Rixi: “Vogliamo trasportare più merci su ferro e sviluppare il sistema logistico italiano”

“C’è la volontà e la certezza di trasportare più merci su ferro, migliorare i servizi, implementare lo sviluppo del sistema logistico italiano che deve essere non solo primo nel Mediterraneo ma livello europeo. Questo si fa con investimenti accurati, andando magari a migliorare i progetti perché nella vita si può sempre migliorare”. Lo ha detto Edoardo Rixi, sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti, a margine della consegna di due treni da parte del gruppo Fs alla Regione Liguria. “È giusto valutare le opere e vedere se su alcune cose si riescono a fare miglioramenti”, ha dichiarato a propostito del Terzo Valico. Continua a leggere

Italia e Svizzera, niente barriere per i trasporti: “In futuro sempre più vicini”

“Mentre una parte d’Europa tira su muri di filo spinato al confine, tra Italia e Svizzera continuano a cadere barriere. Il tunnel di base del Gottardo, inaugurato il primo giugno, è solo un tassello di una strategia più vasta, che vede impegnati entrambi i Paesi: il futuro ci vedrà ancora più vicini, grazie a una mobilità ancora maggiore di persone e di merci”. Lo ha detto Michele Meta, presidente della Commissione Trasporti della Camera dei deputati, al termine della riunione bilaterale di alcuni parlamentari italiani con i colleghi della delegazione elvetica appartenenti al gruppo di amicizia Svizzera-Italia, accompagnati a Montecitorio dall’ambasciatore Giancarlo Kessler. Continua a leggere

Terzo valico dei Giovi escluso dai fondi Ue, Liguria e Piemonte non ci stanno

L’esclusione del Terzo Valico dei Giovi dai finanziamenti dell’Ue (clicca qui per leggere quali sono le opere che riceveranno i fondi) lascia il segno. Il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, ha scritto al premier Matteo Renzi e al ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio per chiedere al governo che “in occasione della riunione del Comitato di programma organizzata dalla Commissione Ue il 10 luglio, il delegato italiano proponga formalmente una correzione delle determinazioni della Commissione”. Continua a leggere

Terzo valico dei Giovi e nodo di Genova: ecco le risposte del ministro Lupi

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi, risponderà mercoledì 3 luglio alle 15, durante il question time trasmesso dalla Rai in diretta televisiva dall’Aula di Montecitorio, alle  interrogazioni sulle iniziative per garantire continuità ed efficienza al trasporto pubblico locale; sulle iniziative per assicurare adeguate risorse volte a garantire la realizzazione del Terzo valico dei Giovi e sulla realizzazione del nodo stradale di Genova.

Terzo Valico dei Giovi, c’è l’accordo. Matteoli: “I lavori partiranno subito”

È stato firmato a Roma il verbale d’accordo per l’avvio dei cantieri del primo lotto costruttivo del Terzo Valico dei Giovi. Il costo per questa prima tranche di lavori è di 500 milioni di euro. “I lavori del Terzo Valico partiranno praticamente subito”, ha dichiarato il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Altero Matteoli. Il verbale d’accordo è stato firmato dal ministro Matteoli, dall’amministratore delegato del Gruppo Fs, Mauro Moretti, dall’amministratore delegato di Rfi, Michele Mario Elia, e dal presidente del Consorzio Cociv, Alberto Rubegni.

Continua a leggere

Alternative alla Torino-Lione, si pensa alla Marsiglia-Genova-Milano

“Certo che se la Torino-Lione non andrà avanti, è evidente che si apre una opportunità di immaginare un corridoio alternativo Marsiglia-Genova-Milano”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, aggiungendo che “dovrà servire sia Torino, sia il Nord Est e incrociarsi su Genova con l’altro corridoio europeo, quello dei due mari, fra il capoluogo ligure e Rotterdam, rimettendo la Liguria al centro dei traffici internazionali”. Continua a leggere

Treni, al via i lavori per l’alta velocità tra Treviglio e Brescia

Al via i lavori della linea ferroviaria ad alta velocità-alta capacità fra Treviglio e Brescia, sulla Milano-Venezia. L’intesa per l’inizio dei lavori del primo lotto, per un valore di oltre 700 milioni di euro, è stata siglata al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dall’ad di Rete Ferroviaria Italiana, Michele Mario Elia, e dall’ad di Saipem, Pietro Franco Tali, alla presenza del ministro Altero Matteoli e dell’amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti. La nuova tratta attraverserà le province di Milano, Bergamo e Brescia. Continua a leggere

Logistica e intermodalità,
la Germania guarda verso l’Italia

“Contiamo sui servizi offerti dagli scali portuali liguri per far transitare le merci, provenienti principalmente dal sud della Germania, destinate ai Paesi dell’Africa del Nord e dell’Estremo Oriente”. Queste, in estrema sintesi, le dichiarazioni rilasciate da una delegazione di operatori logistici tedeschi, provenienti dalla regione del Baden-Wurttemberg, nel sud della Germania, che ha visitato in questi giorni le strutture portuali liguri di Genova, Savona e Vado. Continua a leggere

Infrastrutture, dal Cipe via libera
a lavori per 21 miliardi di euro

Giovedì mattina il Cipe ha approvato l’apertura di cantieri di opere pubbliche per 21 miliardi di euro. Via libera quindi, tra gli altri, alla settima tranche del Mose di Venezia, al primo lotto del Terzo valico Genova-Milano, al valico del Brennero, all’autostrada pontina Roma-Latina, al tunnel della Maddalena della Torino-Lione, al primo lotto della Tirrenica. Continua a leggere

Cipe, investimenti tra gioie e dolori
Intanto Matteoli risponde ai delusi

C’è chi applaude e chi si lamenta. Gli 11 miliardi di investimenti sbloccati dal Cipe hanno infatti portato a reazioni contrastanti. Soddisfatti Confindustria, il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, e il sindaco di Milano, Letizia Moratti. Delusi, invece, il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, l’Mpa e il Pd che lamentano gli scarsi investimenti per il Sud del Paese. E proprio ai delusi si è rivolto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, dichiarando che “la riunione del Cipe non è l’ultima e ne seguiranno altre man mano che si renderanno disponibili le risorse”. Continua a leggere