operatori che evidenzia una marcata insoddisfazione per la rete ferroviaria. E questo perché, nel settore merci, gli obbiettivi non sono indirizzati alla produzione delle migliori condizioni per lo sviluppo del servizio ferroviario”. Continua a leggere

Per chi viaggia nell’Unione europea nasce il decalogo dei diritti dei passeggeri

Dieci diritti dei passeggeri per garantire a chi viaggia nei Paesi dell’Unione europea il giusto trattamento. Diritti come il risarcimento, l’informazione o la possibilità di rinunciare al viaggio. “Una lista applicabile a tutti i tipi di trasporto”, come ha scritto su Twitter il commissario europeo ai Trasporti, Siim Kallas, che rende “l’Unione europea unica al mondo”. Ed eccoli i diritti inseriti nel decalogo dei passeggeri.  Continua a leggere

Mario Monti ha scelto Corrado Passera per guidare il ministero dei Trasporti

Sviluppo Economico, Infrastrutture e Trasporti. Tutti in mano alla stessa persona. È Corrado Passera, scelto da Mario Monti per i dicasteri guidati fino alla scorsa settimana rispettivamente da Paolo Romani e Altero Matteoli. Nato a Como a fine dicembre del 1954, Passera si è laureato alla Bocconi di Milano. Inizia la carriera come manager all’Olivetti e, dopo un’esperienza in McKinsey (1980-1985), torna a Ivrea dove diventa braccio destro di De Benedetti e presidente, amministratore delegato e direttore generale della Cir. È di quegli anni la sua prima esperienza nel mondo del credito: dall’1988 al 1995 è vicepresidente del Credito Romagnolo. Continua a leggere

Ponte sullo Stretto, niente soldi da Bruxelles. Sì al corridoio Baltico-Adriatico

La Commissione europea ha dato il via libera ai progetti prioritari nel quadro delle grandi reti transeuropee per il periodo 2014-2020: il piano, da 50 miliardi di euro, prevede per il settore dei trasporti anche i collegamenti ferroviari Napoli-Bari, Napoli-Reggio e Messina-Palermo, ma non il ponte sullo Stretto, di cui dovranno occuparsi – secondo Bruxelles – le autorità italiane. Continua a leggere

Matteoli difende il Corridoio Berlino-Palermo: “è prioritario e non modificabile”

“Sul Corridoio Europeo Berlino-Palermo, il Governo italiano non ha mai cambiato opinione ritenendolo prioritario e non modificabile”. Così il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, che il 9 settembre ha inviato una lettera al vicepresidente della Commissione Europea Siim Kallas, con delega ai Trasporti. “Riguardo alle voci che fanno riferimento a un eventuale intendimento – a livello tecnico – della Commissione Europea per una sostituzione del Berlino-Palermo con una nuova direttrice Helsinki-La Valletta”, spiega Matteoli in una nota, “abbiamo subito contrapposto la nostra netta contrarietà con vari interventi politici e tecnici, l’ultimo dei quali è la lettera” inviata a Kallas.  Continua a leggere