Traghetti per la Sardegna, Grimaldi Lines raddoppia le corse da Civitavecchia a Olbia

Raddoppia il collegamento marittimo stagionale di Grimaldi Lines sulla rotta Civitavecchia-Olbia: dal 26 luglio e fino al 15 settembre le partenze giornaliere sulla linea inaugurata nel 2016 e diventata un punto di riferimento per i passeggeri in partenza per l’Isola bianca dal centro e sud Italia, saliranno a due, con partenza alle 10.15 e alle 22.45 da Civitavecchia, e alle 12.30 e 22.15 da Olbia. L’aumento delle partenze è stato reso possibile grazie all’impiego di una nuova nave traghetto capace di ospitare 950 passeggeri e 400 veicoli , dotata 76 cabine interne ed esterne (di cui due per persone disabili) e di 207 poltrone. Continua a leggere

Traghetti per la Sardegna, Moby Lines abbassa i prezzi: “14 euro per i residenti”

I prezzi dei traghetti per i collegamenti tra la Sardegna e la terra ferma saranno meno cari. Lo ha annunciato il presidente della Moby Lines, Vincenzo Onorato, alla Leopolda. Per i residenti e le persone nate in Sardegna, la compagnia ha previsto una tariffa da 14 euro, valida tutto l’anno. Si tratta, ha spiegato Onorato, del risultato di un “lavoro fatto con il governo”. Continua a leggere

Caos GoinSardinia, partono le indagini. La compagnia: “Responsabilità di Anek Lines”

Interruzione di pubblico servizio e truffa aggravata: sono queste le prime ipotesi di reato al vaglio della Procura della Repubblica di Tempio Pausania che ha aperto un fascicolo sulla vicenda di GoinSardinia. Il consorzio aveva noleggiato una nave – la El Venizelos – da Anek Lines che la scorsa settimana ha interrotto il servizio sulla tratta Olbia-Livorno per tornare in Grecia, lasciando a terra migliaia di turisti che avevano già comprato il biglietto. Continua a leggere

Traghetti per la Sardegna, l’Antitrust multa Moby e Cin: sanzioni per 771mila euro

L’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha confermato le contestazioni alle compagnie di navigazione Moby e Cin (Compagnia italiana di navigazione) per la violazione delle norme antitrust relative ai collegamenti con la Sardegna. Per Moby la multa è di 500.000 euro, mentre per Cin la sanzione è di 271.000 euro. “Con questo provvedimento”, ha commentato il presidente della Regione Sardegna, Ugo Cappellacci, “l’Antitrust riconosce ancora una volta la fondatezza delle nostre denunce contro i signori del mare. È l’ennesima prova che, così com’è, il sistema dei collegamenti marittimi non può andare avanti. Il diritto alla mobilità dei sardi non può essere degradato a benevola e solo eventuale concessione, ma deve essere pienamente effettivo e protetto da garanzie adeguate”. Continua a leggere

Alluvione in Sardegna: traghetti gratis per soccorritori, parenti e sfollati

Traghetti gratis per chi deve raggiungere la Sardegna e per chi dall’isola deve spostarsi sul continente. Moby e Tirrenia hanno scelto di navigare sulla rotta della solidarietà mettendo a disposizione le proprie navi per aiutare la popolazione sarda duramente colpita dall’alluvione che ha già provocato diverse vittime. Tutti i mezzi di soccorso e i camion destinati alle zone in cui c’è l’emergenza viaggeranno gratuitamente sia sulle navi Moby sia su quelle Tirrenia. Continua a leggere

La Tirrenia riparte da Cagliari, due nuovi traghetti per la tratta con Civitavecchia

La nuova Tirrenia, quella targata Compagnia italiana navigazione, riparte da due navi, arrivate lunedì a Cagliari e già ripartite per i loro primi viaggi. Si chiamano Amsicora e Bonaria: una in onore all’eroe sardo che cercò, senza successo, di opporsi ai romani nel 215 a.C., ma anche per celebrare lo stadio dello storico scudetto del 1970 di Riva e compagni. L’altra per ricordare il santuario di Cagliari che si affaccia sul mare e la cui statua di Bonaria pare abbia dato il nome alla capitale dell’Argentina Buenos Aires. Due traghetti che segnano la rinascita della compagnia, con lo stesso logo ma un colore nuovo. Continua a leggere

Moby per i sardi, traghetti a prezzi scontati per chi vive o è nato sull’isola

“Per i residenti sardi muoversi significa anche poter lavorare di più e per questo, in un momento congiunturale complesso e difficile come quello che stiamo vivendo, Moby ha scelto di essere vicina in modo concreto a chi risiede in Sardegna e ai suoi familiari offrendo loro un pacchetto di nuove politiche tariffarie appositamente pensate per favorire gli abitanti dell’isola nei loro spostamenti”. Con queste parole Eliana Marino, direttore commerciale di Moby, ha commentato il varo dell’offerta “Moby per i sardi” che garantisce ai residenti o nativi dell’isola la possibilità di accedere sempre alle tariffe e alle offerte più economiche disponibili sui sistemi di prenotazione Moby. Continua a leggere

Inverno senza traghetti: Grandi Navi Veloci sospende la Genova-Porto Torres

Non navigheranno dal 7 novembre ai primi di aprile del 2012 i traghetti della compagnia Grandi Navi Veloci sulla linea Genova-Porto Torres. “Ci rendiamo conto delle esigenze dei cittadini della Sardegna, in particolare dell’area settentrionale della regione; tuttavia, siamo stati costretti a operare questa difficile scelta alla luce di condizioni economiche che non offrivano alcun margine di manovra”, ha dichiarato Ariodante Valeri, direttore generale di Grandi Navi Veloci. “Già in un contesto di ordinarietà i costi di esercizio della stagione invernale superano abbondantemente i ricavi. A maggior ragione, in questo momento congiunturale così difficile, un’azienda privata come la nostra non può in alcun modo operare in un regime di perdita di tale portata”.  Continua a leggere

Il porto di Olbia si lecca le ferite, a luglio passeggeri diminuiti del 30 per cento

“Mezzo milione di passeggeri in meno rispetto al 2010, 250mila dei quali solo negli ultimi 30 giorni, riportano Olbia indietro di dieci anni nel sistema portuale italiano”. I dati, snocciolati da Paolo Piro, presidente dell’Autorità portuale Nord Sardegna, sono decisamente preoccupanti. A luglio, a Olbia sono transitati 590mila passeggeri, il 29,76 per cento in meno rispetto allo stesso mese del 2010 (840mila); un dato che unito al periodo gennaio-giugno porta il bilancio dell’anno a un preoccupante -21,25 per cento: in sette mesi, quindi, il porto di Olbia ha perso oltre 533mila passeggeri. Continua a leggere