Slitta l’avvio del Sistri, il sistema entrerà in vigore da settembre

L’avvio del Sistri slitta al primo settembre. Le proteste degli addetti ai lavori, che hanno raccontato anche a Stradafacendo le loro difficoltà con il sistema di tracciabilità dei rifiuti, hanno portato a dei frutti concreti. Il Sistri non partirà il primo giugno, come era previsto, ma slitterà a dopo l’estate. Il primo settembre scatterà il via per i produttori di rifiuti con più di 500 dipendenti, per gli impianti di smaltimento, incenerimento, etc. (circa 5.000) e per i trasportatori che sono autorizzati per trasporti annui superiori alle 3.000 tonnellate (circa 10.000). Continua a leggere

Autotrasporto, niente bonus fiscali per i committenti “pericolosi”

Esclusione per un anno dai bonus fiscali. È questa la sanzione che il Fisco applicherà ai committenti degli autotrasportatori che violeranno le regole su sicurezza stradale e regolarità del mercato. Se i committenti non rispetteranno i parametri di sicurezza nell’affidare i servizi di trasporto scatteranno le sanzioni. Lo ha reso noto l’Agenzia delle Entrate, precisando anche che online sarà pubblicato l’elenco dei trasgressori. A dettare modi e tempi di pubblicazione delle misure per applicare la sanzione è il provvedimento firmato dal direttore dell’Agenzia, che è in linea con le indicazioni della manovra d’estate 2008, che punisce i trasgressori escludendoli fino a sei mesi dall’affidamento pubblico della fornitura di beni e servizi, e per un anno dai benefici fiscali, finanziari e previdenziali di ogni tipo previsti dalla legge. Continua a leggere

Nuove patenti di guida, dal 2013 maggiore attenzione per i disabili

Un recente decreto legislativo (del 18 aprile 2011, n.58 che entra in vigore dal 15 maggio) recepisce le direttive europee e modifica alcuni punti del Codice della strada relativamente alle patenti di guida. Le disposizioni contenute nel decreto saranno applicate solo dal 19 gennaio 2013 ad eccezione di alcuni articoli (ecco il link). Il primo riguarda gli esaminatori per la patente di guida (9 comma 2), il secondo il modello di patente di guida (22 comma 1), il terzo i requisiti fisici e psichici di idoneità alla guida e i requisiti minimi per gli esaminatori, oltre all’allegato III, sempre sui requisiti minimi di idoneità fisica e mentale (questo il link). Continua a leggere

Pick-up per trasportare persone? Il garante condanna Mazda e Toyota

La questione era già sorta tempo fa con un’altra importante marca di veicoli, la Mitsubishi. Anch’essa aveva subito una sanzione dal garante per aver pubblicizzato un veicolo pick-up, immatricolabile per il trasporto di cose, come utilizzabile anche per il trasporto delle persone. Operazione non possibile in relazione alle norme contenute nel Codice della strada (articolo 82), che prevede un uso legato alle attività produttive, accompagnato anche da agevolazioni, fatti salvi alcuni casi molto specifici che prevedono un’autorizzazione prefettizia. Lo scenario che vede ora coinvolte Mazda e Toyota è assolutamente simile. Continua a leggere

Pneumatici non omologati, si rischia il sequestro del veicolo

Multe salate e sequestro del veicolo. Ecco quello che si rischia montando sulle proprie vetture pneumatici non omologati. Il giro di vite attuato con l’entrata in vigore del nuovo Codice della strada mette paletti rigidi sia per chi circola con gomme non omologate, sia per chi le produce o le commercializza. Le sanzioni per chi circola con pneumatici non omologati (privi della marcatura “E” seguita da un numero che indica il Paese che ha rilasciato l’omologazione) varia da 80 a 318 euro, oltre al sequestro del componente o dell’intero veicolo. Per ottenere il dissequestro, tra l’altro, è necessario rimuovere a proprie spese gli pneumatici non omologati. Continua a leggere

Più controlli e sanzioni giuste per fermare la “Cricca della logistica”

I media l’hanno ribattezzata la “Cricca della logistica”. Si tratta dell’inchiesta sulle cooperative illegali che un anno fa ha portato all’arresto di tre persone, sospettate di aver ideato e realizzato un meccanismo per falsificare i documenti contabili di decine di cooperative legate al mondo della logistica, con un migliaio di addetti, a cui non venivano versati contributi. Un meccanismo per vincere le gare d’appalto della logistica e affidare poi i lavori pagando in nero e con documenti contabili falsificati in modo quasi perfetto, che avrebbe portato nelle tasche dei truffatori circa 30 milioni di euro tra oneri previdenziali e fiscali e contributivi non versati. Continua a leggere

Giachino: “Vi spiego tutte le mosse del Governo per l’autotrasporto”

“In questi anni attraversati dalla peggiore crisi economica degli ultimi 80 anni, malgrado la situazione difficile dei conti pubblici, il Governo, proprio perché ritiene il settore dell’autotrasporto strategico per la nostra economia (il 90 per cento della merce è trasportata su gomma), non solo non ha tagliato le risorse, anzi le ha aumentate e ha innovato le politiche istituendo per la prima volta un Fondo di garanzia al credito cui hanno già avuto accesso ben 1.400 aziende”. Inizia così la lettera che il sottosegretario ai Trasporti, Bartolomeo Giachino, ha inviato a Stradafacendo. Continua a leggere

Effusioni in auto, due giovani quasi “rimorchiati” dal carro attrezzi

Due ventenni di Carrara erano talmente impegnati nelle loro effusioni amorose da non accorgersi che la loro auto, scelta come alcova, stava per essere rimossa dal carro attrezzi. L’episodio è accaduto in Versilia ed è stato pubblicato sull’edizione di Massa Carrara della “Nazione”. A notare quel veicolo in divieto erano stati due agenti della polizia locale, ma i vetri appannati avevano nascosto la presenza della coppia. Una volta arrivato il carro attrezzi per rimuovere il veicolo, i vigili e l’addetto alla rimozione si sono accorti dei due ragazzi. Continua a leggere

Svizzera, ai controlli doganali irregolare un camion su cinque

Un camion su cinque, di quelli controllati dalla dogana svizzera, presenta irregolarità. Questo il bilancio delle dogane commerciali elvetiche, che continuano a fare ottimi affari. Sono state 3,3 milioni le pratiche evase nel corso del 2010. Elevati di conseguenza gli introiti, ben 828 milioni di franchi (637 milioni di euro con il cambio attuale), con un incremento del 5 per cento rispetto al 2009. Continua a leggere