Sciopero dei trasporti, venerdì di caos in tutta Italia: tutte le informazioni per limitare i disagi

Sarà un venerdì difficile per chi deve viaggiare. Gli scioperi in programma potrebbero infatti provocare diversi disagi, con bus, metro, aerei e treni fermi. Sapere prima quando ci si può muovere e che mezzo prendere può essere di grande aiuto. Per quanto riguarda le Fs, lo sciopero scatterà alle 21 di giovedì 15 giugno e terminerà alla stessa ora di venerdì. Coinvolta tutta Italia tranne Piemonte e Valle d’Aosta. Per i treni regionali, spiega una nota del Gruppo, “saranno garantiti i servizi essenziali previsti in caso di sciopero nei giorni feriali dalle ore 6:00 alle ore 9:00 e dalle ore 18:00 alle ore 21:00” e le Frecce circoleranno regolarmente. Ma ci sono già dei treni a lunga percorrenza cancellati. Continua a leggere

Roma, rinviato lo sciopero dei trasporti: l’annuncio dato ieri sera via Twitter

È stato rinviato lo sciopero dei trasporti previsto per domani, venerdì 2 ottobre. Lo ha scritto su Twitter l’assessore ai Trasporti del Comune di Roma, Stefano Esposito, dopo l’incontro in prefettura di ieri sera con le organizzazioni sindacali.  Ecco il cinguettio dell’assessore: “Sottoscritto poco fa in prefettura intesa su vertenza lavoratori #RomaTpl. Venerdì sciopero differito da tutti, tranne come al solito Usb”.

Treni fermi e aerei a terra, Germania in tilt per gli scioperi dei trasporti a catena

È un periodo decisamente difficile per chi deve viaggiare in Germania. Nel fine settimana, infatti, lo sciopero dei macchinisti dei treni ha mandato in tilt l’intero sistema di trasporto su ferro. La protesta ha coinvolto i treni interregionali, regionali e urbani della Deutsche Bahn ed è finita alle 4 di lunedì mattina. Nelle stesse ore è iniziato però il fermo dei piloti Lufthansa. Dalla terra ai cieli, gli scioperi stanno mettendo in ginocchio i trasporti tedeschi. Continua a leggere

Sciopero del trasporto pubblico locale il 22 marzo: ecco gli orari città per città

Lo sciopero dei trasporti pubblici locali in programma per venerdì 22 marzo è confermato. La protesta è stata indetta da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl Trasporti e Faisa Cisal a causa delle incertezze sulle risorse per il settore e sul rinnovo del contratto per 110.000 lavoratori a seguito della proposta di alcune giunte regionali di ridurre o azzerare il loro contributo al fondo perequativo che complessivamente vale, secondo i sindacati, 1,4 miliardi, il 22 per cento del totale. “È il decimo sciopero in cinque anni in cui siamo senza contratto ed è stato rinviato tre volte. Abbiamo usato questo strumento con grandissima resposabilità”, ha detto il segretario nazionale della Filt Cgil, Alessandro Rocchi. Continua a leggere

Trasporti pubblici, venerdì 16 novembre blocco totale. Confermato lo sciopero

Confermato lo sciopero dei trasporto pubblico locale senza fasce di garanzia per il 16 novembre. Lo hanno annunciato Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti Ugl trasporti e Faisa Cisal, che hanno indetto anche una manifestazione a Roma. “Interrotta da Asstra e Anav la trattativa per il rinnovo del Contratto del Trasporto pubblico locale, nell’ambito del nuovo contratto della Mobilita”, spiegano i sindacati dei trasporti al termine del ciclo di incontri che aveva segnato la ripresa del negoziato del contratto scaduto da cinque anni. Continua a leggere

Sciopero dei trasporti pubblici, stop di 24 ore a Roma. Disagi anche in altre città

Potrebbe essere un venerdì difficile per i trasporti in alcune grandi città, come Roma, Napoli, Torino e Genova. Per il 6 luglio, infatti, sono programmati alcuni scioperi del trasporto pubblico locale proclamati proclamati a livello regionale con modalità e orari diversi. A Roma e in tutto il Lazio Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti e Ugl trasporti, hanno proclamato uno sciopero di 24 ore.  Continua a leggere

Giovedì 1° marzo lo sciopero dei trasporti: resteranno fermi bus, tram, metro e treni

Si fermeranno bus, tram, metro, treni e autisti di Tir. Partiranno in ritardo navi e traghetti. Sono questi alcuni dei disagi previsti per giovedì 1° marzo, quando è in programma lo sciopero generale di quattro ore dei trasporti. L’unico settore escluso dallo stop è il trasporto aereo. Salve dalla protesta solo la città di Firenze e la regione Sardegna. Lo sciopero è stato proclamato unitariamente dai sindacati di categoria Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti per denunciare “la grave condizione” dei trasporti nel Paese “aggravata dalle decisioni del governo”, tra l’altro anche con la cancellazione della previsione del contratto nazionale di settore per le imprese ferroviarie, e per chiedere all’esecutivo di aprire un confronto di merito. Continua a leggere

Confermato lo sciopero del 1° marzo, fermi per quattro ore tutti i settori dei trasporti

Il 1° marzo sarà più difficile viaggiare in Italia e spostarsi nelle città: i sindacati dei trasporti di Cgil Cisl e Uil hanno infatti confermato lo sciopero generale di quattro ore per tutti i settori del trasporto: aereo, ferroviario, marittimo, bus e metro, viabilità, merci e porti. Il trasporto aereo si fermerà dalle 10 alle 14, quello ferroviario dalle 14 alle 18. Per il trasporto pubblico locale si deciderà città per città. Per Milano lo sciopero di bus e metro è stato fissato dalle 8.45 alle 12.45 mentre a Roma i mezzi resteranno fermi dalle 8.30 alle 12.30.  Continua a leggere

Altro stop per i trasporti, giovedì 1 marzo sciopero di quattro ore per tutto il settore

L’Italia resterà ancora una volta a piedi. Per giovedì 1 marzo, infatti, Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti hanno proclamato uno sciopero di quattro ore di tutto il settore dei trasporti. Come spiegano le organizzazioni sindacali, la mobilitazione riguarderà tutte le attività del comparto, dal trasporto pubblico locale a quello ferroviario, dal trasporto aereo a quello marittimo e portuale. Stop anche all’autotrasporto, alla viabilità su strade e autostrade, alla navigazione sui laghi, all’autonoleggio, al soccorso stradale e alle funivie. Continua a leggere

Doppio sciopero a Roma: il 7 novembre a rischio bus, tram, metro e treni locali

Il 7 novembre potrebbe essere un lunedì difficile per i trasporti a Roma. Come rende noto l’Agenzia della Mobilità della Capitale, due scioperi, uno nazionale di 24 ore, e uno locale di 4 ore, potrebbero infatti creare dei disagi. La protesta, indetta da Usb (Unione Sindacale di Base) Lavoro privato-Comparto trasporti, si svolgerà dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio e coinvolgerà i lavoratori Atac, Cotral, Roma Tpl e Roma Servizi per la Mobilità. Per l’intera giornata, quindi, saranno a rischio bus, tram, metro e le ferrovie urbane Roma-Lido, Termini-Giardinetti e Roma Civita-Castellana-Viterbo, le 73 linee periferiche e notturne gestite da Roma Tpl e i collegamenti regionali della Cotral.  Continua a leggere