Il pieno è sempre più economico, scendono ancora i prezzi di benzina e diesel

Il crollo del prezzo del petrolio, con il barile sotto i 30 dollari, sta generando un continuo ribasso del prezzo dei carburanti. Come spiega Staffetta Quotidiana, martedì mattina Eni ha di nuovo ridotto i prezzi consigliati di benzina e diesel, tagliando i listini di un centesimo al litro. Cali anche per Q8/Shell (-1 cent su benzina e diesel), Tamoil (-1 cent su benzina, diesel e Gpl) e Ip (-1 cent sul Gpl) mentre Esso è intervenuta solo sul gasolio con una riduzione di 2 centesimi. Continua a leggere

Benzina e gasolio, crollano le quotazioni ma i prezzi alla pompa restano stabili

Sembrerebbe un periodo di calma per i prezzi dei carburanti. Almeno per automobilisti, motociclisti e camionisti, che vedono i prezzi alla pompa stabili – ma sempre altissimi – da qualche giorno. In realtà,  come spiega Staffetta Quotidiana, “nelle ultime tre sessioni (del 4, 5 e 10 aprile) sul mercato del Mediterraneo i prezzi della benzina sono scesi senza soluzione di continuità. Martedì con un vero e proprio tonfo: -14 euro a 680 euro per mille litri. In totale, a cavallo di Pasqua, la quotazione della benzina è scesa dell’equivalente di 2,2 centesimi al litro. Anche per il gasolio si è registrato un netto calo martedì (-12 euro a 657 euro per mille litri), che va ad aggiungersi a quello di mercoledì scorso e porta il ribasso cumulato all’equivalente di 1,8 centesimi al litro”. Ribassi che non si traducono in prezzi più bassi nelle stazioni di servizio. Continua a leggere

Carburanti, niente cali nel fine settimana. Previsti nuovi aumenti da domani

“È durata lo spazio di un fine settimana la speranza di veder scendere i prezzi alla pompa”. È questa l’amara constatazione di Staffetta Quotidiana che ha analizzato le dinamiche dei carburanti nel weekend. “Se con i tre cali consecutivi della quotazione internazionale del gasolio (tra martedì e giovedì) era possibile aspettarsi un analogo andamento per i prezzi alla pompa (clicca qui per leggere i prezzi di oggi compagnia per compagnia), il forte rialzo registrato in chiusura di settimana sul mercato del Mediterraneo ha gelato le speranze. La benzina ha toccato un nuovo record storico a 680 euro per mille litri (+9), il gasolio è salito a 676 (+4)”. Niente cali dei prezzi, quindi. Anzi, le prospettive per i prossimi giorni non sono per niente rosee.   Continua a leggere

Benzina, verde a un passo da 1,9 euro al litro. Crescita costante per il Gpl

Altro record per il prezzo della benzina (clicca qui per vedere i prezzi compagnia per compagnia). Questa mattina hanno ritoccato i listini della verde Eni, Esso, Ip e Q8, tutte verso l’alto. Secondo le rilevazioni di Staffetta Quotidiana, il prezzo più alto – 1,896 euro al litro – si registra da Ip (+1 centesimo) e da Q8 (+0,5 centesimi). Rialzi, come dicevamo anche per Esso (+0,3 centesimi a 1,878 euro/litro) e per Eni (0,5 centesimi a 1,876 euro/litro). Sale dunque, spiega Staffetta Quotidiana, la media ponderata nazionale della benzina in modalità servito, oggi a 1,878 euro/litro (+0,4 centesimi). Gasolio invariato a 1,781 euro/litro, mentre aumenta di nuovo il Gpl Eni: +1 centesimo a 0,884 euro/litro.  Continua a leggere

Carburanti alle stelle, a gennaio benzina +11,3% e gasolio +15,7%

La corsa al rialzo dei prezzi di benzina a gasolio non accenna a fermarsi. Anche oggi Staffetta Quotidiana ha registrato degli aumenti. Su tutti spicca Eni, che ha alzato di 1,5 centesimi al litro il prezzo sia per la benzina sia per il gasolio. Oltre a Eni, ritocchi in su anche per Esso, Q8, Shell e TotalErg. Intanto, proprio oggi l’Istat ha diffuso i dati dell’inflazione di gennaio sulla quale pesano in maniera significativa gli aumenti dei prezzi dei carburanti. La benzina è infatti aumentata dell’11,3 per cento (+9,9 per cento a dicembre) su base annua e del 3,5 per cento su base mensile, mentre per il gasolio il rincaro è stato rispettivamente del 15,7 per cento (+14,5 per cento a dicembre) e del 4 per cento. Il Gpl ha registrato un aumento annuo del 26,3 per cento e mensile del 7,8 per cento. Continua a leggere

I benzinai minacciano lo sciopero,
i consumatori criticano il Governo

Il ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani, ha assicurato che incontrerà i gestori di Fegica e Faib che nei giorni scorsi si sono detti pronti allo sciopero contro le misure contenute nel provvedimento di riforma della rete carburanti. Romani, con un apposito decreto, aveva istituito la “Commissione per la valutazione delle dinamiche dei prezzi dei carburanti”, prevista nell’ambito delle iniziative del Tavolo permanente di confronto sul mercato petrolifero. Continua a leggere

Il gasolio supera 1,3 euro al litro
È il prezzo più alto da due anni

Riprende la frenetica corsa verso l’alto del prezzo dei carburanti. Dalla consueta rilevazione di Staffetta quotidiana emerge infatti che la benzina sfiora 1,42 euro al litro, mentre il gasolio supera 1,3 euro al litro. In base alle statistiche mensili dell’Unione petrolifera, è la prima volta da oltre due anni (da ottobre 2008) che il diesel si porta a valori così alti. Continua a leggere

Carburanti, Esso e Tamoil alzano
i prezzi. In controtendenza Total

È uno dei pochi casi in cui il segno più fa venire il malumore agli italiani. È quello dei prezzi dei carburanti che proprio oggi sono tornati a salire. Secondo la rilevazione di Staffetta Quotidiana questa mattina Esso e Tamoil hanno ritoccato all’insù il prezzo del gasolio, rispettivamente di 0,3 e 0,4 centesimi, con prezzi medi a 1,248 e 1,249 euro al litro. Ritocchi che secondo Staffetta Quotidiana sono determinati dagli aumenti dei prezzi dei prodotti petroliferi di giovedì e venerdì sul mercato del Mediterraneo. È finito quindi l’agosto di calma piatta, caratterizzato anche dai ribassi della scorsa settimana. Continua a leggere

Nuovi ribassi per la benzina, la verde torna sotto 1,4 euro al litro

Ci sono buone notizie per chi ancora deve tornare a casa dalle vacanze. Il pieno dell’auto costerà infatti di meno. Sabato Agip aveva avviato la diminuzione dei prezzi, un’azione replicata fino a oggi da tutte le compagnie, che in questo modo si assestano sotto quota 1,4 euro al litro per la benzina e sotto 1,25 euro al litro per il gasolio. Questa mattina, come comunica Staffetta Quotidiana, hanno messo mano ai listini Api/IP, Shell e Tamoil. Per Api/IP la riduzione è di 0,7 centesimi solo per il gasolio, con prezzo medio a 1,249 euro/litro. Ribassi su entrambi i prodotti per Shell (-1 sulla benzina a 1,394 euro/litro e -0,5 sul gasolio a 1,249 euro/litro) e Tamoil (-1 sulla verde a 1,399 euro/litro e -0,3 euro/litro sul diesel a 1,256 euro/litro).