Smog a Roma, niente targhe alterne: ecco le misure previste se si alza il livello di Pm10

Roma dà l’addio alle targhe alterne. Il nuovo piano anti-smog ideato dal Campidoglio prevede diverse misure per la limitazione della circolazione stradale in caso di sforamento dei livelli di Pm10, ma non le targhe alterne. Ci saranno divieti di circolazione in base alla classe del veicolo. Dal terzo giorno di superamento potenziale è previsto il divieto di circolazione dalle 7.30 alle 20.30 per gli autoveicoli Euro 2 benzina, “oltre ai veicoli interdetti in precedenza”, spiega la delibera.  Continua a leggere

Pechino, lo smog non dà tregua: per la prima volta l’allarme è rosso. Scuole chiuse

Per chi vive a Pechino è un incubo. L’aria è ormai irrespirabile, tanto che per la prima volta le autorità della capitale cinese hanno dichiarato l’allarme rosso, il più grave. Da domani verranno chiusi gli asili e le elementari, mentre saranno sospese le attività all’aria aperta nelle scuole medie e nei licei. I cantieri edili e le fabbriche più inquinanti dovranno chiudere, mentre altre saranno costrette a limitare la produzione. Continua a leggere

L’inquinamento atmosferico non conosce confini, targhe alterne anche a Parigi

L’inquinamento atmosferico non conosce i confini e colpisce tutte le città, anche quelle con una vocazione green come la splendida Parigi. La capitale francese è alle prese da tempo con una cappa di smog e così l’amministrazione parigina insieme con 22 comuni limitrofi ha disposto la circolazione con targhe alterne. Un evento eccezionale per la Francia che negli ultimi 18 anni era ricorsa allo stop dei pari e dei dispari soltanto tre altre volte. Continua a leggere

Targhe alterne inutili, per il Codacons è meglio vietare di fumare sigarette

Smettiamola con le targhe alterne a Roma, piuttosto è più efficace vietare di fumare sigarette quando i livelli di inquinamento dell’aria superano i limiti previsti dalla legge. Lo chiede il Codacons al Comune di Roma. L’associazione dei consumatori ricorda come sia gli studi scientifici in materia, “sin dalla scoperta realizzata da uno studio americano del 1997”, sia l’esperimento pubblico effettuato proprio dal Codacons lo scorso 31 maggio, dimostrino che il fumo di sigaretta inquina più del traffico. Continua a leggere

Troppo smog, a Roma tornano le targhe alterne: mercoledì ferme le dispari

C’è troppo smog e il comune di Roma ha deciso di istituire le targhe alterne. Il Campidoglio ha disposto il divieto per le dispari mercoledì 9 gennaio e per le pari, incluso lo zero, per giovedì 10 gennaio. “Il dipartimento Ambiente di Roma Capitale sta seguendo l’evoluzione della qualità dell’aria sulla base dei dati Arpa relativi ai livelli di inquinamento atmosferico, che negli ultimi giorni hanno superato i limiti imposti sia per il particolato fine (Pm10) che per il biossido di azoto (No2)”, spiega il Comune.  Continua a leggere

Blocchi del traffico e targhe alterne, decisioni comuni per Milano e l’hinterland

Addio ai provvedimenti a macchia di leopardo. D’ora in poi a Milano e nell’hinterland ci saranno decisioni e misure comuni per quello che riguarda i blocchi del traffico. È stato infatti raggiunto un accordo tra 44 sindaci (Milano in testa) per adottare provvedimenti comuni. In pratica, se Milano dovesse decidere per uno stop alle auto per la prossima domenica, verrebbe seguita da gran parte della provincia.  Continua a leggere

Ecopass, blocchi o targhe alterne? Diteci come si combatte davvero lo smog

Ecopass, targhe alterne, limitazioni ai mezzi più inquinanti, sviluppo del mezzo pubblico e della mobilità a impatto zero, come i veicoli elettrici. Ma è possibile vincere lo smog anche con un semplice sondaggio? Ci sta provando la Provincia di Milano che ha lanciato una consultazione tra i sindaci dei 134 Comuni che compongono la cosiddetta Grande Milano per identificare i migliori provvedimenti da intraprendere per migliorare la qualità dell’aria.  Continua a leggere

Troppo smog, da oggi a Milano blocco totale dei veicoli inquinanti

È in vigore da oggi, martedì 25 gennaio, la prima fase del piano anti-smog varato dalla Giunta Moratti per combattere l’inquinamento a Milano. L’ordinanza prevede il blocco totale dei veicoli a benzina Euro 0, diesel Euro 0, Euro 1, ed Euro 2 non dotati di filtro antiparticolato in grado di garantire un valore di emissione pari almeno al limite standard Euro 3 e ciclomotori, motocicli, tricicli e quadricicli a due tempi Euro 1 e Euro 0 e Euro 1 alimentati a gasolio. Continua a leggere

Ancora problemi di smog in Iran, uffici e scuole chiusi fino a domani

Se mezza Europa è sotto la neve, in Asia c’è chi soffoca per colpa dell’inquinamento. Circolazione delle auto a targhe alterne, banche e uffici pubblici chiusi e niente lezioni nelle università fino a domani a Teheran, in Iran. Sono questi i provvedimenti che il ministero della Salute iraniano ha deciso per ridurre i livelli di inquinamento della metropoli, che nelle ultime ore hanno toccato livelli record. Le autorità avevano già deciso di proclamare una giornata di festa nazionale mercoledì scorso per provare a ridurre lo smog, ma evidentemente senza ottenere risultati. Continua a leggere

Aria ripulita dal blocco e dal vento
Codacons: meglio le targhe alterne

Il vento è stato più forte del blocco totale del traffico e delle targhe alterne. Ma Milano senza auto è piaciuta molto ai milanesi. Proprio dove il sindaco Letizia Moratti aveva predisposto il blocco totale del traffico dalle 10 alle 18 di domenica scorsa dopo venti giorni consecutivi di sforamento delle Pm10, i livelli sono tornati sotto la soglia di guardia. I rilievi effettuati dell’Arpa hanno fatto segnare quote comprese tra i 35 e i 38 microgrammi a seconda delle aree di rilevazione. Lo stop alle auto ha fatto impennare l’utilizzo di metrò e di bici a noleggio. Secondo i numeri riferiti dal Comune gli utenti della metropolitana, sulle tre linee, sono stati 300mila, il 36 per cento in più della media della domenica, quando sono circa 220mila. Mentre sono state 1.650 le bici noleggiate contro le 400 che di solito vengono utilizzate la domenica. Segno evidente che le alternative all’auto, quando garantite, sono sfruttate. Continua a leggere