Benzina e gasolio, aumenti nel fine settimana: ritocchi di Eni, Esso e TotalErg

È stato un fine settimana di aumenti per i prezzi dei carburanti. Secondo la rilevazione di Staffetta Quotidiana, sabato 16 febbraio Eni ha deciso di aumentare i prezzi consigliati di benzina e gasolio. Per la verde il rialzo è stato di 1,5 centesimi al litro, per il diesel di un centesimo al litro. Tra sabato e lunedì mattina hanno messo mano ai listini anche Esso (+2 centesimi sulla benzina) e TotalErg (+1 centesimo sulla benzina, +0,5 sul diesel).  Continua a leggere

Benzina, i prezzi sono sempre più bassi: la verde torna sotto 1,8 euro al litro

Per la prima volta da febbraio, la benzina scende sotto la soglia di 1,8 euro al litro. Gli ultimi ribassi hanno infatti portato il prezzo medio della verde a 1,794 euro al litro nei distributori TotalErg, il marchio che, secondo Staffetta Quotidiana, ha il prezzo più basso. Sotto 1,8 anche Q8 a 1,799 euro. Calano ancora dunque le medie ponderate dei prezzi consigliati in modalità servito, con la forbice tra benzina e diesel che si restringe sempre di più. Martedì mattina tutte le compagnie hanno messo mano ai listini per seguire Eni sulla scia dei ribassi di un paio di giorni fa. Continua a leggere

Benzina e gasolio un po’ meno cari: abbassano i listini Ip, Tamoil e TotalErg

Inizia a scendere il prezzo dei carburanti. Come spiega Staffetta Quotidiana, la settimana si è aperta con un ribasso dei prezzi internazionali, sia per la benzina sia per il gasolio. La quotazione della verde si è attestata a 640 euro per mille litri (-4), quella del diesel a 653 euro per mille litri (-7). Una diminuzione che, questa volta, si vede anche per i prezzi ai distributori (clicca qui per leggere i prezzi compagnia per compagnia). Dopo i ribassi sul diesel del weekend, martedì mattina anche sulla benzina ci sono stati dei cali. Continua a leggere

Gasolio in calo, dopo quattro mesi scende il prezzo. Altri aumenti per la benzina

È un timido raggio di sole che si affaccia tra le nubi che da tempo oscurano il cielo di automobilisti e camionisti. Dopo quattro mesi di rialzi consecutivi, giovedì mattina il prezzo del gasolio alla pompa è tornato a scendere mentre quello della benzina, nonostante i cali dei prezzi internazionali, non accenna a frenare. Come spiega Staffetta Quotidiana scende sotto quota 1,78 la media ponderata nazionale del prezzo del diesel tra le diverse compagnie in modalità servito: -0,4 centesimi a 1,779 euro/litro. Sale ancora, sopra 1,9, la benzina: +0,2 centesimi a 1,902 euro/litro. Continua a leggere

Carburanti, niente cali nel fine settimana. Previsti nuovi aumenti da domani

“È durata lo spazio di un fine settimana la speranza di veder scendere i prezzi alla pompa”. È questa l’amara constatazione di Staffetta Quotidiana che ha analizzato le dinamiche dei carburanti nel weekend. “Se con i tre cali consecutivi della quotazione internazionale del gasolio (tra martedì e giovedì) era possibile aspettarsi un analogo andamento per i prezzi alla pompa (clicca qui per leggere i prezzi di oggi compagnia per compagnia), il forte rialzo registrato in chiusura di settimana sul mercato del Mediterraneo ha gelato le speranze. La benzina ha toccato un nuovo record storico a 680 euro per mille litri (+9), il gasolio è salito a 676 (+4)”. Niente cali dei prezzi, quindi. Anzi, le prospettive per i prossimi giorni non sono per niente rosee.   Continua a leggere

Altro ritocco alle accise, salgono i prezzi da Ip, Q8, Tamoil e TotalErg

Dopo il maxi-aumento di martedì (clicca qui per leggere l’articolo di Stradafacendo), questa mattina i prezzi di benzina e diesel sono tornati a salire a causa del nuovo aggiustamento alle accise (+0,19 centesimi) deciso per finanziare cinema, spettacoli e interventi culturali. Dal monitoraggio di Quotidiano Energia emerge infatti che questa mattina hanno ritoccato i prezzi raccomandati Ip (+0,6 cent sulla benzina, +1,3 cent sul diesel), Q8 (+0,5 cent su entrambi i prodotti), Tamoil (+0,3 cent su tutte e due i carburanti) e TotalErg (+1 cent sulla verde, +0,3 cent sul diesel). Continua a leggere

Aumentano le accise, su i prezzi dei carburanti: verde a 1,59 euro

Il rincaro delle accise di 4 centesimi al litro su benzina e diesel deciso per fronteggiare l’emergenza immigrati si è subito trasferito sui prezzi praticati alla pompa. Finisce così l’ondata di ribassi che aveva caratterizzato gli ultimi giorni. Questa mattina, infatti, i prezzi di benzina e diesel sono aumentati di 4,8 centesimi (per effetto dell’Iva), con la benzina Shell venduta a 1,59 euro al litro. Fanno eccezione Tamoil e TotalErg, che aumentano rispettivamente di 4 e 3,8 centesimi. Continua a leggere

Carburanti alle stelle, a gennaio benzina +11,3% e gasolio +15,7%

La corsa al rialzo dei prezzi di benzina a gasolio non accenna a fermarsi. Anche oggi Staffetta Quotidiana ha registrato degli aumenti. Su tutti spicca Eni, che ha alzato di 1,5 centesimi al litro il prezzo sia per la benzina sia per il gasolio. Oltre a Eni, ritocchi in su anche per Esso, Q8, Shell e TotalErg. Intanto, proprio oggi l’Istat ha diffuso i dati dell’inflazione di gennaio sulla quale pesano in maniera significativa gli aumenti dei prezzi dei carburanti. La benzina è infatti aumentata dell’11,3 per cento (+9,9 per cento a dicembre) su base annua e del 3,5 per cento su base mensile, mentre per il gasolio il rincaro è stato rispettivamente del 15,7 per cento (+14,5 per cento a dicembre) e del 4 per cento. Il Gpl ha registrato un aumento annuo del 26,3 per cento e mensile del 7,8 per cento. Continua a leggere