Contributi dei marittimi italiani, Confcommercio ricevuta dal ministro del Lavoro Giuliano Poletti

Le modalità per il pagamento dei contributi sociali dei lavoratori marittimi italiani impiegati su navi battenti bandiera europea sono state al centro di un incontro tra una delegazione di Confcommercio Imprese per l’Italia e il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, che si è tenuto nella sede del Ministero in via Veneto, a Roma. La delegazione di Confcommercio, guidata dal vicepresidente Paolo Uggè, era composta da da Stefano Messina, presidente di AssArmatori, Gian Enzo Duci, presidente di Federagenti e coordinatore di Confmare, Pasquale Russo, segretario generale di Conftrasporto, Luigi Merlo, direttore dei Rapporti Istituzionali di Msc, e Stefano Spennati, senior advisor di Confcommercio nella Delegazione presso l’UE. Continua a leggere

Traffico limitato sul Brennero, Fai Conftrasporto “consegna” la protesta direttamente a Bruxelles

Il grido d’allarme del mondo dell’autotrasporto italiano per le limitazioni al traffico che il Tirolo vuole attuare lungo la direttrice del Brennero è risuonato chiaro e forte direttamente anche a Bruxelles. A farlo risuonare sono stati il segretario generale della Fai, Andrea Manfron, e Stefano Spennati, senior advisor di Confcommercio nella delegazione presso l’Unione europea, ricevuti da Jocelyn Fajardo, capo di Gabinetto aggiunto della Commissaria europea ai Trasporti Violeta Bulc. Un incontro durante il quale i due esponenti della principale federazione italiana dell’autotrasporto hanno ribadito con forza la posizione negativa dell’autotrasporto italiano rispetto a una liberalizzazione incontrollata del cabotaggio stradale, destinata a causare certamente pesanti danni alle imprese italiane, evidenziando contestualmente numerose altre criticità sulla proposta normativa della Commissione sul pacchetto stradale. Continua a leggere

Cabotaggio, la via della liberalizzazione presa dall’Europa preoccupa i trasportatori italiani

L’Europa ha imboccato una strada verso la liberalizzazione del cabotaggio che preoccupa le imprese di autotrasporto italiane. Una preoccupazione manifestata chiaramente in una lettera che Stefano Spennati, senior advisor per la politica dei Trasporti e della Logistica della delegazione di Confcommercio a  Bruxelles, ha trasmesso ai deputati italiani membri della Commissione trasporti e turismo del Parlamento europeo, sottolineando in particolare la necessità di garantire condizioni omogenee tra gli stati membri ed evidenziando il rischio, senza questa premessa, di dover assistere a un pesante impatto negativo sull’economia italiana.  Ecco il testo della lettera pubblicato dal sito www.Conftrasporto.it.  Continua a leggere

Aiutare i diplomati a farsi strada nel lavoro? L’idea di Conftrasporto viaggia fino a Bruxelles

La proposta di aiutare concretamente i giovani diplomati a trovare una strada nel mondo del lavoro, sostenendoli anche economicamente nel non facile (e costoso) viaggio per diventare dei professionisti nel mondo del trasporto merci e della logistica, iniziativa lanciata pochi giorni fa dal presidente nazionale di Conftrasporto Paolo Uggè al Transpotec di Verona e ribadita in una lettera aperta al ministro dei Trasporti Graziano Delrio pubblicata su Il Giornale, non solo ha fatto il giro d’Italia (suscitando moltissimi consensi soprattutto fra i giovani) ma è giunta  fino a Bruxelles. Continua a leggere

Confcommercio nella squadra europea di esperti che indicheranno le vie dell’economia del mare

Confcommercio Imprese per l’Italia è l’unica confederazione fra le tre realtà italiane che hanno partecipato a superare la selezione per entrare a far parte dell’”equipaggio” della Skills and Career development in the Blue Economy, il gruppo di esperti voluti dalla Commissione come consulenti sulle questioni relative allo sviluppo dell’istruzione, della formazione, delle competenze e di carriera all’interno dell’economia blu. Il Gruppo di Esperti istituito dalla Commissione Europea, come scrive il portale mareonline.it, lavorerà per i prossimi tre anni, supportando il lavoro di policy della Direzione generale mare per lo sviluppo delle strategie legate alle competenze nel settore marittimo. Fra i temi trattati, il trasporto marittimo, la costruzione di navi, il turismo, l’ocean energy, l’acquacoltura, la pesca e le biotecnologie marine. Continua a leggere