Trasporti pubblici, venerdì 16 novembre blocco totale. Confermato lo sciopero

Confermato lo sciopero dei trasporto pubblico locale senza fasce di garanzia per il 16 novembre. Lo hanno annunciato Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti Ugl trasporti e Faisa Cisal, che hanno indetto anche una manifestazione a Roma. “Interrotta da Asstra e Anav la trattativa per il rinnovo del Contratto del Trasporto pubblico locale, nell’ambito del nuovo contratto della Mobilita”, spiegano i sindacati dei trasporti al termine del ciclo di incontri che aveva segnato la ripresa del negoziato del contratto scaduto da cinque anni. Continua a leggere

Sciopero dei trasporti: il 21 e 22 luglio si fermano treni, metro e autobus

È stato programmato per giovedì 21 e venerdì 22 luglio lo sciopero nazionale di 24 ore del trasporto pubblico locale e ferroviario. Inevitabili, come sempre, i disagi per chi si deve muovere per lavoro o per svago e sperava di lasciare l’automobile in garage. L’agitazione è stata proclamata da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugltrasporti, Orsa Trasporti, Faisa e Fast “a sostegno della vertenza per la sottoscrizione del nuovo contratto della Mobilità”. Continua a leggere

Venerdì lo sciopero generale della Cgil, trasporti fermi in tutta Italia

Disagi e traffico in tilt. È questo lo scenario che potrebbe caratterizzare le città italiane venerdì 6 maggio quando è in programma lo sciopero generale della Cgil. I trasporti resteranno fermi quattro ore. Piloti, assistenti di volo e personale di terra degli aeroporti scioperano dalle 10 alle 14. Lo stop dei treni sarà dalle 14 alle 18. Bus, metro, tram e ferrovie concesse si fermeranno secondo modalità stabilite localmente e nel rispetto delle fasce di garanzia. Continua a leggere

Sciopero di treni, bus e metro: traffico in tilt nelle grandi città

È un venerdì difficile per la circolazione stradale. Lo sciopero dei mezzi pubblici, con metro, tram, treni e bus fermi, ha infatti provocato traffico e code, soprattutto nelle grandi città. A partire da Roma dove molti cittadini hanno deciso di utilizzare l’auto per recarsi al lavoro vista la scarsità di mezzi pubblici in circolazione. In effetti, le metro A e B sono rimaste chiuse, così come la Ferrovia Roma Lido e quella Termini Giardinetti, mentre gli autobus in servizio sono stati veramente pochi. I disagi maggiori si sono registrati soprattutto sul Grande raccordo anulare. Continua a leggere

Sudafrica, camion fermi da giorni: a secco i distributori di carburante

Quando la categoria dell’autotrasporto decide di applicare un fermo e questo si protrae per oltre un giorno si accorge quantomeno tutta una nazione dell’importanza dei camion. Ai disagi per il traffico si uniscono infatti quelli di non trovare la merce sui bancali dei supermercati e, come è successo in questi giorni in Sudafrica, di avere difficoltà nel trovare una stazione di rifornimento con il serbatoio pieno e quindi in grado di erogare gasolio e benzina. Da quasi una settimana sono infatti in sciopero i camionisti del Sudafrica e la chiusura di alcune stazioni di benzina sta creando gravi preoccupazioni alla maggiore potenza economica africana. Continua a leggere

Feste con i carburanti a rischio,
i benzinai minacciano lo sciopero

Mentre il prezzo dei carburanti continua a salire (anche oggi alcuni listini sono stati ritoccati verso l’alto), i gestori delle stazioni di servizio minacciano uno sciopero, da attuarsi nel periodo tra Natale e Capodanno. Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio reagiscono così alla notizia che nel testo del Milleproroghe “non sarebbe confermata la misura fiscale, ormai ventennale, a favore dei gestori, che figura tra gli impegni assunti dal Governo con le intese sottoscritte a settembre scorso”. Continua a leggere

Proteste in Grecia, trasporti pubblici in sciopero fino a Natale

Non c’è pace per la Grecia. Per la terza settimana consecutiva continuano gli scioperi dei trasporti pubblici contro la riforma del settore e il piano di austerity. Mobilitazioni che proseguiranno almeno fino alla vigilia di Natale. Intanto, mercoledì i sindacati hanno indetto uno sciopero generale di tre ore in occasione del voto sulla Finanziaria 2011, con manifestazione davanti al Parlamento. Continua a leggere

Il rammarico di Anita e Unatras: “Si poteva raggiungere un’intesa”

L’accordo tra i sindacati e alcune associazioni datoriali per il rinnovo del contratto collettivo della logistica siglato oggi non riguarda il trasporto merci. Come vi abbiamo anticipato, è infatti saltato questa notte l’accordo tra le imprese d’autotrasporto e le organizzazione sindacali. In un comunicato stampa congiunto, Unatras e Anita, che rappresentano la quasi totalità delle imprese di autotrasporto, esprimono “forte rammarico per la rottura della trattativa nonostante vi fossero le condizioni per raggiungere un’intesa”. Continua a leggere

Contratto, parlano i sindacati:
Impossibile firmare, si sciopera

È un accordo a metà quello raggiunto oggi tra le organizzazioni sindacali e i rappresentanti delle imprese relativamente al contratto collettivo di logistica, trasporto merci e spedizioni. L’accordo è infatti stato firmato da Confetra, Fedit, Fedespedi, Assologistica e Centrali Cooperative, mentre non è stato trovato tra i sindacati e le associazioni datoriali dell’autotrasporto: Conftrasporto, Anita, Fita Cna e Confartigianato. “Confermando quanto già avanzato nel corso delle trattative tenutesi a novembre”, scrivono in una nota Filt Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti, “dopo innumerevoli ristrette limitate all’autotrasporto, hanno avanzato una proposta talmente lontana dalle nostre richieste che non ci ha lasciato margine di trattativa”. Continua a leggere

Autotrasporto, i sindacati rompono le trattative per il contratto

Si sono interrotte nella notte le trattative relative al contratto collettivo nazionale di lavoro tra le organizzazioni sindacali e le associazioni dell’autotrasporto Anita e Unatras, mentre Confetra e le cooperative hanno proseguito l’incontro. L’offerta delle associazioni di autotrasporto è di 110 euro complessivi, contro una richiesta economica di circa 130 euro.